Eboli: Allestita spiaggia libera attrezzata per le disabilità

Da oggi allestita una spiaggia accessibile a tutti e gratuita, con presidio medico e attrezzature per le disabilità. “A Eboli nessuno è escluso“.

15 postazioni fisse di ombrelloni con due sedie ciascuno, oltre alle job sedie per il servizio ai disabili. Favorevole al Progetto anche il Disability manager di Eboli Di Benedetto. Il Sindaco Cariello: «Il nostro è un progetto ambizioso, destinato a crescere e che ha già incassato riscontri favorevoli». L’Assessore Lenza: «Abbiamo pensato di offrire un servizio sia ai diversamente abili, che agli accompagnatori».

EBOLI SPIAGGIA DISABILI

EBOLI SPIAGGIA DISABILI

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – “A Eboli nessuno è escluso“, questo è il messaggio che l’Amministrazione vuole far passare e ci tiene che passi, nel momento in cui ha realizzato una Spiaggia libera attrezzata per le disabilità ma anche per tutti coloro che ne vorranno usufruire, tanto per cominciare, con sedie e 15 ombrelloni sull’arenile della Marina di Eboli. Una iniziativa che non puó altro che far piacere e che oggettivamente ci conferma come la sensibilizzazione verso la fornitura di servizi, che non esclude nessuno, sul nostro litorale lungo 8 km che poi si concretizzano in spiagge o aree libere attrezzate e con servizi, sia la migliore risposta possibile per restituire ai cittadini il piacere di farsi un bagno senza spendere soldi su quelle che sono le loro spiagge.

Spiaggia accessibile a tutti ed in forma assolutamente gratuita. – si legge nel comunicato dell’Amministrazione comunale – Da oggi in località Marina di Eboli è stata allestita la nuova spiaggia accessibile gratuitamente a tutti i cittadini, con pedane in legno usufruibili con praticità. Il progetto ha trovato il riscontro favorevole da parte di varie associazioni e ha incassato anche il via libera del Disability Manager della Città di Eboli, Generoso di Benedetto.

Massimo Cariello-Lazzaro Lenza

Massimo Cariello-Lazzaro Lenza

Realizzata dalla società Security Point, la nuova spiaggia accessibile rientra in una serie di migliorie fortemente volute dall’Amministrazione comunale e relative anche al piano parcheggi lungo la fascia costiera. Unica spiaggia pubblica completamente accessibile, con 15 posti ombrelloni, tutti accessibili con pedana singola ed in forma gratuita. Il servizio è organizzato con assistenza al disabile sulla spiaggia, con job sedie che possono essere utilizzate sia per accompagnare i disabili ai servizi igienici, sia per gli spostamenti sull’arenile. Nelle adiacenze dell’area, inoltre, è stata predisposta la centrale operativa di primo soccorso, con torretta di avvistamento per il nucleo centrale di vigilanza ed allestito anche un gazebo Asl con servizio sanitario, operativo dalla mattina alla sera, con infermieri, un defibrillatore in dotazione e l’ambulanza con i volontari per il primo soccorso.

«Abbiamo pensato di offrire un servizio sia ai diversamente abili, che agli accompagnatori ed il supporto della struttura sanitaria di primo soccorso e di salvamento sta a garanzia e tutela della salute di tutti i frequentatori dell’area», ha spiegato l’assessore comunale alle Politiche Sociali, Lazzaro Lenza. Per tutto il periodo estivo, inoltre, vari momenti di animazione saranno organizzati sulla spiaggia.

«Il nostro è un progetto ambizioso, destinato a crescere e che ha già incassato riscontri favorevoli. Siamo stati già contattati da strutture che si occupano di disabilità e che operano fuori provincia – ha aggiunto il Sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. Ci hanno chiesto di usufruire della nostra spiaggia per qualche giorno, nel segno dell’integrazione e della socializzazione. Ogni nostra azione di governo ha caratteristiche inclusive, guardando ai bisogni di ciascuno e moltiplicando gli sforzi per consentire a tutti una vivibilità piena».

Litoranea-Eboli-Battipaglia-prostitute-in-pieno-giorno

Litoranea-Eboli-Battipaglia-prostitute-in-pieno-giorno

Una iniziativa veramente eccezionale e che andrebbe supportata da altre aree da attrezzare come ha fatto la vicina Battipaglia che di spiagge attrezzate e libere ne ha 8 tre delle quali affidate ad associazioni di volontari. Tuttavia ci premuriamo di sottolineare il disagio che si incontra per raggiungere le nostre spiagge, oltre che l’abbandono a cui ormai siamo abituati a riscontrare ed accettarne la convivenza. Abbandono e degrado che unite alle postazioni delle prostitute che agiscono del tutto indisturbate, offrono uno spettacolo da terzo mondo. Spettacolo che potremmo evitare se solo si potesse presidiare costantemente il nostro territorio e non solamente quando il Questore, il Prefetto e le varie Autorità provinciali preposte alla Sicurezza e l’ordine pubblico competenti, organizzano un’azione interforze una tantum.

Noi vorremmo che tutti i luoghi che riserviamo alle persone disabili e non fossero mete vicine o quanto meno quando piú vicine somiglianti al “Paradiso” ma possibilmente senza che questi passassero per l’inferno.

Eboli, 1 agosto 2017

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Che vergogna…..

    Avete anche il coraggio di pubblicarlo di fare notizia…

    Assessore è meglio che tu ti dimetta il servizio, se si vuole parlare di servizio, doveva partire dal 15 Giugno.

    Senza doccia senza nulla….ma cosa state dicendo ma veramente pensate che gli ebolitani sono completamente andati….

    Vediamo alle prossime elezioni.

  2. @marvel
    Ma perché ti meravigli??ognuno misura le cose con il proprio metro…se loro la doccia non la fanno,perché avrebbero dovuto metterla lì??
    E poi agosto è un ottimo periodo per attrezzare un lido…mica i lidi devono attrezzarsi ad inizio stagione??nooo,alla fine!!non vedi la gente che va a mare ad ottobre e novembre??

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente