AMDOS Battipaglia, ok all’ASL sull’accorpamento degli Ospedali di Eboli e Battipaglia

L’ASL Salerno incassa l’invito dell’Associazione Meridionale Donne Operate al Seno di accellerare il processo di accorpamento degli Ospedali di Eboli e Battipaglia.

Squilante: “Alla fine contano i fatti scrive. Sono lieto della condivisione e dell’apprezzamento dell’operato di questa Direzione proprio perché proviene da una associazione di donne ed anche in virtù di questo  ritengo che probabilmente non sono solo i DG che devono dimettersi…”

PO-Battipaglia-PO-Eboli.

PO-Battipaglia-PO-Eboli.

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – L’Associazione Meridionale Donne Operate al Seno di Battipaglia, con una nota del 07/08/2014 inviata al Sindaco di Eboli Martino Melchionda e per conoscenza a questa Direzione e al Commissario ad Acta della Regione Campania on. Stefano Caldoro, invitava il Sindaco di Eboli a non sostenere nessuna iniziativa di associazioni o di cittadini tendente a riportare le Unità Operative di Ostetricia e Pediatria presso il Presidio Ospedaliero di Eboli anzi, la stessa Associazione, interpretando correttamente delibere e dettati dell’Organo di Governo Regionale invitava questa Direzione a proseguire nell’azione di accorpamento dei Presidi Ospedalieri di Eboli e Battipaglia.

La nota termina con una frase, che ci  sentiamo di condividere in toto e che è stata il principio ispiratore dell’Atto Aziendale adottato da questa Azienda: …l’accorpamento delle funzioni degli ospedali è essenziale ed è impensabile pensare di avere l’ospedale fuori casa o tre reparti con le stesse funzioni a pochi km di distanza…

La moderna concezione della Sanità che ha ispirato i Decreti Regionali, prevede la riconversione degli Ospedali di piccole dimensioni  puntando al potenziamento delle realtà ospedaliere dotate di un numero adeguato di posti letto e delle Unità Operative necessarie a garantire il trattamento di tutte le patologie.

Tale apprezzamento che proviene da un’Associazione “indipendente” di donne, certamente sensibili al problema della salute della donna e del bambino, conferma che l’Azienda ha operato bene nel rispetto delle normativa regionale individuando percorsi terapeutici finalizzati a garantire un’assistenza sanitaria adeguata.

Il direttore generale Antonio Squillante dichiara: “Sono lieto della condivisione e dell’apprezzamento dell’operato di questa Direzione proprio perché proviene da una associazione di donne ed anche in virtù di questo  ritengo che probabilmente non sono solo i direttori generali che devono dimettersi…

Battipaglia, 30 agosto 2014

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente