Centro Polifunzionale di Eboli: Il M5 Stelle all’attacco dell’Amministrazione

Centro Polifunzionale e Caso ISES al centro di polemiche. Il Meetup M5S incriminato attacca a testa bassa Sindaco e Amministrazione.

“Caro Cariello, chi è che deve controllare gli atti?” Arringano il Sindaco di Eboli i grillini querelati dall’ISES forti della Presentazione dell’Interrogazione del Consigliere Regionale Cammarano, ritenuto in più circostanze distante al gruppo del Meetup M5S. E’ la partita si complica.

Centro Polifunzionale-Meetup M5S ebolitani

Centro Polifunzionale-Meetup M5S ebolitani

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – «Caro Sindaco Cariello: Chi è che deve controllare gli atti? – É così che i componenti del Meetup del M5S di Eboli (l’altro), Marianna Ingenito, Cosimo Adelizzi, Arturo Forlano, Gianluca Figliolia, Luigi D’Arco, Luca Carbone, Rosario Cicalese, Emilio Di Biase, Michele Masiello, aumentati in numeri, rivolgendo la domanda al Sindaco di Eboli Massimo Cariello, forti di una interrogazione regionale presentata dal Consigliere a Palazzo Santa Lucia di Napoli Michele CammaranoSi aggiunge un importante passaggio a sostegno della nostra battaglia per la legalità e la trasparenza.

Infatti – aggiungono uno dei gruppi del M5S di Eboli – mercoledì 19 aprile, come da richiesta annunciata nel comunicato stampa datato 8 aprile, è stata presentata su nostra proposta dal Consigliere Regionale Michele Cammarano un’interrogazione a risposta scritta indirizzata al Presidente e all’Assessore ai fondi europei della Regione Campania.

Massimo Cariello

Massimo Cariello

Nello stesso giorno il Sindaco, – ricorda il gruppo stellato ebolitano – come riportato da alcune testate, affermava quanto segue: a chi ci accusa di ombre varie, controllassero gli atti. Ebbene a quanto pare, leggendo l’interrogazione allegata, sembrerebbe che li abbiamo letti bene gli atti, Noi. Sembrerebbe infatti che si stia facendo un difforme utilizzo della struttura “Centro Polifunzionale SS. Cosma e Damiano” o “Casa del Pellegrino“, e ciò comporterebbe tra le altre cose la restituzione da parte del Comune (e quindi di noi cittadini ebolitani tutti) dei quasi 6 milioni di euro di finanziamenti pubblici ricevuti.

Sia ben chiara una cosa – aggiungono i grillini: – Noi non vogliamo che Eboli sia costretta a restituire questi fondi e siamo fieri di aver fatto luce su questa vicenda, in tempi probabilmente utili a porre rimedio all’eventuale errore che potrà essere accertato.

Chiediamo quindi all’Amministrazione Comunale di verificare tempestivamente tutti gli scenari possibili, e di scongiurare le catastrofiche conseguenze che ne potrebbero derivare. – probabilmente rivolgendosi all’altro “Meetup” o al gruppo “Amici di Beppe Grillo” di Eboli – Ognuno si assumerà le proprie responsabilità, e non siamo di certo noi a dover temere.

Michele Cammarano 1

Michele Cammarano 1

Perché – precisano i 5 Stelle ipotizando un aggravio economico per le casse del comune e quindi alla ricaduta sui cittadini ebolitani – qualora, come probabile, questa questione fosse saltata fuori a tempo scaduto, in caso di accertamento di irregolarità nulla si sarebbe potuto fare e gli unici a pagare sarebbero stati i cittadini ebolitani.

Inoltre – proseguono invitando il Sindaco ad abbandonare questa strada e trovare soluzioni diverse per il Nuovo Centro ISESil Sindaco si occupi immediatamente anche di un’altra questione che a noi sta molto a cuore, ovvero cominci a valutare soluzioni alternative per tutelare gli assistiti e i lavoratori della cooperativa che attualmente occupa la struttura, sempre nel pieno rispetto delle leggi ovviamente.

Attenderemo quindi le risposte della Giunta Regionale, – continuano i 5 Stelle “incriminati”, specificando, tra l’altro, anche la posizione del Consigliere Regionale Cammarano, al quale in più di una circostanza pubblica gli si era attribuito una presa di distanza ed un suo sconfessamento del Meetup e dei firmatari querelati dal Presidente del Nuovo Ises Tullio Gaetanel frattempo ringraziamo il nostro portavoce Michele Cammarano e i collaboratori che hanno lavorato a questa interrogazione, e chiediamo cortesemente un’immediata rettifica a tutti quelli che nelle ultime ore hanno sostenuto affermazioni sulla presa di distanza del Consigliere Cammarano da questa vicenda e dalle nostre richieste. L’interrogazione allegata dimostra che non si è dissociato e che non “ci ha sfiduciati“, anzi.

Perché dovrebbe dissociarsi da chi chiede trasparenza in merito a una spesa di milioni di euro di soldi pubblici e riceve in cambio querele? – aggiungono e concludono il loro comunicato stampa Marianna Ingenito, Cosimo Adelizzi, Arturo Forlano, Gianluca Figliolia, Luigi D’Arco, Luca Carbone, Rosario Cicalese, Emilio Di Biase, Michele Masiello, che cè da scommettere aprirà ben altre discussioni e sia all’interno dello stesso Movimento 5 Stelle, che all’interno delle Istituzioni e dei Partiti, aggiungendo al tavolo politico locale, quello Regionale ed Europeo, e purtroppo tutto questo non aiuta il tentativo che la Nuova Ises sta compiendo per ottenere l’accreditamento, e ovviamente sia l’ASL Salerno che per anni ha chiuso gli occhi e la stessa Regione la scusa cercano per allontanare quelle che sono state responsabilità e colpe gravi che hanno attraversato le varie Gestioni – Non a caso rappresenta il Movimento 5 Stelle in Regione Campania, e ne siamo fieri.

…………………….  …  ………………………

Int-Cammarano-Centro-1

Int-Cammarano-Centro-1

Int-Cammarano-Centro-2

Int-Cammarano-Centro-2

Eboli, 21 aprile 2017

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Salve voglio chiedere a questi attivisti M5 la cui sbandierata bandiera di pendere verso gli oppressi,i lavoratori,gli ultimi,dove tutte le amministrazioni nazionali e locali hanno fatto solo incetta di voti promettendo mare e monti,e portando la nostra amata Italia al declino piu’totale .Questo e’quello che affermano .Non voglio divagare ,ma chiedo a questi signori che la parola temporaneita’sappiano cosa significhi,come pure emergenza perche’tal’e’,e io da lavoratore dell’ISES da quasi tre decenni ,oppresso dalle varie amministrazioni della cooperativa,comunale,sanita’locale e regionale e via dicendo,senza stipendi da ormai aver perso il conto ,senza anni di contributi,senza la prospettiva di un futuro certo,spogliato da ogni dignita’.E’facile commentare quando non ci si vive dentro.Abbiamo sempre lavorato con la massima professionalita’,nonostante le critiche dei non addetti ai lavori,altrimenti Centri come il Gaslini di Genova,per citarni alcuni, non ci avrebbero per niente preso in considerazione.NOI il lavoro lo abbiamo fatto sempre in silenzio ,non abbiamo avuto bisogno di clamore mediatico,i risultati hanno sempre contato,il Paziente e’e sara’sempre al centro delle ns estreme attenzioni ,lavorando col cuore,nonstante siamo stati traditi da taluni personaggi che ad Eboli tutti conoscono,e spero che la magistratura faccia il suo corso nel renderci giustizia a cui noi fermamente crediamo.Sfido quelle persone che hanno potuto protestare al proprio datore di lavoro senza conseguenze nel ns terrritorio !!!Chiedo perche’mai questo accanimento ?Dopo la truffa la beffa.Eboli,la nostra amata EBOLI dov’e’!Solo pochi coraggiosi il sindaco Cariello e la sua Giunta che stanno lottando contro questo POTENTATO ,lo si e’capito che il problema e’solo politico e NOI POVERI CRISTI ci troviamo in mezzo .L’esasperazione e’tale che ci portino a gesti estremi ,anche se la razionalita’nostra prevale grazie alla ns professionalita’,ma non so fino a che punto.

  2. Signor Cosimo Adelizzi voglio rispondere anch’io al suo post si FB oltre al Sindaco.
    Sono una lavoratrice dell’ISES che da due anni circa assiste i nostri ospiti senza percepire retribuzioni e sono in attesa che la mia vita mi porti un po’ di serenità. Ma giustamente Lei cosa ne sa di difficoltà visto che viaggia in Mercedes ultimo modello ed è figlio di imprenditori. Facile parlare con la pancia piena e fare i grillini per hobby. Mi creda io ed altre colleghe abbiamo sempre apprezzato il Movimento 5 Stelle di Grillo ma dopo la vostra uscita inopportuna contro noi lavoratori e ragazzi disabili penso che non meritate il nostro consenso.
    E poi ma come vi permettete di attaccare noi con un comunicato dove tra i vostri firmatari vi è una persona che è in un grande conflitto di interesse, lo sanno da Eboli a Battipaglia e dall’Ises a Betlem, chieda e si informi.
    Non rappresentate più il vostro motto “nessuno deve restare indietro” perché avete dimostrato di essere peggiori degli altri.
    Buonasera

  3. Ho atteso qualche giorno, sperando di poter leggere qualche risposta dei buccinatori pentastellati alle sacrosante e tristi verità rappresentate da due lavoratori (senza stipendio e giustamente incazzati). A costoro, dopo tanto clamore condito da inni alla legalità, qualcosa andava pur spiegato. Per costoro, massimo rispetto.Invece, tutti assenti. Certo, la realtà è un’altra cosa rispetto alle visioni politiche ultraterrene espresse in questi giorni da vari rappresentanti del movimento grillino. Vari ma non tanti, per fortuna.
    Anche le Autorità sono assenti, presi dal caso Soget, suppongo. Ma è un’assenza che pesa perché non smentisce le illazioni e non rassicura i lavoratori, i degenti, e le famiglie degli uni e degli altri. Vedremo.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente