La Sindaca di Battipaglia: Ora basta con la puzza

«Ora basta, scenderemo in piazza per protestare». E la Sindaca Francese preannuncia una protesta di piazza.

Meno manifestazioni con Procuratori della Repubblica vari e piú attenzione per per il territorio, l’ambiente, la sicurezza e forse riusciremmo anche a venire a capo di tutta questa puzza.

CECILIA-FRANCESE1

CECILIA-FRANCESE1

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Ci risiamo. Non piove e la puzza è sempre piú forte, insopportabile, e non resta altro per la Sindaca di Battipaglia di passare alla protesta. La protesta? E contro chi? Innanzitutto nei confronti della burocrazia che con i suoi rimpalli rende una situazione esasperante.

«Ora basta, scenderemo in piazza per protestare». Così la sindaca di Battipaglia Cecilia Francese annuncia clamorose azioni di protesta dopo i rimpalli di competenze degli enti interessati al rispetto delle regole da parte dei gestori degli impianti che trattano i rifiuti.

E come non darle torto, specie per la situazione che ha ereditato rispetto a tutti gli impianti privati che ci sono in Città e che trattano i Rifiuti, sperando svolgano tutte le procedure da protocollo. Ma purtroppo è difficile vada tutto per il verso giusto e così non piú tardi di una quindicina di giorni fa si incendiarono rifiuti in uno di questi impianti privati e la Città piombó sotto il fumo e le fiamme. Nei giorni scorsi è toccato all’impianto di Compostaggio e oggi, e…. domani. Insomma non ce la facciamo piú e evidentemente nemmeno Cecilia Francese non ce la fa piú rispetto a questi fatti che ci consegnano solo a noi i problemi, mentre per altri è un Business. La questione dei rifiuti, per chi se ne fosse dimenticato, è un Business sul quale oltre a semplici imprenditori, si buttano anche affaristi senza scrupoli e la Camorra. E tanto per ricordarlo a qualche smemorato l’affare della munnezza insieme all’altro business dei migranti stanno mettendo in ginocchio la nostra Piana del Sele e piú in generale il Paese. Forse noi vorremmo meno cerimonie ufficiali con Procuratori della Repubblica vari e piú attenzione per il territorio, l’ambiente, la sicurezza.

«Basta con questa burocrazia – afferma ancora la sindaca -. Non è possibile continuare oltre a sopportare questo odore nauseabondo che invade la nostra città. Da questi passaggi ufficiali abbiamo ottenuto, nonostante le sollecitazioni, soltanto rinvii di competenze e ritardi inaccettabili. Siamo lieti della disponibilità, ma i nostri tempi devono essere più celeri rispetto alla burocrazia, per evitare i disagi per i nostri cittadini. Dal canto nostro abbiamo fatto tutto ciò che era possibile. Abbiamo avviato i controlli con la Polizia Municipale, con il Settore Ambiente del Comune, abbiamo presentato una denuncia alla Procura ed ai Carabinieri del Noe, abbiamo attivato l’Arpac, abbiamo coinvolto ENEA ed ISAC-CNR. Adesso basta, se non si interviene promuoveremo una manifestazione di protesta di tutta la città contro la burocrazia lenta e farraginosa. Chiediamo l’intervento dei Carabinieri del Noe, della Prefettura, dell’Arpac ognuno per la propria competenza che siano individuati e puniti i responsabili di questi veri e propri oltraggi consumati a danno dell’ambiente della nostra città».

Battipaglia, 1 agosto 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente