Appalto Pubblica illuminazione a Battipaglia: Annullate quella gara

L’Associazione Cives et Civitas avanza dubbi sull’appalto per la pubblica illuminazione per la durata di 15 anni: appare “sospetto”. 

Il Codice degli appalti consente che la durata degli appalti di servizi deve essere per un anno prorogabile fino a tre e si chiede al Commissario Prefettizio Ruffo l’annullamento della gara.

Comune-di-Battipaglia-Piazza-Aldo-Moro

Comune-di-Battipaglia-Piazza-Aldo-Moro

di Oreste Vassalluzzo
Giornalista professionista
per POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – E sull’appalto per la pubblica illuminazione che legherà il Comune di Battipaglia alla “Cpl Concordia” società cooperativa di Concordia sulla Secchia in provincia di Modena per quindi anni con un esborso di poco inferiore ai 15 milioni di euro, è intervenuta anche l’associazione Cives et Civitas con la presidente Emilia Abate.

L’avvocato ha inviato una lettera al Commissario prefettizio Mario Rosario Ruffo chiedendo l’annullamento della gara, in via di autotutela.

Le motivazioni per un appalto che appare “sospetto” sono contenute proprio nella missiva protocollata al Comune di Battipaglia. Cives et Civitas fa riferimento al codice degli appalti «che prevede la durata degli appalti di servizi per un anno, prorogabili fino a tre anni dalla stipula del contratto».

.

.

Il problema riguarderebbe la copertura finanziaria con l’attestato da parte del responsabile del servizio finanziario del Comune Giuseppe Ragone, «a pena nullità».

Per Cives et Civitas «la copertura finanziaria presuppone che la spesa sia inclusa nel bilancio annuale di previsione – si legge nella missiva -. Non può equivalere a tale formale attestazione il semplice parere favorevole espresso dal responsabile del servizio finanziario atteso che esso attiene alla regolarità contabile ed è richiesto autonomamente.

Da quanto esposto appare chiara l’illegittimità dell’appalto affidata dal Comune di Battipaglia all’impresa Cpl Concordia Soc. Coop. Con sede a Concordia sul Secchia (mo), per la durata di quindici anni. L’operazione messa in atto dalla giunta Santomauro danneggia economicamente i cittadini di Battipaglia, costretti a sostenere costi che non porteranno alcuna utilità alla collettività».

Battipaglia, 25 febbraio 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente