Emergenza mucillagine: “Tavolo Tecnico” attivato a Eboli

Il sindaco di Eboli Cariello, ha istituito il tavolo tecnico sull’emergenza mucillagine.

All’incontro tecnico e politico, hanno partecipato tappresentanti dei comuni di Eboli, Battipaglia, Capaccio, della Provincia e del Consorzio di Bonifica Destra Sele. Anche se i dati ARPAC indicano il mare balneabile si punta sui controlli e un incisivo impegno del Consorzio di Bonifica. 

Eboli-Tavolo tecnico mucillagine

Eboli-Tavolo tecnico mucillagine

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Per dare risposte a bagnanti, famiglie ed operatori turistici del settore, è stato attivato un tavolo tecnico sull’emergenza mucillaggine voluto dal sindaco di Eboli, Massimo Cariello, un incontro – si legge in una nota comunale – nel corso del quale Cariello ha chiesto al Consorzio Destra Sele un intervento urgente per dare risposte immediate agli operatori della fascia costiera.

Presenti all’incontro Massimo Cariello, sindaco di Eboli; Franco Alfieri, sindaco di Capaccio Paestum ed incaricato del master plan della fascia costiera; Davide Bruno, assessore comunale in rappresentanza del Comune di Battipaglia; Vito Busillo, presidente del Consorzio di Bonifica Destra Sele, insieme con il direttore Marotta; Antonio Briscione, in rappresentanza dell’Ente Riserva Sele-Tanagro; Contini, dirigente del consorzio di bonifica Sinistra Sele; Fausto Vecchio, delegato all’Ambiente della Provincia di Salerno; i rappresentanti del consorzio dei balneatori Hera Sele Argiva. Presenti anche l’assessore all’ambiente del Comune di Eboli, Emilio Masala; il presidente della commissione ambiente, Pierluigi Merola, l’assessore comunale alle attività produttive, Giovanna Albano; il capogruppo consiliare Giuseppe Piegari; l’Energy Manager del Comune di Eboli, Cosimo Polito.

«Intanto voglio rendere noti i risultati delle ultime analisi dell’Arpac, comunicati oggi, che rilevano come balneabile il nostro mare, senza alcuna sostanza tossica presente – ha detto il sindaco di Eboli -. I tecnici ci dicono che si tratta di sostanze già presenti nel mare, che si alimentano attraverso scarichi anomali e temperature alte. Per questo motivo e per sostenere quanto possibile gli operatori turistici, chiediamo che il Consorzio di Bonifica, presso l’idrovora, realizzi forme di sbarramento definitive o comunque capaci di bloccare gli scarichi inquinanti, garantendo stagione balneare e sicurezza dei bagnanti».

Disponibile il presidente del Consorzio, Vito Busillo: «Abbiamo anche noi interesse alla pulizia, perché eventuali materiali bloccherebbero gli impianti. Le sostanze piccole, come alghe ed altro, invece sfuggono ai filtri. Vanno bene gli interventi urgenti, ma dobbiamo mettere in campo progetti relativi alle criticità, anche in vista dei prossimi finanziamenti, che nel caso dell’adeguamento delle idrovore ammontano a milioni di euro».

Sul tema delle risorse si è soffermato il sindaco di Capaccio, Franco Alfieri: «Partecipo volentieri all’incontro voluto dal sindaco di Eboli, questa è la strada giusta per trovare soluzioni possibili. Concentriamoci nel portare nella grande visione del master plan della costa le esigenze dei singoli territori, purché siano coerenti con il progetto generale». Punta invece l’attenzione sui controlli l’intervento del delegato provinciale all’ambiente, Fausto Vecchio: «L’utilizzo di certi prodotti alimenta la mucillaggine, perciò devono essere intensificati i controlli».

Allevamento Bufale Eboli

Allevamento Bufale Eboli

E proprio partendo dai controlli che sollecita il Presidente del Consiglio Comunale di Eboli e Consigliere provinciale con delega all’ambiente Fausto Vecchio che va innanzitutto sottolineato che il tavolo non è tecnico, ma tecnico-politico, poi va aggiunto che le sostanze che hanno prodotto la così detta mucillagine non erano già presenti in mare, ma sono state riversate in mare, e qui il discorso dei controlli: Chi le ha riversate in mare? Perché? Siamo certi che in futuro non accadrà più? Quelle sostanze aggiunte ai prodotti che si usano in agricoltura quali sono? Sono utilizzabili legalmente? Tra questi ci sono i pesticidi? Sostanze concimanti selettive? Gli impianti Bufalini dove scaricano? Le industrie lattiero-casearie parimenti alle Aziende bufalino e bovine dove scaricano? Si è a conoscenza che nella piana del Sele tra Battipaglia e Paestum ci sono circa 100mila capi di bestiame tra bufale e bovini a fronte di una popolazione di circa 120mila persone? Si è a conoscenza che il primo è più pericoloso fattore inquinante del Pianeta sono proprio gli allevamenti bovini e bufalini?

È ovvio che non si deve comunque criminalizzare un settore produttivo di vitale importanza come la filiera del latte, così come non si deve criminalizzare la produzione orticola, entrambe trainanti e di assoluta eccellenza come la quarta gamma, tuttavia dobbiamo cercare di attuare percorsi compatibili con l’ambiente e con l’uomo e se solo immaginiamo che 100mila tra bufale e bovini fanno fanno 10 litri di pipí al giorno, si lascia immaginare il mare di Pipí che si riversa nei canali e a sua volta nei terreni e via di seguito a mare? Forse non sarebbe meglio pretendere vasche di raccolta e conseguentemente giungere ad opportuni trattamenti? Di qui i controlli che invoca Vecchio.

Rispetto poi al “Tavolo Tecnico” forse sarebbe stato giusto che vi fossero stati anche altri soggetti, atteso che gli attuali componenti, chi per un verso e chi per un altro sono i responsabili e taluni colpevoli di quello che è accaduto al nostro mare, per nulla emergenza se si considera che questo accade ogni anno e per tutta l’estate, che facciamo chiamiamo “nostra moglie a fare da testimoni” ?

Eboli, 4 agosto 2019

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Scusate ma si crede ancora alle favole? Chi fa il tavolo dell’incontro e il da farsi gli stessi colpevoli : Sindaco , Presidente del consorzio , ex assessore regionale per l’agricoltura e l’ambiente. Ma vogliamo prenderci in giro ecco perche poi si arriva che la monnezza a Battipaglia brucia invece di smaltirla perche c’è l’impunibilità della pena a tutti coloro che evadono da comportamenti legali . Costoro devono andare tutti a casa e non continuare a fare danno prendendo soldi pubblici ,come mega stipendi e ruoli determinanti per lo sviluppo dell’economia locale.non sono credibili io non ho fiducia incostoro uno che fa il presidente da 20 anni e non si è mai acocrto di niente pensando solo alle sue aziende, un altro che è cresciuto in politica da consigliere comunale ad assessore provinciale per le attivita giovanili ,ora sindaco. Questi tutti insieme hanno eguagliato ai personaggi schifosi e cialtroni della prima repubblica. andate via la TERRA ,il MONDO non è vostro ma di tutti siete criminali.

  2. Tutti conoscono il come il dove il quando e il perchè si verificano questi problemi. Ma nessuno vuole risolverlo.Non è un tavolo tecnico ma esclusivamente politico e in politica si valutano i problemi con dinamiche diverse rispetto all’aspetto tecnico.
    La politica cerca soluzioni convenienti , ai politici stessi e quindi il problema potrebbe anche non risolversi, i tecnici dovrebbero trovare soluzioni tecniche e risolvere il problema senza pensare a chi conviene e a chi no.
    Chi sarebbero i tecnici a quel tavolo?
    Ormai il modus operandi di Cariello è noto anche ai bambini. Propaganda , propaganda , propaganda e nessuna soluzione ai problemi.
    Si riempiono la bocca della parola legalità ma stanno sempre sul filo , se non oltre. E’ mai possibile che ogni provvedimento di questa amministrazione sia basato su proroghe , interpretazioni fantasiose e creative di leggi e regolamenti, qualche revoca in autotutela. Mai visto un qualcosa di lineare sempre percorsi procedurali contorti e quantomeno stravaganti.
    Possibile che in più di 4 anni a nessuno sia mai venuto in mente di attenzionare queste procedure?
    Ci sono organismi e persone deputate proprio a questo, la magistratura ordinaria o quella contabile ad esempio.
    Ogni qualvolta si verifica un problema si corre a fare comunicati stampa per scaricare le colpe su qualche fantomatico disamorato o traditore del bene del paese.
    Nemmeno di fronte a situazioni palesemente e obiettivamente ascrivibili al comportamento o alla responsabilità di qualcuno si nega spudoratamente l’evidenza.
    I problemi si sfruttano per avere visibilità mediatica come stanno facendo gli onorevoli della zona così si prendono la ribalta ma poi in concreto nelle sedi competenti manco sanno che esistono.
    Purtroppo sarà molto difficile scalzarli perchè ormai la politica pone barriere insormontabili per i cittadini perbene che volessero occuparsene ergo gli attori rimarranno sempre gli stessi e possiamo solo cercare di scegliere il meno peggio ma tra uno o l’altro cambia poco.

  3. Ma per cortesia un tavolo del nulla come sempre da parte di questo Sindaco, strano che nel comunicato non abbia fatto l’elenco dei ringraziamenti al presidente Busillo, al Sindaco Alfieri a tizio a Caio a Sempronio a Ciccio a X e Y, poi dopo avranno parlato della chiusura delle liste per le prossime comunali unico pensiero di questo Sindaco e come far digerire l’accordo con il PD è il sostegno a De Luca a quei quattro sciagurati della maggioranza che si definiscono di destra. Finito ciò facciamo finta di parlare del mare che fa schifo, si ma dal 25 giugno non da 15 giorni caro Sindaco e Assessore Masala , ma comprendo che se la notizia non arriva almeno sui social il Sindaco nemmeno se ne interessa e allora visto che dal 20 luglio sui social la gente si è arrabbiata lui con i suoi 16 riffiani si è svegliato ed è partito con i comunicati stampa i tavoli tecnici la ricerca di soluzioni, sintesi, sinergie, intese comuni eccetera eccetera e cioè NULLA, vi faccio io la sintesi: tiriamo a campare, l’estate deve finire presto facciamo fumo con il lido dei disabili, un agosto oratoriano, evoli festival, qualche fresella con annesse presentazioni e poi intanto arriva l’autunno con le castagne chi vuoi che pensi al mare con i parcheggiatori abusivi, senza sorveglianza a mare, con le spiagge libere sporche, con il lido per i disabili “assegnato” il 5 Agosto solamente e con il mare che era una Merda, tanto ci sono le elezioni ai voglia a fare promesse. Dunque di cosa si parlava al tavolo tecnico? Giusto del mare, peccato che il Sindaco e quel fantoccio del suo assessore all’ambiente non lo sapessero. A proposito Masala ha fatto tagliare le erbacce alla 167 per la maratona a cui partecipava il Sindaco, complimenti non se ne accorto nessuno della sua ruffianata, ma volevo farle notare che lungo via Pertini hanno lasciato i cumuli di spazzatura sulla strada forse aspettano che le piogge e il vento li porti via? Quando fate fare un lavoro Assessore (lo sappiamo tutti quanto le piace sentirlo dire) dunque assessore e a me quanto pesa dirlo, allora assessore quando fa fare un lavoro abbi almeno la grazia di farsi una passeggiata e verificare che sia stato fatto a regola d’arte, ma tanto a lei non frega un bip della 167 e cosa risaputa. Detto ciò quale era l’argomento? Le elezioni giusto.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente