Eccellenze territoriali e Quarta gamma al Convegno PD “Terra Buona” di Eboli

Il PD ad Eboli, discute di eccellenze territoriali e della quarta gamma e va verso la convention regionale del partito per il sistema agroalimentare in Campania.

Tra i relatori: Alfonso Esposito Terra Orti; Federico Conte candidato alle regionali PD; l’On. Angelo  Zucchi, segretario del Ministro dell’Agricoltura Martina. Presenti: Antonio Cuomo candidato sindaco di Eboli PD, e il Consigliere Regionale Donato Pica.

Antonio Cuomo-Federico Conte

Antonio Cuomo-Federico Conte

di Marco Naponiello
per  (POLITICAdeMENTE) IL Blog di Massimo Del Mese

EBOLI Il convegno-confronto sul sistema agricolo campano denominato “Terra buona e di eccellenze, focus territoriali” che si è tenuto nella Sala Ritz di Eboli è stato un dialogo aperto al  pubblico con operatori del settore ed organizzazioni di categoria con l’apporto di politici di caratura nazionale, organizzato in varie tappe intra-regionali, che culmineranno il 6 aprile prossimo alla convention regionale del PD sull’agroalimentare con l’intervento del ministro Maurizio Martina.

Ospite principale della serata ebolitana è stato l’onorevole Angelo Zucchi, segretario particolare del Ministro, che con puntualità brianzola, dopo aver  partecipato qualche ora prima, all’inaugurazione della kermessePianeta Bufala” ospite del patron Attilio Astone presidente Confesercenti, si è presentato all’appuntamento rilasciando in esclusiva per POLITICAdeMENTE una breve intervista: ”Iniziativa meritoria del PD, – ha esordito l’on. Angelo Zucchi votata promuovere la filiera agricola in una serie di appuntamenti, che avranno il momento finale nella venuta del ministro Martina il 6 prossimo venturo, rimettendo al centro le tematiche agricole, che senza dubbio vivono un momento di difficoltà,ma che al loro interno godono di enormi potenzialità attuative accompagnati da segnali di crescita, che  in tal senso già si intravedono più che in altri settori, dunque l’agricoltura come volano di crescita generale dell’economia nazionale. In aggiunta il primo maggio a Milano si apre l’Expo, dunque non solo una vetrina internazionale sul modo di produrre italiano, ma un confronto con 147 nazioni, e sarà il momento topico di tutta la politica economica nazionale nel 2015!

Pica-Martinangelo

Pica-Martinangelo

L’introduzione prolusiva della convention ebolitana, in una sala gremitissima, è stata affidata a Corrado Martinangelo, ex assessore alle politiche agricole della provincia di Salerno, il quale ha tenuto ha precisare come ad Eboli, vi sia il “battezzo” di questi 6 incontri sui focus territoriali e specialità regionali, anche egli ha ricordato l’appuntamento cardine con il ministro Martina, sempre sul tema “ Terra Buona”, di come la nostra cittadina possa essere in provincia la capofila dello sviluppo sull’agroalimentare, un reale polo in tal senso, in concomitanza con la zootecnia e la filiera bufalina che in questi giorni si promoziona in città, (che tanto ha impressionato l’onorevole Zucchi) dunque testualmente: ”un Hub da costruire con  aziende, consorzi ed anche l’Istituto Agrario “Giustino Fortunato”, una validissima istituzione in cui formare le nuove leve del settore, oltre alla 4° gamma ortofrutticola ( ovvero la frutta, la verdura e, in generale, gli ortaggi freschi, a elevato contenuto di servizio, confezionati e pronti per il consumo.) ed un auspico affettuoso, affinché questa battaglia possa essere continuata da Antonio Cuomo come futuro sindaco della città di Eboli!”

Antonio Cuomo

Antonio Cuomo

A seguire tra i relatori, ha parlato da tecnico, il presidente di TerraOrti, Alfonso Esposito come rappresentate O.P. (Organizzazione dei Produttori) il quale ha messo il classico dito nella piaga, di come negli ultimi 5 anni di giunta di Stefano Caldoro, la latitanze delle istituzioni regionali verso gli operatori economici del settore, sia stata quasi del tutto completa, un assenza asordante nella fase P.A.C. (Piano Agricolo Comunitario) una totale mancanza a Napoli, dell’assessorato all’agricoltura e cosa vergognosa la regione Campania, secondo solo alla Lombardia in campo agricolo: ”Non possiede un dipartimento agrario, e quindi le decisioni assunte non possono essere ben rappresentate, dunque si riverberano negativamente sugli operatori, troppo semplicistico sarebbe da parte della politica della giunta di centro destra,addossarne le colpe alla Ue o allo Stato, volgiamo continuare a fare gli imprenditori e non a chiudere le imprese, il quale ha tenuto a precisare:” Rimettere al centro le politiche agroalimentari sia una prerogativa del Governo Renzi , che sta in effetti invertendone la rotta, l’agricoltura rappresenta il 4% del Pil nazionale e il 10% di quello campano,non deve essere usato come un taxi il vertice del dicastero, come hanno fatto i vari ministri di centro destra, come Zaia, Galan e Romano, che sembravano transitare li per caso, nel frangente si accingevano a nuovi incarichi, cosa che il ministro Martina ha preso ben  a cuore la sua missione di risollevare le sorti del settore. Nonostante l’embargo russo, il fatturato agricolo è stato di 34,4 miliari su una stima di 34,5 dunque un risultato encomiabile, se pensiamo che le truffe al made in Italy, sul piano del plagio ammontano ad oltre 60 mld annui, ecco che necessitano accordi e cooperatività con altre nazioni e le grandi catene di GDO, per evitare questa attività truffaldina prosegua a detrimento dell’intero sistema Paese! Il decreto “Sblocca Italia” ha stanziato una prima tranche di 150 milioni di € ad adiuvandum, per il comparto,mi sono battuto (riconoscendone il merito a Zucchi) per il rimborso del credito IVA  agli imprenditori e lo abbiamo ottenuto, una piccola cosa ma che da ossigeno a tante imprese in ambasce finanziaria“.

Federico Conte

Federico Conte

Dopo il candidato Sindaco, Antonio Cuomo già ex assessore provinciale, in un breve intervento ha ringraziato l’amico Corrado Martinangelo, evidenziando come : “La Piana del Sele deve essere il centro di quella TerraBuona che oggi celebriamo, per le sue primizie ortofrutticole, perché è la terra storica dell’”oro bianco” della mozzarella di bufala, lo sforzo venga attuato in tale direzione, e la presenza giornaliera di Zucchi ne certifica l’importanza strategica con annesse potenzialità locali nel mercato global, di export e di immagine. Lo sforzo di imprenditori capaci non deve essere vanificato, ma tali operatori vanno accompagnati nella loro attività imprenditoriale, in questi anni la politica non ha sorretto il settore, e per questo auspichiamo da giugno una inversione di tendenza, facendo del Pd l’alfiere del settore agricolo campano!

Gli interventi del candidato alle regionali avvocato Federico Conte e il consigliere regionale Donato Pica, hanno ricalcato tale falsariga, sulla importanza delle start up agricole, un buon uso delle acque reflue e dei canali di scolo che per incuria non vengono opportunamente valorizzati, e: della “spietatezza delle regole del mercato” – Pica – “che da dieci anni hanno invaso la piana, costringendo a nuove coltivazioni e tipologie di commercializzazione, come la quarta gamma, progettualità e programmazione siano i fari della politica agraria, Caldoro ha insoddisfatto tali aspettative, la burocrazia ha fermato la crescita; necessari l’ascolto dei territori, vi è un progetto di legge regionale n°13 del 2008, divedendo la Campania in 45 sottoterritori e denominando il progetto, Piani Territoriali di Sviluppo,intende coinvolgere imprese lavoratori associazioni di categoria nel far squadra in ambito agricolo ed alimentare”; Federico Conte :”Importanza primarie prevedo per il futuro la Città del Sele, vista come una unione di comuni, interlocutore privilegiato tra cittadini e regione, dal taglio mutualistico e dalla valenza politica ,dove si possano insediare progetti urbanistici integrati, accompagnato dall’ottimizzazione della falde acquifere in campo agricolo,vedendone Eboli come l’ideale capofila per importanza storica; un elemento importante sarebbe la telematizzazione dei servizi burocratici, con uno SUP (Sportello Unico Imprese) che sia da effettivo supporto”.

Angelo Zucchi

Angelo Zucchi

La parola infine, è passata al relatore governativo onorevole Angelo Zucchi: il quale ricordando con affetto le legislature in compagnia di Antonio Cuomo e augurandogli anch’egli una campagna elettorale proficua, con  un collettivo saluto della platea alla dottoressa Maria Gabriella Martino, Comandante della Forestale provinciale di Salerno, (con l’augurio che se non il corpo stesso delle Guardia Forestale, ma come minimo, almeno le funzioni non vengano toccate e rimangano intatte) e decandandone la essenzialità istituzionali nei vari controlli di esclusiva pertinenza, che mai devono essere confusi con atteggiamenti vessatori verso l’utenza, ha tenuto a precisare il segretario del ministro sul fatto che. “Il modello italiano dei controlli, viene preso a riferimento da paesi europei ed extraeuropei,la politica comunitaria effettivamente negli ultimi anni ha elargito minore risorse dando in cambio una maggiore autonomia alle singole nazioni, i famosi piani P.A.C. e nel conferire con i 20 assessori regionali con in aggiunta il dicastero, è impresa si ardua trovare un punto di incontro effettivo, difficile è una mediazione, in alcuni casi in peius, dunque al ribasso, in questo conteso la riforma del titolo V della Costituzione repubblicana, tende a tutelare le varie specificità territoriali,e le risorse comunitarie vengano equamente investite, tenendo presente anche leovvie bio-diversità regionali, evitando sia indiscriminati finanziamenti “a pioggia” che di converso, un ritorno dei fondi a Bruxelles, per inettitudine e/o  burocrazia. I P.S.R. o piani di Sviluppo regionale, stanziati dalla Comunità Europea, in ambito nazionale stabilisco 4 priorità: assicurazione, fondi di mutualità, sistemi irrigui e biodiversità animale.

terra-orti

terra-orti

Non sia la burocrazia a rallentare tutto, evitando doppioni di competenze e di controlli, in questo caso si che si profilerebbero come vessatori, una organizzazione delle banche dati, come voluta ed attuata dal Governo Renzi, che entrerà in funzione ai primi di aprile,un appunto Registro Unico dei Controlli, nell’ottica di efficacia ed efficienza della pubblica amministrazione, oltre che dati statistici vi è un ritorno dei giovani all’agricoltura, sia come scelta di studi sia come sbocco lavorativo, che non deve essere visto come un posteggio temporaneo, perché non vi è meglio da fare, altrimenti non avrebbe senso, ma nell’ottica di una scelta consapevole fatto con un legittimo entusiasmo imprenditoriale.

Il governo ha messo a diposizione dieci milioni come fondo per acquisto di terreni, e la messa all’asta dei terreni demaniali, sarebbe ben,-ha proseguito Zucchi- che la Campania intensificasse l’aggregazione cooperativistica, fera al 24%  a differenza dell’Emilia-Romagna al quasi 50%, stipulando convenzioni con ordini professionali al fine di facilitare anche la internazionalizzazione dei mercati interni, con consulenze strategiche mirate,anch’io mi soffermo sul plagio che è di 60 miliardi annui, a fronte di effettive vendite di quasi 35mld, ma l’agro alimentare ha soppiantato il tessile e la moda per quel che riguarda il brand principale della nostra nazione. A terminare: “rimarco l’occasione dell’Expo di Milano, è un treno da non perdere, saremo al centro del mondo, dialoganti con 147 paesi che ci vedono come leader in alcune precipue produzioni, dunque tradizioni, professionalità, arte e bellezza del saper fare italiano, potrà dare svariati benefici nel lungo periodo”.

La sessione di dibattito si è cosi conclusa, con uno scrosciante batti mano degli astanti e la consapevolezza che la Campania e l’Italia tutta si gioca una partita decisiva tra declino e ripresa nel 2015, infatti lo slogan Nutrire il pianeta” non è un’etichetta o l’insegna di una vetrina in cui cacciare qualsiasi offerta. Potrebbe diventare un progetto, se avesse una struttura capace di ordinare proposte dando loro una prospettiva, sfida cui noi italiani non possiamo assolutamente sottrarci.

…………………….  …  …………………….

Pica-Martinangelo-Zucchi-Cuomo

Pica-Martinangelo-Zucchi-Cuomo

Convegno PD-Eboli-Pubblico

Convegno PD-Eboli-Pubblico

PD-Convegno-Eboli-Pubblico

PD-Convegno-Eboli-Pubblico

Convegno-PD-Eboli-Pubblico-1

Convegno-PD-Eboli-Pubblico-1

Eboli, 31 marzo 2015

13 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. e speriamo rimangano tali le eccellenze territoriali.

  2. Vorrei ringraziare l’amico Vito Maratea, presidente di cambiamo santa cecilia,che mi é stato di aiuto nelle foto in panoramica.
    pubblico attento e politicademente unico media presente,attento mezzo di informazione sui fatti ebolitani

  3. Cuomo ed il PD,hanno messo Eboli al centro della politica agricola e alimentare,quello che altri hanno tolto,depauperandoci.
    Ricordiamolo il 31 Maggio.

  4. L’AGRICOLTURA CAMPANA DEVE ESSERE VISTA COME IL DIAGRAMMA DISCENDENTE DEGLI ANNI DELLA CONSILIATURA CALDORO, NEANCHE UN DIPARTIMENTO AGRARIO NELLA SECONDA REGIONE PIU’ AGRARIA D’ITALIA, UNA POLITICA CHE HA LASCIATO SOLI GLI OPERATORI IN UNA TERRA RICCA DI ECCELLENZA!
    QUANTO PIL ABBIAMO PERSO PER COLPA DEL CENTRO DESTRA?
    VOGLIAMO FARE IL BIS?

  5. L’itituto agrario di eboli g. fortunato, è uno dei migliori in tutta la nazione, una fucina di talenti e di professionisti, il pd si faccia carico di valorizzarli insieme all’intero comparto.
    napoli targata destra ha abbandonato la piana del sele anche nel settore agro alimentare, numeri catastrofici, se non fosse stato per la capacità degli imprenditori ad oggi avremmo avuto un deserto di terre incolte!

  6. Sì è parlato di tutto, tranne che della quarta gamma, tra ovvietà e scimmiottamenti Paterni.
    Insomma non si è detto nulla ma lo si è detto così bene che tutti ne sono rimasti convinti.

  7. La grande bufala é stata una delusione si cambi formula e organizzatori,ci sarà un perché delle assenze da parte di aziende bufaline,ridotta a tre stand!
    Più la paranza che la sostanza.

    • la manifestazione dei prodotti caseari è stata davvero al ribasso, si era partiti bene, ma di anno in anno scende giù, viene da chiedersi il perchè, il percome, di tutto questo calare di aziende presenti, forse la crisi avrà dato una mano, ma ritengo che il management non si all’altezza dell’evento.
      invece il convegno pd è stato interessanta, ma naturalmente politico e meno tecnico!

  8. Come al solito ad Eboli si parla a spiovere. A Pianeta Bufala c’erano i principali produttori della zona (da Barlotti a Vannulo) e c’è stata una buona partecipazione. Si è voluta dare una tematica (oltre di mozzarella si parlava di dolci pasquali) e sono intervenuti i migliori chef italiani del settore. Forse voi preferite la sagra della mortadella a piange e puparuoli

  9. Dreamer tu vivi nel pianeta di Orfeo continua cosi e non spaventarti troppo al prox risveglio:
    se non fosse stato x qualche trafiletto di giornale o internet sarebbe stata snobbata urbi et orbi

  10. la bufala della Grande bufala. Appost.
    Eboli festante e giuliva,la grande bufala tradiva,ma ci facciano il piacere,le cose o si fanno bene o é meglio non farle,risparmiateci la retorica di accattonaggio.

  11. XDREAMER,SCUSAMI SENZA MALIZIA, MA TU CI CREDI VERAENTE ALLE STUPIDAGGINI CHE DICI? O è SOLO UN MODO PER FARE IL BASTIAN CONTRARIO?
    AD EBOLI E’ PASSATA QUASI IN SECONDO PIANO LA GRANDE BUFALA E LE BUFALE, E SE SE NE SONO ACCORTI ERA SOLO PERCHE’ DOVEVANO PASSARE PER LA PIAZZA, PENSA FUORI!!!
    ALTRO CHE FIERA DOVE SI STIPULANO I CONTRATTI SE NO LO SAI, SOLO CHICCHIERE ED ASSAGGINI COME UN MERCATINO RIONALE!

  12. PIANETA BUFALA …

    LA GRANDE BUFALA …

    IL MEDIO VITELLO …

    LA PICCOLA PECORA …

    IL MINUSCOLO AGNELLO …

    la prossima volta la fiera verrà organizzata in una cabina telefonica!!!

    Ad Eboli è sempre così. Non c’è mai continuità in nulla.
    Incombe una maledizione che non riusciamo a debellare.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente