Integrazione P.O. Eboli-Battipaglia. Tra favorevoli e contrari

Integrazione Funzionale P.O. Eboli-Battipaglia. Pareri contrastanti sulla partenza del Piano. FISI Sanità: “Ennesima pagina di vergogna“. Il Sindaco Cariello: “Manteniamo tutti i PL, riapre la cucina e si attiva un PS pediatrico!

Parte “l’integrazione funzionale” degli Ospedali Eboli-Battipaglia. Il DG ASL Sa Giordano applica il Piano Aziendale, ma i conti non tornano: mancano all’appello i Posti letto che spettano ai P.O. della Valle del Sele. Una “dimenticanza” o una “volontà”? La Sanità Campana risparmia solo nella Valle del Sele? A chi vanno quei posti letto? Alle strutture private per le quali De Luca ha chiesto i voti?

Ospedale-Battipaglia-Eboli-Cariello-Scotillo

Ospedale-Battipaglia-Eboli-Cariello-Scotillo

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI/BATTIPAGLIA – Con delibera 182 del 28 febbraio 2017 della ASL di Salerno sotto la Direzione del dott. Antonio Giordano – si legge nella nota di FISI/FIALS – si consuma uno degli ultimi atti di applicazione nella ASL di Salerno del Piano Ospedaliero campano. Nell’atto della ASL si parla di integrazione funzionale tra i plessi di Eboli e Battipaglia uniti in una sorta di DEA, esigenza questa dettata dalla densità della popolazione e dalla necessità di assicurare un più ampio intervento. – nella nota della FISI a firma del suo responsabile Scotillo – Si rimarca pure che, pur procedendo ad una integrazione funzionale, viene mantenuta l’identità dei due plessi. La visione sanitaria dettata da questa delibera, però, si scontra per l’ennesima volta su conteggi di posti letto e livelli di complessità ospedaliera non in linea con le regole dettate dal D.M. 70/2015 e che mortificano il territorio della Valle del Sele.

Rolando Scotillo

Rolando Scotillo

Infatti – si prosegue – agli ambiti sociali S03 (Battipaglia e dintorni 150.000 abitanti) e S04 (Eboli e dintorni 102.000 abitanti) toccherebbero un DEA di Primo livello ed un Presidio di Base sede di pronto soccorso e quindi nessun regalo viene fatto a questo territorio a cui vengono riconosciuti due plessi “ibridi” a forte carenza di posti letto per acuti. Infatti i posti letto per acuti previsti dovevano essere ben 743 rispetto ai 166 di Eboli e 138 per Battipaglia, e, pur volendo aggiungere i posti letto di Oliveto Citra (92) arriviamo ad appena a 396 posti letto riconosciuti per delibera ASL n 182/2017.

“Questi signori credono che abbiamo ancora l’anello al naso – dichiara Rolando Scotillo responsabile della FISI/FIALS – ci vogliono far credere che ci fanno un favore, nel mentre stanno massacrando il nostro territorio ed il dottore Giordano è solo l’esecutore pedissequo di una sentenza già emessa. In questi giorni, probabilmente in settimana prossima, verrà depositato l’ennesima impugnativa all’ennesima approvazione degli atti a valle del Decreto n 33 (Piano Ospedaliero) e che applicano lo stesso: la Regione ed i Commissari ci hanno costretto ad impugnare, finora, 5 atti di applicazione ed hanno tentato di giocare come il gatto con il topo, ma non demorderemo e chiederemo la sospensiva di tutti gli atti per difendere un diritto negato a tutti i cittadini della Valle del Sele.

Ospedale Battipaglia-Eboli-2

Ospedale Battipaglia-Eboli-2

In questo ultimo atto scellerato – conclude Rolando Scotillo responsabile FISI/FIALS – non poteva mancare una ultima pagina di vergogna in cui vengono previsti pure i regali per gli amici, dopo aver preparato il terreno, e dopo che la cosa era oramai di pubblico dominio, vengono unificate le Direzioni di Presidio di Eboli e Battipaglia ed indovinate un po’ chi dirigerà i due plessi? Ma naturalmente la Direzione del Presidio di Eboli… ma guarda caso! a voi ogni commento.

Rispetto all’unificazione funzionale delle Direzioni Sanitarie e Amministrative e alla riorganizzazione degli ospedali di Eboli e Battipaglia, e alla decisione assunta nelle ultime ore dal Direttore Generale della Asl Salerno Antonio Giordano, che ha indicato la Direzione Sanitaria dei due ospedali presso il nosocomio di Eboli, mentre la Direzione Amministrativa unica è stata individuata presso l’ospedale di Battipaglia, il  Cariello a differenza della FISI/Fsial è soddisfatto e ha dichiarato: “Manteniamo tutti i posti letto, riapre la cucina e si attiva un pronto soccorso pediatrico! – e aggiunge – Sostanzialmente si tratta delle stesse indicazioni che erano giunte, sotto forma di richiesta, da parte dei vertici comunali di Eboli, che oggi esprimono viva soddisfazione.

massimo cariello

massimo cariello

“Siamo soddisfatti per il provvedimento assunto dal direttore generale – ha commentato il sindaco di Eboli, Massimo CarielloAntonio Giordano ha assunto un provvedimento che cittadini ed operatori attendevano da tempo, perché razionalizza la presenza dei due ospedali, riduce i costi ed evita lungaggini, concentrando le due direzioni! – Cariello non è soddisfatto solo dell’unificazione funzionale tra i due plessi che, seppure siano di riferimento per una vasta area e per circa 250mila cittadini, in realtà sorgono a pochissimi chilometri l’uno dall’altro. – Leggo dal provvedimento che Eboli mantiene tutti i suoi 166 posti letto, anche questo è un importante riconoscimento che incassa l’Ospedale Maria Santissima Addolorata e fa ben sperare per il futuro, anche in termini di investimenti, oltre che di efficienza nell’assistenza sanitaria.”

Infine, il sindaco di Eboli rivolge il suo apprezzamento per il lavoro messo in campo dalla direzione generale della Asl Salerno. “Il direttore Giordano è stato di parola – ricorda il primo cittadino di Eboli – quando aveva promesso ad operatori, amministratori e cittadini il suo intervento per ottimizzare l’assistenza e le prestazioni ospedaliere. La riorganizzazione degli ospedali, insieme con il mantenimento di tutti i posti letto ed i fondi regionali già definiti nelle scorse ore dicono che cè un’attenzione per la sanità e per l’attività degli ospedali in tutta la valle del Sele. Non a caso siamo alla vigilia della riapertura della cucina presso lospedale di Eboli, anche in questo caso con un impegno mantenuto da parte del direttore Giordano. Lo stesso atto deliberativo, poi, – conclude il Primo Cittadino di Eboli – richiama l’apertura del pronto soccorso pediatrico ad Eboli, altro obiettivo raggiunto. L’attenzione per la sanità emerge anche dalle decisioni della Regione, che recentemente ha stanziato fondi per la ristrutturazione degli ospedali, a cominciare da quello di Eboli!”

antonio-giordano-2

antonio-giordano-2

Insomma in una sistematica programmazione al ribasso che poco o niente ha a che fare con l’attuale Direzione Generale dell’ASL Salerno, saranno unificate le direzioni: Quella sanitaria di Eboli coprirà anche quella di Battipaglia; al contrario la direzione amministrativa di Battipaglia coprirà quella di Eboli. Così come, mentre il presidio di Battipaglia assume ruolo di PST nella rete Trauma, e avrà potenziato il punto nascita, è spoke nella rete pediatrica e sarà programmato il Servizio di cardiologia; Il P.O. di Eboli è hub di primo livello nella rete cardiologica, PST nella rete Trauma; è programmato un servizio pneumologico. E ancora sono programmate:  una Unità operativa di Medicina generale a Battipaglia e una Unità operative chirurgiche a Eboli.

Per buona pace di tutti si è fatta una specie di operazione “fifti-fifti”, ma sempre dopo che si è lavorato in tutti questi anni al ribasso, con i continui ridimensionamenti e le continue negazioni di personale, oltre che degli accorpamenti, delle chiusure e dei trasferimenti di raparti, oltre che i vari tentativi di sopprimere talune specialistiche. Comunque, che Dio li abbia in gloria, già è una cosa che i due plessi non vengano chiusi, sperando che in seguito si riesca ad ottenere il numero giusto dei posti letto che spettano agli Ospedali di Eboli e di Battipaglia. Tuttavia, la cosa sorprendente è che rispetto all’avvio dell’attuazione del Piano Ospedaliero, almeno di quelli che riguardano la Valle del Sele è che c’è chi come Scotillo con il suo Sindacato è critico, e chi come il Sindaco di Eboli è favorevole ed esulta ritenendo, e noi lo scopriamo con piacere che come egli stesso ha dichiarato “si tratta delle stesse indicazioni che erano giunte, sotto forma di richiesta, da parte dei vertici comunali di Eboli.” Ovviamente mettendo una pietra tombale su tutte le cose che oggi fanno esultare qualcuno, perchè sono state mantenute (sic) delle promesse, e non volendo ricordare l’immotivato trasferimento dei reparti da Eboli a Battipaglia per realizzare il così detto “Punto nascite“, nonchè il mancato trasferimento di cardiologia da Battipaglia a Eboli come si era convenuto, il drastico ridimesionamento apportato ai Posti Letto scesi appunto a 166, di gran lunga inferiori a quelli che il Piano Nazionale prevede rispetto agli abitanti, va tutto bene, va proprio tutto bene in barba ai denigratori. Intanto noi aspetteremo che qualcuno ci spieghi a chi andranno e dove quei posti letto sottratti al “bacino sanitario” dell’Ospedale di Eboli. Non seguiranno mica quelle indicazioni per le quali il Governatore Vincenzo De Luca in quella riunione dei 300 tra Sindaci e Amministratori ha indicato e dai quali spronava a chiedere i voti?

Eboli/Battipaglia, 3 marzo 2017

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. quel sindacalista mi sembra più un politico che a difendere i lavoratori.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente