Eboli, presentazione film: “Andrea Doria: I Passeggeri sono in Salvo?”

25 maggio, ore 11.00, MOA, Eboli, presentazione del film: “Andrea Doria: I Passeggeri sono in Salvo?” di Luca Guardabascio.

La conferenza stampa è l’occasione per far conoscere meglio la storia del cinema ma anche il lancio del corso in 12 lezioni riconosciuto da Sophis (ente di formazione professionale) che si svolgerà presso il Moa a partire dal 4 giugno, dal titolo “La Storia d’Italia attraverso il cinema italiano”.

Andrea Doria-Film-Luca Guardabascio

Andrea Doria-Film-Luca Guardabascio

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – IL 25 maggio alle ore 11 presso il Moa di Eboli (Piazza Sant’Antonio, 5, 84025 Eboli SA) si terrà una conferenza stampa per presentare il promo del film di Luca Guardabascio sulla tragedia dell’Andrea Doria.

Andrea Doria: I passeggeri sono in salvo?“, questo il titolo del film verrà presentato in un evento speciale al Museo del mare di Genova il 25 luglio in occasione dei 60 anni dall’affondamento. Il film vanta numerose testimonianze dei sopravvissuti, da annoverare quella al compositore di Elvis Presley, Mike Stoller. Tra gli intervistati tantissimi personaggi noti come lo scrittore Valerio Massimo Manfredi, l’attore e produttore Don Most (il Ralph Malph di Happy Days), i giornalisti Fabio Pozzo e Maurizio Eliseo, l’esperto d’arte salernitano Claudio Caserta, il comandante Guido Badano (3° ufficiale sul transatlantico italiano al momento della tragedia) e l’esperto navale dottor Taroni .

Andrea Doria

Andrea Doria

Il cast internazionale è guidato da Fabio Mazzari (l’Alfio Gherardi di Vivere) che fa rivivere con grande passione, la tragica parabola esistenziale del Capitano Piero Calamai, Lucia Bendia (Un posto Al sole), Giordano Petri (Distretto di Polizia e Rosso San Valentino), la cantante americana Eva Evola, l’ingegnere italo americano Giuliano Zuccato (uno degli ideatori della Ford Mustang), la giornalista e scrittrice americana Elizabeth Atkins, oltre ai cammeo degli attori salernitani Kevin Capece e Carla Russo. Una troupe tecnica scelta tutta tra la piana del Sele come il direttore della fotografia Vito Del Plato e l’aiuto regia Gerardina Busillo. Costumi e scenografie di Angela Iannarella e Sergio Guardabascio, alla macchina da presa Alfonso Della Rocca con la consulenza tecnica di Antonio D’Ambrosio. Al montaggio Alessio Rivellino, tecnico del Suono Ivano Zanchi.

Alla colonna sonora il leggendario Mike Stoller, l’olandese Frank Affolter e l’italo americano Nick Canzano; foto di scena e marketing a cura del pluripremiato fotografo Richard Haskin.

Il film racconta una pagina mai dimenticata della nostra emigrazione avvenuta tra la notte del 25 e 26 luglio 1956. Girato tra Genova, gli Stati Uniti (in special modo a Detroit) e il Canavese (Pranzalito e San Martino) dove la popolazione locale, dalle istituzioni ai singoli cittadini, si è messa a disposizione per realizzare un vero miracolo cinematografico facendo rivivere con dispendio di mezzi ed energie, la storia della partenza della piccola Piera con i suoi nonni: Pietro e Domenica.

L’opera rappresenta un caso unico nel suo genere in quanto scritto e prodotto da una sopravvissuta, l’autrice Pierette Domenica Simpson che aveva 9 anni al momento della tragedia. Realizzata in cooperazione con la Fondazione Ansaldo, è stata supportata dal MUMA di Genova esempio unico di museo dedicato al mare e all’emigrazione.

Il docu-film della durata di 82 minuti, racconta del più grande salvataggio in mare della storia e cercherà di fare chiarezza, una volta per tutte, sul grande sacrificio dell’equipaggio italiano e del capitano Piero Calamai, un eroe costretto a pagare per interessi privati, economici, politici.

Sinossi:
Pierette, sopravvissuta alla catastrofica collisione tra l’Andrea Doria e la Stockholm insieme ai suoi nonni, vuole vendicare il Capitano dell’Andrea Doria Piero Calamai e il suo equipaggio accusati ingiustamente del disastro avvenuto 60 anni prima. La donna, residente a Detroit, torna per la prima volta nella sua amata comunità italiana con una missione: raccontare la sconvolgente verità sul più grande salvataggio in mare della storia avvenuto 60 anni fa, nella notte tra il 25 e il 26 luglio 1956.

Storia del Cinema-Corso in 12 lezioni

Storia del Cinema-Corso in 12 lezioni

La conferenza stampa sarà anche un’occasione per far conoscere meglio la nostra storia con il lancio del corso in 12 lezioni riconosciuto da Sophis (ente di formazione professionale) che si svolgerà presso il Moa a partire dal 4 giugno, dal titolo “La Storia d’Italia attraverso il cinema italiano“.

Il corso vedrà, tra gli eventi di massima rilevanza la prima proiezione pubblica del film sull’Andrea Doria il 17 settembre alle ora 18.20 alla presenza del regista Guardabascio e dell’attore Fabio Mazzari.

Successivamente il film verrà presentato a Detroit prima di entrare in un circuito cinematografico e televisivo. Evento in collaborazione con il Cinema Duel di Pontecagnano. I partecipanti al corso “La storia d’Italia attraverso il cinema Italiano” riceveranno diverse card omaggio. Ogni card è valida per uno spettacolo gratuito!

Ospiti in sala il giorno della conferenza il regista Luca Guardabascio, il prof. Giuseppe Fresolone, il direttore del Moa Luigi Nobile, il giornalista Luigi Barone. Logistica e informazioni Giovanna Barone. Supporto tecnico e supervisione filmati Edmondo Ferrara.

…………….  …  …………….

Luca Guardabascio-Pietre sull'Oceano 1

Luca Guardabascio-Pietre sull’Oceano 1

Per saperne di più sull’argomento consultare libri:
Segue allegato sul corso:

La storia d’Italia attraverso il cinema italiano
Corso riconosciuto da Sophis (ente di formazione professionale)

12 lezioni in 12 film con eventi Speciali in anteprima:

23 giugno 2016 ore 18.20 presentazione del documentario (51 minuti) sulla comunità fondata da Don Franco Monterubbianesi nel 1966 per la regia di Luca Guardabascio
“Capodarco e i giovani: Prima del Futuro”

17 Settembre ore 18.20 proiezione del docu film (81 minuti) sul più grande salvataggio in mare della Storia, scritto e prodotto dalla sopravvissuta Pierette Domenica Simpson, alla presenza del regista Luca Guardabascio e dell’attore Fabio Mazzari, protagonista della pellicola.
“Andrea Doria: Are the passengers saved?”

Tutti gli eventi e le lezioni si svolgeranno presso Museo Operazione Avalanche Piazza Sant’Antonio 5, Eboli SA

Il corso in dettaglio. Il corso La Storia d’Italia attraverso il Cinema Italiano, si propone di studiare e delineare una particolare Storia d’Italia attraverso la descrizione, l’analisi, lo studio di circa 100 film scelti tra la migliore cinematografia italiana prodotta tra il 1896 e il 2016.

Inoltre il corso offrirà due anteprime nazionali e diverse serate culturali:

Il 23 giugno alle ore 18.30 avrà luogo La proezione del documentario “Capodarco e i giovani: Prima del futuro”, primo film che racconta l’avventura della comunità creata da Don Franco Monterubbianesi nel 1966 e dei suoi ragazzi. La comunità è oggi la più grande azienda sociale d’Italia, esempio di integrazione sociale tramite l’agricoltura.
Il 17 settembre alle ore 18.20 ci sarà la presentazione esclusiva del film in anteprima nazionale: “Andrea Doria: Are the passengers saved?”, a cui parteciperanno non solo il regista ed insegnate del corso in oggetto Luca Guardabascio, l’attore Fabio Mazzari (interprete del Capitano Piero Calamai nella Pellicola); da Detroit sarà in contatto via skype l’autrice e sopravvissuta alla tragedia Pierette Domenica Simpson, produttrice del film che avrà una distribuzione internazionale al cinema e in tv.

Il 29 settembre (orario da definire), per la consegna dei diplomi ci saranno personalità illustri del mondo della cultura e dello spettacolo.

Arricchiranno il corso proiezioni, incontri ed eventi eno-gastronomici e musicali come quello del 18 giugno giugno organizzato dal Mo’art: “Jazz & Wine

I film analizzati durante il corso sono opere dal grande appeal mediatico, dal sicuro intrattenimento e dalla facile comprensione. Durante le lezioni verranno mostrati i film che maggiormente hanno raccontato l’Italia e gli italiani attraverso 150 anni di storia, grandi avvenimenti, tragedie, vittorie, gioie, sofferenze e redenzione, oltre gli stereotipi in cui spesso il “sapere” mondiale ci ha relegati.

Il corso, già presentato in alcune università internazionali, ha suscitato un grande interesse verso le dinamiche che rendono gli italiani un popolo unico e “cinematograficamente” raro.

Il corso coprirà un periodo storico che parte dall’Unità d’Italia ed arriva sino ai giorni nostri. Analizzeremo vizi, virtù, miti e riti degli Italiani e come questi sono stati raccontati dai grandi interpreti della nostra cinematografia in un percorso ludico, ironico ed emozionale interpretato da attori conosciuti e apprezzati da tutti. La tragicommedia, infatti, sarà il motore portante delle nostre lezioni per scoprire quanto il cinema ha saputo raccontare l’Italia attraverso gli Italiani.

Eboli, 23 maggio 2016

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente