Ciotti sul Trasporto Pubblico: Battipaglia penalizzata dalla sua classe politica

Iniziativa dell’associazione “Comunità Storia e futuro” sul Trasporto pubblico locale, un tavolo comune per salvaguardare il settore.

All’incontro organizzato a Battipaglia analizzate le criticità e le proposte per superare l’impasse. Ciotti: “Battipaglia penalizzata dall’assenza di una rappresentanza politica“.

Ciotti-Pasquino-Cuozzo-Cascone-convegno Trasporti

Ciotti-Pasquino-Cuozzo-Cascone-convegno Trasporti

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – “A Battipaglia, popolo storicamente di migranti, – secondo pietro Ciotti –  nessuno si è mai occupato di mobilità, nessuna politica ha saputo rappresentarci ed oggi siamo praticamente fuori dal sistema della mobilità. Ed ogni decisione che si assume arriva sempre al di là del nostro territorio”.

Per il presidente dell’associazione Comunità Storia e futuro, Pietro Ciotti, il nodo centrale dei trasporti trova nella Piana del Sele e in Battipaglia, la seconda città più grande della provincia di Salerno, un punto debole enorme per l’inesistenza di una rappresentanza politica, che ha così lasciato soli i cittadini.

Al seminario organizzato a Battipaglia dall’associazione sui tagli al trasporto pubblico locale, Ciotti ha chiamato le istituzioni che decidono, l’assessore provinciale, Michele Cuozzo, l’assessore comunale ai Trasporti di Salerno, Luca Cascone, il commissario del Cstp, Raimondo Pasquino, chiedendo loro di assicurare attenzione anche per quelle realtà, come Battipaglia, oggi ancor di più senza una politica che tuteli il territorio e le proprie esigenze. “Una città ancor più mortificata – dice Ciotti – da un commissariamento che durerà, a quanto sembra, ancora a lungo”.

convegno-Trasporti-Ciotti-.

convegno-Trasporti-Ciotti-.

La proposta. E dall’assessore Cascone è giunta la proposta di aprire un tavolo di confronto unitario in un settore che conta 53 aziende, grandi, medie e piccole e duemila addetti in provincia di Salerno. “Partendo dal Cstp – ha detto Cascone – apriamo un tavolo provinciale sul Tpl che possa contribuire a razionalizzare corse e percorsi, consociare le aziende in vista delle gare che sembrano imminenti per l’affidamento del servizio di trasporto”. Una proposta raccolta dagli interlocutori presenti, compreso i rappresentanti sindacali e delle associazioni presenti, come Ezio Monetta della Fit Cisl, di Giuseppe Vitolo in rappresentanza del Consat.

Questione Cstp. Al centro del dibattito soprattutto la questione Cstp, all’indomani della ricapitalizzazione decisa dall’Ente Provincia, anche se Pasquino ha gelato quando ha detto “Ok, ma per i problemi che ci sono è una ricapitalizzazione già azzerata”. Restano tutti, quindi, i nodi della partecipata più grande della provincia, anche se Pasquino si è mostrato ottimista: “Ci sono le condizioni per salvare l’azienda – ha sostenuto – ma occorre un lavoro enorme e congiunto”.

Un grande lavoro, dunque, attende tutti perché funzioni il sistema del trasporto, funzioni, come ha ricordato l’assessore Cuozzo, “su tutto il territorio provinciale, dalle grandi come alle piccole realtà”. E poi ha continuato: “La Provincia ha un contenzioso con la Regione di 21 milioni, fondi anticipati per dieci anni e in gran parte sono per il trasporto pubblico locale”.

Una partita tutta aperta. L’incontro, aperto con una “Cronaca del settore” affidata alla giornalista Diletta Turco, intervistata da Margherita Siani, ha messo in evidenza le criticità, ma anche i tempi lunghi di una crisi del trasporto che hanno visto dal 2010 in poi segni negativi e di difficoltà.

Battipaglia, 17 marzo 2014

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente