“Ho sentito un cattivo odore”: La campagna di Battipaglia contro la puzza

Parte a Battipaglia l’iniziativa Comune-Sense Square per monitorare le puzze. E nasce il “115” della puzza. 

“Ho sentito un cattivo odore”, per l’assessore Vicinanza, ha lo scopo di sensibilizzare i cittadini di Battipaglia a segnalare tempestivamente tutti gli episodi di cattivo odore avvertiti, in modo da poter capire quale sia la fonte e poter, così, attuare una strategia efficace per contrastarlo. Longo FI incalza: “Il sindaco di Eboli continua a fare orecchie da mercante, nonostante le ripetute denunzie fattegli“. 

Centraline rilevamenti odori

Centraline rilevamenti odori

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Ho sentito un cattivo odore” – Si legge in una nota – è l’iniziativa a cura del Comune di Battipaglia, voluta dall’assessore all’ambiente Carolina Vicinanza e dalla Sense Square, la società che si occupa di raccogliere ed elaborare in tempo reale i dati degli inquinanti dalle nove centraline (donate dal Rotary Club al Comune di Battipaglia) che sono dislocate sul territorio di Battipaglia. I cattivi odori – si spiega nella nota – sono una delle questioni ambientali tutt’oggi aperte in quanto la loro caratteristica di “non oggettività” li rende di difficile misura e regolamentazione.

La classe dei composti odorigeni, – si aggiungono ulteriori informazione sui fenomeni odorigeni – comprende diversi composti chimici formati da molecole dotate di gruppi funzionali diversi, aventi comportamenti fisici e chimici differenti, ma caratterizzati da una certa volatilità. Nonostante tali oggettive difficoltà, – si precisa ancora – la popolazione di Battipaglia può essere parte attiva nel monitoraggio della qualità dell’aria della propria città, diventando essa stessa un sensore.

Carolina Vicinanza

Carolina Vicinanza

Ogni volta che viene avvertito un cattivo odore, è possibile segnalarlo compilando l’apposito questionario sulla pagina facebook di Sense Square. Il cittadino può, accedendo al sondaggio “Ho sentito un cattivo odore” e rispondendo a poche semplici domande sull’orario, il luogo e l’intensità del cattivo odore avvertito, segnalare direttamente a Sense Square l’episodio. Successivamente, la società provvederà a confrontare le segnalazioni pervenute con i dati misurati dai sensori per quanto riguarda i composti organici volatili (VOC) misurati, relazionati agli odori rilevati.

Quindi per combattere i miasmi, l’amministrazione invita tutti i cittadini di Battipaglia a segnalare tempestivamente tutti gli episodi di cattivo odore avvertiti, in modo da poter capire quale sia la fonte e poter, così, attuare una strategia efficace per contrastarlo.

Di seguito il link per effettuare le segnalazioni (disponibile anche su pagina facebook di Sense Square srl): 

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScqpL4iv4sBbXbo6gT0zPyD_PDi5Tm36vGzc9VklKzfbfG0eQ/viewform?fbclid=IwAR3ZQOWBtbG0zKrHJDVTifQYMyGJ97O07BKcYx06eeFUO8ILBB9e-rCn2uQ

Un aiuto – a giudizio dell’amministrazione comunale – da parte dei cittadini per gestire una problematica di difficile risoluzione anche per la difficoltà, nonostante le azioni repressive e di controllo messe in campo dall’amministrazione, ad individuare i responsabili attraverso i dati rilevati dalle centraline rispetto alle segnalazioni che riceviamo.

Valerio Longo

Valerio Longo

«È semplicemente vergognoso continuare a causare il problema dei miasmi senza fare nulla. – dichiara Valerio Longo, Capogruppo consiliare di Forza Italia evidentemente non soddisfatto dalla campagna “Ho sentito un cattivo odore”,  rilanciando la strada delle responsabilità che coinvolgere be la vicina Eboli per l’impianto di Compostaggio – Il sindaco di Eboli continua a fare orecchie da mercante, nonostante le ripetute denunzie del sindaco di Battipaglia. Io stesso a metà giugno chiesi l’intervento del Noe sul sito di compostaggio dell’umido di Eboli che causa la maggior parte dei cattivi odori. Inoltre chiesi pubblicamente conto a Cariello di alcune cose sull’utilizzo dell’impianto ebolitano senza ricevere alcuna risposta.

Ribadisco oggi le domande – Continua Longo – : quando è stata l’ultima volta del cambio dei filtri? Vengono utilizzati gli abbattitori enzimatici? La quantità di rifiuto umido trattato è superiore al limite massimo che può contenere l’impianto? Un amministratore pubblico ha il dovere di dare risposte non a me, ma ad una intera comunità che da anni è sottoposta al problema miasmi. Cariello non continui a far finta di nulla e adegui velocemente l’obsoleto impianto di Eboli. In questa situazione cosa fanno i presidenti di Provincia e Regione, che hanno la competenza e la gestione del ciclo dei rifiuti. Un fallimento completo che grida vendetta.

Battipaglia, 27 luglio 2019

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. L’unico cattivo odore è quello di quest’amministrazione cittadina. Speriamo vada presto a casa la Francese con tutti i suoi nani politici.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente