Distretti Rurali e Aree Interne protette: Fisciano aderisce al Comitato promotore

Fisciano aderisce al Comitato Promotore per l’istituzione dei Distretti Rurali per le Aree Interne e Protette della Provincia di Salerno.

I distretti, sono finalizzati a promuovere lo sviluppo rurale, a valorizzare le risorse naturali, sociali ed economiche dei territori per facilitare l’integrazione tra i diversi settori economici e tra le stesse filiere e a garantire la sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Distretto rurale-manifesto_incontro_27_10_2014

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

FISCIANO – Fisciano è il primo Comune della Valle dell’Irno ad aver sottoscritto, lo scorso 4 ottobre a Castel San Lorenzo, l’adesione al Comitato  per l’istituzione dei Distretti Rurali, Agroalimentare di Qualità e di Filiera per le aree interne e protette della provincia di Salerno. Al proposito è stato organizzato un incontro, il prossimo 27 ottobre alle ore 16.30, presso l’aula consiliare del Palazzo di Città dal titolo “Il Distretto Rurale come Strumento Economico Gestionale e di Innovazione per le Aree Interne e Protette della Provincia di Salerno”.

Parteciperanno, per i saluti: Tommaso Amabile, Gianfranco Valiante e Franco Gismondi, rispettivamente sindaci di Fisciano, Baronissi e Calvanico. I relatori del dibattito saranno: Alfonso Ruggiero (assessore all’agricoltura del Comune di Fisciano); Franco Gioia (assessore al bilancio del Comune di Fisciano); Carmine Pecoraro (presidente Confederazione Italiana Agricoltori di Salerno); Alessandro D’Arco (Associazione “Arca della Speranza Onlus”); Anna Pina Arcaro (Ente per Sviluppo Sostenibile “I Piccoli Campi srl”); Rosa Pepe (CRA ORT Progetto RGV – FAO ); Marisa Di Matteo (Dipartimento di Ingegneria Industriale Fisciano); Aurelio Tommasetti (Rettore Università Degli Studi di Salerno). Le conclusioni saranno affidate a: Gennaro Capo (sindaco di Castel San Lorenzo); Filippo Diasco (direttore generale Agricoltura Regione Campania); Gennaro Mucciolo (consigliere regionale della Campania).

Da Fisciano, inoltre, partirà l’impulso per coinvolgere altri Comuni all’adesione dei Distretti Rurali. Nello specifico l’invito è stato già rivolto ai Comuni di Baronissi e Calvanico e a breve si estenderà ai Comuni dei Monti Picentini, custodi dell’IPG (Indicazione Geografica Protetta) per quanto riguarda la produzione della nocciola, che si intenderà promuovere quale prodotto tipico del territorio di appartenenza.

I distretti, previsti dalla Legge Regionale numero 20 dell’8 agosto 2014, sono finalizzati a promuovere lo sviluppo rurale, a valorizzare le risorse naturali, sociali ed economiche dei territori per facilitare l’integrazione tra i diversi settori economici e tra le stesse filiere e a garantire la sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Sono invitati e possono aderire al Comitato Promotore per l’istituzione dei Distretti Rurali, Agroalimentare di Qualità e di Filiera per le aree interne e protette della provincia di Salerno tutti gli OPERATORI AGRICOLI (dai produttori alle aziende di trasformazione e vendita dei prodotti sia agricoli che alimentari) oltre ad altre attività SOCIO ECONOMICHE COLLEGATE come la ristorazione, i bar, le gelaterie, gli agriturismi e/o attività extralberghiere presenti sul territorio.

Fisciano, 26 ottobre,

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente