6 e 7 marzo: Giornate Salernitane della Psichiatria

Giornate Salernitane della Psichiatria. Dentro la complessita della psicosi: dalla psicopatologia alle politiche sanitarie.

Obiettivo formativo della due giorni di studio è la: “Documentazione clinica, percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura“. Al corso oltre che studiosi ed esperti di grande spessore parteciperanno il Governatore della Campania De Luca e il Ministro della Salute Speranza. La partecipazione da titolo a 10 crediti ECM.

Giornate Salernitane della Psichiatria

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Venerdì 6 marzo 2020, al Lloyd’s Baia Hotel, Salerno e sabato 7 marzo 2020, nel Salone dei Marmi, Comune di Salerno, si terranno le “Giornate Salernitane della Psichiatria. Dentro la complessita della psicosi: dalla psicopatologia alle politiche sanitarie“. Obiettivo formativo della due giorni di studio è la: “Documentazione clinica, percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura. Al corso oltre che studiosi ed esperti di grande spessore parteciperanno. per le conclusioni il Governatore della Campania Vincenzo De Luca e il Ministro della Salute Roberto Speranza. La partecipazione da titolo a 10 crediti ECM.

Esiste una crescente letteratura che raccomanda un trattamento farmacologico precoce in soggetti affetti da schizofrenia al primo episodio psicotico. La pratica clinica richiede, però l’adozione di un modello di intervento integrato di tipo ambulatoriale – ospedaliero che favorisca la presa in carico, riduca i drop out e intervenga precocemente sulle ricadute, sulle collateralità e le patologie organiche correlate.  La mission dei servizi territoriale di salute mentale deve muoversi verso strategie di azioni mirate all’individuazione precoce dei fattori di rischio e sull’ottimizzazione delle risorse disponibili. Il monitoraggio dell’efficacia e della tollerabilità accanto all’integrazione della farmacoterapia con trattamenti psicosociali, percorsi di psicoterapia, programmi riabilitativi, interventi familiari e di comunità appaiono fondamentali nella gestione attuale dei soggetti affetti da schizofrenia già al primo episodio.

La necessità di intervenire nelle fasi precoci delle psicosi con percorsi di cura uniformati e partecipati impone di orientare i servizi e le politiche sanitarie verso l’identificazione di strumenti terapeutici dell’equipe multidisciplinare al fine di migliorare la cultura organizzativa dei servizi e rendere possibile una maggiore soddisfazione anche degli utenti, care giver e operatori. Il Piano Nazionale di Azioni per la Salute Mentale, fermo restando l’assetto dipartimentale dei servizi di salute mentale, propone una riorganizzazione dei medesimi, funzionale all’adozione di una metodologia fondata sulla necessità di lavorare per progetti di intervento, specifici e differenziati, sulla base della valutazione dei bisogno delle persone e della implementazione di percorsi di cura. Nell’ambito di questa cultura dell’assistenza in salute mentale, emerge sempre più la necessità di una condivisione, tra tutte le parti in causa, delle buone pratiche e della messa a punto di strumenti di gestione clinica che possano consentire di definire standard assistenziali e garantire qualità ai processi ed agli esiti. I percorsi di cura, definiti anche come percorsi diagnostici terapeutici assistenziali, semplici o complessi che siano, costituiti da singoli processi assistenziali, possono fornire ai pazienti interventi di provata efficacia fin dall’esordio, che mantengano l’utente al centro dell’attenzione, utilizzino l’integrazione multi-professionale nell’esercizio di pratiche basate sull’EBM ed il miglioramento continuo della qualità. Da queste premesse nasce l’esigenza di creare un’occasione di riflessione sulle tematiche descritte per intraprendere azioni mirate.

Scheda evento

Giornate Salernitane della Psichiatria. Dentro la complessita della psicosi: dalla psicopatologia alle politiche sanitarie.

………….. … …………..

Roberto Brugnoli Ricercatore Universitario, La Sapienza Università di Roma
Roberto Catanesi Professore Ordinario di Psicopatologia forense, Università degli Studi di Bari
Giulio Corrivetti Direttore Dipartimento di Salute Mentale ASL Salerno
Sergio De Filippis Psichiatra- Direttore Sanitario e Direttore Scientifico, Casa di Cura Villa Von Siebenthal Genzano di Roma
Vincenzo De Luca Presidente Regione Campania
Costantino Di Carlo Sindaco di Balvano (PZ)
Andrea Fagiolini Professore Ordinario di Psichiatria, Università degli Studi di Siena
Amelia Filippelli Responsabile UOC Farmacologia Clinica, AOU San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona, Salerno
Germano Fiore Dirigente Psichiatra, UOSM Salerno
Andrea Fiorillo Professore Ordinario di Psichiatria, Università della Campania L. Vanvitelli, Presidente Società Italiana di Psichiatria Sociale
Andrea Gargiulo Collaboratore Professionale sanitario Infermiere, Centro di Salute Mentale AUSL Bologna
Mario Iervolino Direttore Generale ASL Salerno
Silvestro La Pia Responsabile Area Unità Programmata e Day Hospital,
Dipartimento Salute Mentale Unità Operativa SM Pollena Trocchia (NA)
Mario Maj Professore Ordinario Psichiatria, Università della Campania L. Vanvitelli Past President World Psichiatric Association

Palmiero Monteleone Professore Ordinario di Psichiatria, Università degli Studi di Salerno
Monica Petrosino Dirigente Psichiatra UOSM Salerno
Alessandro Rossi Professore Ordinario Psichiatria, Università degli Studi dell’Aquila
Nino Savastano Assessore Politiche Sociali Comune di Salerno
Roberto Speranza Ministro della Salute
Antonio Zarrillo Direttore Unità Operativa di Salute Mentale di Salerno, ASL Salerno

programma
6 marzo Lloyd’s Baia Hotel

8.00 Registrazione partecipanti

PRIMA SESSIONE
CLINICA E RESPONSABILITÀ
Moderatori: P. Monteleone, G. Corrivetti
9.00 Inquadramento clinico. Dalla psicopatologia descrittiva alla diagnosi dei disturbi psicotici A. Rossi
9.45 Interventi precoci nelle psicosi. Stato dell’arte e prospettive future A. Fiorillo

10.30 Coffee break

11.00 Nuove strategie nel trattamento esordio psicotico A. Fagiolini
11.45 Intervento precoce nei giovani psicotici con uso di sostanze S. De Filippis
12.30 La comorbidità medica dei pazienti affetti da schizofrenia R. Brugnoli
13.30 Discussione tra platea ed esperti delle tematiche trattate nel corso della giornata
14.00 Light Lunch

SECONDA SESSIONE
METODI E CURE NELLE PSICOSI
Moderatori: P. Monteleone, G. Fiore
15.00 La responsabilità della scelta di cura R. Catanesi
15.30 La prevenzione possibile delle psicosi: analisi critica e modelli operativi a confronto S. La Pia

16.00 Coffee break

16.30 Dalla legge 180 alla recovery A. Gargiulo
17.00 Discussione tra platea ed esperti delle tematiche trattate nel corso della giornata

7 marzo Salone dei Marmi, Comune di Salerno

TERZA SESSIONE 15.30
INTERVENTI PRECOCI NELLE PSICOSI
E POLITICHE SANITARIE
Moderatori: C. Di Carlo, G. Fiore
Apertura dei lavori A. Zarrillo, M. Iervolino, N. Savastano

Interventi precoci nelle psicosi: come trasferire alla Campania l’esperienza internazionale M. Maj
Organizzazione Territoriale nella gestione degli esordi G. Corrivetti

Medicina di genere e Real World Data:
focus in psichiatria A. Filippelli
Presidente Regione Campania On. Dr V. De Luca
Conclusioni Ministro della salute On. Dr R. Speranza

Chiusura M. Petrosino
Conclusione lavori e questionario ECM

Salerno, 4 marzo 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente