Attacco alla Francese dal PD: “Piove, Amministrazione ladra”

Attacco dal cerchio e fuori dal cerchio del PD alla Sindaca di Battipaglia: “Piove Governo Ladro“.

Più che rivolgere qualsiasi accusa alla Francese, bisogna che il “Pasionario” PD Femiano, ritrovi responsabilità e colpe di un 20ntennio nelle Amministrazioni di Destra e Centrodestra, nei tre anni di Santomauro, e nei commissariamenti di Sezione ma anche nelle divisioni che pirtarono il PD ufficiale a votare Lanaro e quello “sott’ufficiale” a votare Motta.

Cecilia Francese

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Riceviamo e pubblichiamo dallo zingarettiano Raffaele Femiano componente della direzione Provinciale e membro del comitato regionale del PD, il quale apre un fronte, ma scomposto, esponendo una serie di rilievi e qualche accusa verso l’Amministrazione comunale e verso la Sindaca di Battipaglia Cecilia Francese. Un fronte di accuse che a noi ricorda quel famoso detto: “Piove? Governo ladro“, per dire che quando non si ha più argomenti per accusare qualcuno anche se piove gli si attribuisce colpe. E oggettivamente questo appare dalla nota che ci è pervenuta da Femiano, e noi calziamo quel detto a Battipaglia: “Piove? Amministrazione Ladra“.

Fernando Zara_Alfredo Liguori

Scriviamo “Amministrazione” e non Francese, altrimenti qualcuno potrebbe equivocare e non sarebbe piacevole, anche perché alla Sindaca le si possono rivolgere tutte le critiche del mondo ma certo non quella di essere “ladra”, anzi al contrario di essere una brava persona e una brava professionista. Ciò premesso, va ricordato all’amico “Pasionario” Femiano che Battipaglia è una Città particolare e che se si devono trovare responsabilità e dopo tanti anni colpe, di certo bisogna andare molto indietro negli anni, alle Amministrazioni di: Destra (Zara1, Zara2, Zara3 e gli inframmezzi dei preposti, a quelle di Centrodestra (Liguori) e poi ai 3 anni dell’Amministrazione Santomauro (Centrosinistra), per giungere poi all’attuale Amministrazione prevalentemente civica, ma a forte trazione di Destra, condizionata nel tempo da personale politico per tradizioni appartenenti alla destra storica che si sono posizionati in diversi partiti condizionando alleanze, orientamenti, percosi e atti.

Egidio Mirra (PD)

In questo poi va detto al “pasionario” Femiano, che in tutto questo, grandi responsabilità per gli ultimi 7 anni le ha avute il Partito Democratico il quale, come accade oggi, in ogni competizione elettorale viene commissariato, impedendogli di esercitare le sue prerogative, e così si scelse Giovanni Santomauro e il PD accettò un ruolo subalterno, ruolo poi svanito nel nulla, nel mentre invece se vi fosse attribuito una rispettosa autonomia alla Sezione, forse si sarebbe scelto Egidio Mirra che negli anni aveva tenuto egregiamente il ruolo di opposizione e i colori politici dei Democrat, valorizzando un impegno sicuramente diverso dal 20ntennio di destra che regalò alla Città CdR e Alba Nuova, oltre diversi insediamenti urbani e diverse Aziende che trattano rifiuti che ora si cerca di ridimensionare.

Vincenzo De Luca-Franco Alfieri-Gerardo Motta

Ma se con Santomauro non andò bene, e non perché si sciolse ingiustamente il Consiglio Comunale per infiltrazioni camorristiche ancora da provare, nelle ultime consultazioni comunali, non è andato bene neanche con il povero Lanaro. Lanaro, come si ricorderà, divenne il candidato del PD partecipando alle primarie di coalizione, senza aver indetto quelle della sezione locale del PD, e vinse le primarie ma solo perché il PD si presentò diviso e senza strategia, e solo per responsabilità dei dirigentti provinciali Democrat, i quali frenarono su tante cose e ridussero alla impotenza il PD nel mentre i plenipotenziari PD vicini a Vincenzo De Luca, accelleravano su Gerardo Motta candidato civico ma coerente al gruppo De Luca. Una vicenda che divise il PD e gli elettori e per contro favorirono Cecilia Francese, “costringendola” ad allearsi con il “passato” e con quella destra ricollocatasi in varie forze politiche, facendole perdere anche lo slancio che aveva inizialmente impresso nella sua Etica per il Buongoverno.

Fatta questa premessa lasciamo la tribuna al “Pasionario” del PD battipagliese Femiano per fargli giungere anche il messaggio che più che nella Francese le sue risposte le trova nelle stanze della sua sezione PD, ma mi rendo conto che quelle stanze non ci sono, non c’è nemmeno la sezione. Forse per questo è difficile risalire alle responsabilità.

Raffaele femiano

di Raffaele Femiano

«La Sindaca di Battipaglia Cecilia Francese dopo circa anni di amministrazione si è resa conto dei danni che  ha  fatto ai suoi cittadini e alla sua città? – E con una domanda che esordisce lo zingarettiano Raffaele Femiano componente della direzione Provinciale e membro del comitato regionale del PD aprendo un fronte di attacco nei confronti dell’Amministrazione comunale e della Sindaca di Battipaglia Cecilia FranceseVoglio iniziare dall’ufficio tecnico, il quale questa amministrazione, si sta apprestando a fare un altro bliz attraverso  un concorso con il vestito cucito addosso per il dirigente, non bastano tutti i dipendenti  in servizio che oggi operano nel settore.

Infatti, scendono in strada solo se ci sono catastofi, e/o incidenti non fanno mai un controllo sulla situazione delle strade, se non dopo molteplici richieste e/o a seguito di incidenti, il risultato, esborso di soldi pubblici da parte degli uffici legali la somma si aggira ogni anno da i 60.000 ai 100.000, per danni a persone e auto che subiscono incidenti a causa del dissesto di strade e marciapiedi. – Prosegue Femiano e giù di li chi ce lo ha e chi ce lo mette nel senso che incomincia una lunga nota di rilievi ed  accuse – Le strade che sono ridotte come colabrodi, per scarsa manutenzione e/o eseguite  male, non si è mai completato il piano previsto per eliminare le barriere architettoniche  sia nel pubblico che nelle strutture private, e su questo ritorniamo alle prerogative e i doveri  degli “elefanti” di cui sopra.

Ha mai pensato di mettere mano ad un piano di ristrutturazione e censimento del cimitero, perseguire tutti i morosi pianificare il recupero dei loculi e  tombe del cimitero  di proprietà del comune di Battipaglia. – aggiunge – Inoltre, deferire all’autorità giudiziaria tutti coloro che si sono macchiati di illeciti ai danni dell’amministrazione, ci sono da recuperare decine di migliaia di Euro!

Ha mai pensato di fare un PUT, così come previsto dal DL 30,04,92, N  285, con relativo piano di parcheggi sia a pagamento e non,  nel rispetto del DL di cui sopra. – aggiunge ancora Femiano – Distribuzione e  assegnazione dei divieti di carico e scarico e i parcheggi per i disabili, con  controlli annuali per  chi detiene i permessi e come è da chi vengono utilizzati.

Ha mai pensato di fare un censimento dei clandestini e/o migranti che  ci sono in questa città. – e via ancora – Più  volte ho segnalato che  Battipaglia è diventata un centro di smistamento, con la complicità di legali e cittadini compiacenti che speculano sistematicamente su questa materia basta andare a fare dei riscontri nell’ufficio anagrafe e di residenza per rendersi conto di quello che  affermo.

Cecilia Francese_Raffaele Femiano

In  certi fabbricati passano centinaia i immigrati all’anno tutti sanno che  le percentuali per  mille  abitanti e 3, immigrati, a Battipaglia abbiamo superato i  6, per  1000, abitanti, e si continua ad  accogliere con la complicità di cui facevo riferimento e con controlli praticamente inesistenti, peraltro stipati in tuguri senza il minimo di  idoneità sanitaria e  logistica.

Un migrante in Italia ci costa 35 euro al giorno e a loro ne vengono erogati meno di 3 euro il resto viene fagocitato da tutto un mondo sotterraneo spesso gestito da organizzazioni criminali, ogni anno la spesa e di 4,4 miliardi di cui 780, di costi per la ricerca e il soccorso in mare.

Premesso che lo scrivente e per l’accoglienza e per  l’integrazione, ma nel rispetto delle  regole da parte di chi viene nel nostro paese con tutti i diritti e i doveri a integrarsi secondo le normative vigenti.

I cittadini italiani e  tutti coloro che lucrano su questa materia dovranno essere perseguiti e puniti…inoltre, bisogna assolutamente creare un ufficio nel Comune che si occupi in modo strutturale di controllare e regolamentare e far rispettare   le norme in materia.

A Battipaglia ci sono zone fuori controllo da un punto di vista della sicurezza penso, in piazza ferrovia, piazza Amendola piazza della Repubblica in mano a bande di sbandati extracomunitari cittadini provenienti dai paesi nord Africa,  dell’est Europa del sud  est Asiatico e chi ne  ha più ne metta, che fanno sistematicamente guerriglie urbane, la sera è praticamente impossibile circolare, lo spaccio di sostanze stupefacenti nella nostra città ha raggiunto livelli molto preoccupanti.

La sindaca sorride su tutto perché secondo l’opinione diffusa amministrazione e stata la migliore per cambi di casacca, nomine di Assessori come se fossero funghi, affiancata da “incapaci incompetenti politici”.

Ha mai pensato di dare disposizione  agli uffici tributi che tutte le cartelle esattoriali devono essere compilate e spedite con la dicitura dei pagamenti riferiti agli anni precedenti sono in regola, questo eviterebbe situazione di credito da parte del Comune non più esigibili per prescrizione ecc, peraltro interrogazioni più volte fatte dalle opposizioni.

l’IMU dovrà essere precompilato ed inviato dal comune, accelerare il sistema digitale  della PA, migliorare attraverso l’azzeramento della burocrazia ottimizzando  i rapporti e la vita dei cittadini e dell’amministrazione, pianificare la distribuzione è il carico di lavoro di tutti i dipendenti, così come prevedono le norme contrattuali.

Anche Il sistema logistico del nostro Comune e uno di quelli che in termini di scandalo per l’organizzazione degli uffici  e ridicolo per ogni ufficio esiste il capo della sedia e della scrivania  questo tipo di organigramma  non e  secondo a nessun altro Comune della Campania.

Mi è capitato di girare  in questi  uffici del Comune di  Battipaglia, per  sbrigare qualsiasi tipo di  pratica, per trovami  di fronte al rincorrere  come una trottola ti sviano da una stanza all’altra per la stessa materia, oltre il protocollo,  naturalmente,   sai quando entri e non sai quando esci e  quanti giorni che occorrono per risolvere le legittime  richieste.

La situazione nella  nostra città per la gestione dei rifiuti a causa “dell’incompetenza e dell’irresponsabilità” di questa Sindaca è la sua amministrazione è gravissima.

Battipaglia    è diventata la pattumiera della Campania, e  passata alla ribalta in negativo in tutta Italia per i miasmi e per i roghi  di rifiuti.

A questo proposito esistono responsabilità Regionali,  Provinciali, e soprattutto in materia legislativa, peraltro anche sul piano delle norme antincendio ci sono delle  falle che devono essere colmate con norme più specifiche  ai sensi del DPR 151/2011.

A proposito della materia dello stoccaggio e la gestione dei rifiuti, mi voglio soffermare, perché le conseguenze dei roghi provocano gravissimi danni alla salute e all’ambiente.

In attesa di norme più stringenti più chiare, in termine di sicurezza vanno rispettate le seguenti misure anche in deroga;

  1. Devono essere rispettate tutte le misure di asseveramento.
  2. Compartimentazione dei rifiuti sia all’aperto che al chiuso  con muri che separano i quantitativi ivi sboccati e che non devono mai superare i quantitativi previsti.
  3. Controllo con telecamere a circuito chiuso e infrarossi sia sui depositi che sul perimetro dei siti.
  4. Sistema di vigilanza con personale h 24 che ha il compito di monitorare con il supporto dei sistemi di cui sopra.
  5. Obbligo di istallare un sistema antincendio di spegnimento tipo sprinkler che  coprono tutti i compartimenti sia all’aperto che al chiuso.
  6. Prevedere negli accordi delle parti quando si rilasciano le autorizzazioni, la sottoscrizione di una fideiussione Bancaria a garanzia dei rischi connessi proprio agli incendi, al rilascio della certificazione (indicando il responsabile del procedimento è il responsabile della sicurezza),
  7. Prevedere sempre nell’accordo delle parti, qualora si verifichino incidenti con l’ausilio dei VVFF la copertura ad oras di inerti a spese da parte del titolare, perché questi tipi di incendio non si spengono se non viene rimosso tutto il materiale, inoltre, entro 90 giorni deve essere effettuata  la rimozione degli stessi sempre a carico del titolare.
  8. Obbligo di tenere un registro aggiornato dei quantitativi,  del tipo di materiale la separazione dei materiali, qualora si tratta di di rifiuti con caratteristiche e pericolosità diverse.
  9. Il controllo da parte dei tecnici del comune dell’ASL, e della polizia locale deve essere periodica e meticolosa, l’attività non può iniziare prima del rilascio del parere dei VVFF.
  10. Infine le sanzioni per questi reati dovranno essere molto severe dal punto di vista Civile E Penale, questo di certo comprimerà il ricorso troppo spregiudicato  da parte, molto spesso di gestione da parte di organizzazioni criminali.

La sindaca, Si  e mai  chiesta di quanto deve  essere l’organico della polizia urbana in relazione agli abitanti? Di certo mancano circa  50 unità e difficile faticoso  per  quei  pochi che svolgono il loro compito in modo esemplare  e  con grandi sacrifici, da ultime notizie pare che questa amministrazione vuole colmare questa carenza di organico con un concorso di 3 unità.

Infine  è in grado di sapere  quante sono le famiglie indigenti, quante sono le persone anziane sole e senza famigliari, ha  mai pensato di istituire un servizio a supporto di questa problematica che sta diventando sempre più tragica, anche a causa del Covid-19.

Bisogna assolutamente fare qualcosa  sul piano telematico oltre che con personale qualificato, che abbia il compito di sopperire alle carenze di famiglie in situazioni gravi e di chi vive in solitudine, questa e una piaga che sta diventando ogni giorno più drammatica.

Sono orgoglioso di essere Patriota e non Nazionalista e/o sovrani sta, i valori di fede i principi e le regole la Democrazia la Libertà e l’uguaglianza sono prerogative per me non negoziabili».

Battipaglia, 20 luglio 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente