Assunzione di 650 giovani nei CPI ma i Navigator fanno lo sciopero della fame

Il Governatore De Luca annuncia l’assunzione nei Centri per l’impiego di 650 giovani, la Ciarambino (M5S) lo sciopero della fame dei Navigator.

De Luca:  “La nostra priorità assoluta è creare lavoro stabile e dare prospettiva e futuro ai nostri giovani in Campania, senza la necessità di dover emigrare”. Ciarambino: “Lo Sciopero della fame dei Navigator, De Luca responsabile della salute e del destino dei nostri giovani. Il Governatore despota calpesta i diritti di 471 giovani pur di far fallire il reddito di cittadinanza”. 

Vincenzo De Luca Piano Lavoro

Vincenzo De Luca Piano Lavoro

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

NAPOLI – E mentre  la Regione Campania, su iniziativa del Governatore Vincenzo De Luca che con un post sul suo profilo Facebook, annuncia che il piano delle assunzioni nella Pubblica Amministrazione va avanti e che a breve farà partire un nuovo concorso pubblico rivolto all’assunzione di 650 persone a tempo indeterminato le quali saranno inserite nei Centri per l’Impiego Regionali e che sempre a settembre partiranno le prove preselettive del maxi concorso già bandito per l’assunzione di 2.000 nuove risorse da inserire nelle varie amministrazioni locali di cui al bando del Piano Regionale del lavoro per l’implementazione di circa 10.000 nuove assunzioni nelle Amministrazioni pubbliche che hanno aderito, i Navigator, le figure professionali (a tempo determinato) che dovrebbero assistere i percettori del reddito di cittadinanza a trovare un lavoro (a tempo indeterminato), annunciano lo sciopero della fame come forma di protesta contro il Governatore perchè in Campania non ha fatto partire la selezione.

La data che De Luca indica dovrebbe essere il 2 settembre, e si dovrebbero svolgere contemporaneamente alle prove pre-selettive per il primo blocco di assunzioni e contestualmente, verrà avviato anche un programma di investimenti volto a potenziamento delle piattaforme e delle reti informatiche della Pubblica Amministrazione per modo da offrire, un servizio all’avanguardia. “La nostra priorità assoluta resta sempre il lavoro. – dice De Luca – Creare occupazione stabile e dare una prospettiva di vita e di futuro ai nostri giovani in Campania, senza la necessità di dover emigrare. Su questo obiettivo concentriamo tutti i nostri sforzi”.

Vincenzo De Luca Navigator

Vincenzo De Luca Navigator

Ora non bisogna altro che attendere la pubblicazione del Bando sulla Gazzetta Ufficiale, che ovviamente sarà in linea con gli altri e con quelli che afferiscono concorsi pubblici, e chi volesse partecipare al bando per l’assunzione di 650 risorse a tempo indeterminato da inserire nei Centri per l’Impiego della Regione Campania, dovrà collegarsi al portale web regione.campania.it., seguendo come per gli altri le stesse procedure del bando precedente inviandole tramite il portale Step One 2019.

Ma ovviamente il “diavolo” ci mette sempre la coda e nella fattispecie acceca le menti, così come avviene a seguito di una “Guerra” che vede da una parte il M5S che accusa De Luca di ostacolare i Navigator, dall’altra il Governatore della Campania che a sua volta sostiene l’assurdità di quel provvedimento che vedrebbe le figure dei Navigator assunti a tempo determinato, i quali a loro volta dovrebbero assistere ed indirizzare ad un lavoro a tempo indeterminato i percettori del reddito di cittadinanza. Una precarietà, secondo De Luca che stride con il principio della stabilità del lavoro, che si propone nel principio della Legge stessa, e rimanda il problema della loro futura stabilità alla fine dei due anni previsti dal bando emanato dal Governo.

Valeria Ciarambino

Valeria Ciarambino

Di qui gli strali ormai giornalieri che il Consigliere regionale del M5S Valeria Ciarambino indirizza al Governatore De Luca, ora supportati dalla notizia dello sciopero della fame che si apprestano a fare i 471 Navigator per protestare contro il blocco imposto da De Luca

Nella Campania autarchica di Vincenzo De Luca – dichiara la capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambinoqualunque concorso o prova selettiva di evidenza pubblica non ha valore a meno che non si tratti di uno dei soliti piani truffa a firma di questo squallido despota, come il tanto sbandierato piano lavoro che produrrà null’altro che un esercito di migliaia di tirocinanti senza alcuna garanzia di occupazione. Avendo come unico obiettivo il tentativo di far fallire la fase 2 del reddito di cittadinanza in Campania, che equivarrà a inserire o reinserire nel mercato di lavoro decine di migliaia di cittadini nella regione con uno dei più alti tassi di disoccupazione di Europa, il governatore dei disastri è rimasto il solo e unico in Italia a non aver ancora firmato la convenzione con l’Anpal, portando all’esasperazione 471 laureati che hanno superato le selezioni per Navigator ma che non potranno cominciare a lavorare a causa di una squallida manovra elettorale. Ragazzi che, a fronte di una palese violazione di un sacrosanto diritto conquistato dopo aver superato un concorso trasparente grazie alla loro preparazione e ai sacrifici profusi, non certo per i requisiti di appartenenza politica e di fedeltà alla bandiera con cui De Luca è solito nominare dirigenti e manager, in particolare nel settore della sanità, da lunedì cominceranno uno sciopero della fame. Una protesta estrema che speriamo non abbia conseguenze per la salute di questi ragazzi ma di cui De Luca deve assumersi tutta la responsabilità”.

Siamo e resteremo accanto a loro in questa battaglia – sottolinea Ciarambino – che oltre a coinvolgere i vincitori del bando, riguarda il destino degli oltre centomila percettori di reddito di cittadinanza in Campania e che, proprio grazie all’impegno dei Navigator, a cui spetterà il compito di incrociare domanda e offerta di lavoro, potrebbero presto trovare un lavoro congeniale ai loro curricula e alle rispettive esperienze formative. Decretare il successo del reddito di cittadinanza significherebbe dar vita al più grande e rivoluzionario provvedimento di politica attiva del lavoro mai realizzato nel nostro Paese. Questo De Luca lo sa bene, ma pur di non ammettere l’efficacia di una misura a firma M5S, è pronto a giocare con il futuro e la salute di centinaia di giovani professionisti della nostra regione e con il destino di centinaia di migliaia di famiglie campane”.

Napoli, 25 agosto 2019

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Non vi crucciate siete entrambi all’ultimo giro, De Luca & M5Stelle.
    Discutete del nulla fratto al niente.

  2. Bisogna urgentemente assumere dei nuovi Navigator per trovare una fatica a questi 471 Navigator campani esclusi.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente