Salerno. Difensore civico, Fasano: «Balletto grave e intollerabile».

Scontro Comune di Salerno – Difensore civico, Fasano (FI): «Un Balletto grave e intollerabile»

On. Franco Fasano: «Presenterò un’interrogazione al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, chiedendo un intervento urgente per far rispettare la legge e arginare le prepotenze».

Enzo Fasano

Enzo Fasano

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – «Non è più possibile tollerare questo grave balletto che si sta verificando al Comune di Salerno per l’adozione del regolamento comunale per il funzionamento degli istituti e organismi di partecipazione popolare. – dichiara il coordinatore provinciale di Forza Italia Salerno, on. Enzo Fasano che interviene sullo scontro a suon di carte bollate in corso tra il Comune di Salerno e il difensore civico regionale. – Presenterò un’interrogazione al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, chiedendo un intervento urgente per far rispettare la legge e arginare le prepotenze».

«Il Comune di Salerno non solo non ha provveduto ad adottare un atto fondamentale quale il regolamento per la partecipazione ma si è impegnato a intralciare la prevista attività sostitutiva che, attraverso il commissario ad acta, avrebbe permesso all’Ente di dotarsi di un regolamento obbligatorio. Chiederò al ministro dell’Interno, in base a quelle che sono le sue competenze, – conclude l’on Enzo Fasanodi verificare la situazione, anche attraverso la Prefettura di Salerno, e valutare il comportamento dell’Amministrazione comunale di Salerno che, ancor prima della doppia sospensiva concessa dal Tar, ha ostacolato l’attività del commissario ad acta nominato dal difensore civico regionale».

Salerno, 17 agosto 2019

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente