Iniziativa di solidarietà a Eboli: Cibo invenduto alle persone bisognose

Il Sindaco di Eboli Martino Melchionda: “Un nobile gesto che può attivare una rete di solidarietà territoriale”.

Cibo invenduto alle persone bisognose. Ogni giovedì e domenica Sarà il Ristorante Edo Edo ad alimentare l’iniziativa di solidarietà promossa dall’Amministrazione e dalla cooperativa “Astronave a Pedali 167”.

.

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – L’Amministrazione Comunale, insieme alla cooperativa sociale “L’Astronave a pedali 167”, ha avviato una attività di sostegno alle fasce più deboli della popolazione.

Ogni giovedì e domenica sera, Luigi Fusco, direttore del ristorante Edo Edo, mette da parte il cibo invenduto di fine giornata per donarlo a chi ha più bisogno.

L’iniziativa è partita da qualche settimana; Raffaele Leso, presidente della cooperativa sociale, si reca all’Outlet Cilento Village, per ritirare gli alimenti in eccedenza, che sistemati con cura  in appositi contenitori,  giungono a coloro che vivono in condizione svantaggiata.

Un gesto di solidarietà alimentare che l’Amministrazione intende promuovere per sostenere singoli e famiglie in difficoltà, combattere gli sprechi, educare ad un uso più attento delle risorse.

Martino Melchionda

Martino Melchionda

Sono rimasto colpitodichiara Raffaele Lesodalla disponibilità del signor Fusco. I cibi vengono poi distribuiti alle famiglie che ci vengono indicate in specifici elenchi forniti dall’ufficio Politiche Sociali dell’Ente”.

Abbiamo immediatamente accoltodichiara l’assessore alle Politiche sociali Annarita Brunola proposta  di chi si è spontaneamente reso disponibile a donare il cibo invenduto a chi vive condizioni di disagio. In questo periodo di crisi, persone singole e intere famiglie affrontano problemi economici, con un piccolo ed encomiabile gesto si offre un grande aiuto a chi ha bisogno,  promuovendo al tempo stesso uno stile di vita sostenibile e solidale”.

A riguardo interviene il Sindaco di Eboli Martino Melchionda: Merci non più adatte al commercio, ma assolutamente sane e commestibili giungono, grazie al nobile gesto di solidarietà,  nelle case di chi ha bisogno.

Si tratta di una iniziativa che offre un grande aiuto a chi vive condizioni di disagio, che può diventare un valido esempio per attivare una vera e propria rete territoriale di solidarietà, e sensibilizzare tutti sull’importanza di  essere solidali verso le fasce più deboli della popolazione”.

Eboli, 2 febbraio 2014

7 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente