Di Maio al B38 e Salvini al Papete: Ecco la Politica da spiaggia

Il Ministro degli Esteri Di Maio, sarà a Eboli e come Salvini va al Papete, lui sceglie il B38: Ecco la politica da spiaggia.

L’appuntamento è per sabato 29 agosto alle ore 21.00 al Lido B38 sulla Marina di Eboli. Ad annunciarlo e ad organizzarlo è stato il Deputato ebolitano del M5S Cosimo Adelizzi, per promuovere il SI al Referendum per il taglio dei Parlamentari non per le amministrative perché a Eboli la Lista del M5S non è stata presentata.

Luigi Di Maio al B38 di Eboli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Chi lo avrebbe mai detto che la Città di Eboli fosse un crocevia tra il sovranismo e il populismo? Ebbene nel giro di due giorni prima Matteo Salvini e poi Luigi Di Maio hanno deciso di soffermarsi nei loro tour elettorali in questa Città. Entrambi, evidentemente, per fare i comizi, preferisco più che le Piazze gli stabilimenti balneari “in”, e se il Papete ormai è la roccaforte di Salvini, il B38 sulla Marina di Eboli si candida ad essere il lido di Di Maio.

E le Piazze? Assolutamente da evitare, nelle Piazze si fanno “piazzate” e può scappare anche qualche contestazione, come è successo ieri a Salvini a Cava dei Tirreni e a Salerno laddove in centinaia, “tutti sporchi comunisti“, niente meno lo hanno contestato, non perché è fascista, ma perché è un “fascista ignorante” e non perché è leghista, ma perché è un trasformista e per tutte le disinvolte porcherie che nel corso degli anni ha vomitato sul Sud e sui meridionali, eppure pare che un bel po di meridionali, magari quelli che hanno la sindrome di Stoccolma sono disposti a votarlo, oppure sono sempre quelli pronti a salire su un carro che ritengono sia vincente?

Ma attenti, quello non è un carro qualdiasi è il “Carroccio” quello su cui c’erano quelli che che si lavavano i panni nel Po e si erano inventati “La Padania” e poi erano e sono quelli che dicevano e dicono “Prima la Padania” e mentre dai palchi minacciavano la secessione razzolavano miliardi e li facevano sparire alle Caiman, guarda un pó sempte il mare c’entra.

Da noi c’è un proverbio popolare che dice: “Veder cagare venir la voglia“, e così si capisce lo spirito di emulazione che ha animato l’iniziativa dell’Onorevole locale del Movimento 5 Stelle Cosimo Adelizzi, il quale ha pensato bene di organizzare un incontro elettorale con il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio al B38, un noto Lido e tra i piu accorsati della riviera ebolitana. Va da se che l’On. Adelizzi è un ottimo organizzatore di incontri, come quello che fece a Battipaglia con il Ministro dell’ambiente Sergio Costa il “fuggitivo” prima che questi si dileguasse e facesse perdere le sue tracce, lo è un po di meno nell’organizzare le Liste, atteso che nella sua Città, Eboli, il M5S non è presente alle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre prossimo

Un dettaglio ovviamente, che comunque non azzera la capacità organizzativa che ha mostrato l’On. Adelizzi il qualle più che nelle Città di Salerno, Cava dei Tirreni, Battipagmia e Eboli, ha preferito il mare e il Ludo B38, per inaugurare la nuova politica “da spiaggia”, quella prima tanto cara a Salvini e ora pare anche a Di Maio, sperando che gli altri non mi seguono. E così: “Sabato 29 agosto alle ore 21.00 ad Eboli, presso lo Stabilimento Balneare Bagno Trentotto, trascorreremo insieme a tutti i cittadini un’intera serata in compagnia di Luigi Di Maio, dei colleghi portavoce e dei facilitatori regionali“. – con una nota il deputato del MoVimento 5 Stelle Cosimo Adelizzi ha annunciato siero e orgoglioso – “Eboli sarà lo scenario dell’ultima di una serie di tappe della prima giornata che Luigi di Maio percorrerà in Regione Campania.

«Sarà una serata all’insegna della trasparenza e della condivisione di valori come quelli che il 20-21 settembre ci porteranno a votare SÌ al referendum sul taglio dei Parlamentari: ‘normalità’ e ‘rispetto‘. – prosegue la nota dell’On. Adelizzi – Un’occasione significativa per raccontare l’importanza di votare SÌ e di sostenere Valeria Ciarambino candidata alla Presidenza della Regione, Giuseppe Iozzino candidato a Sindaco di Angri e Giuseppe Benevento candidato a Sindaco di Cava de’ Tirreni, più le rispettive liste di candidati consiglieri.

Il taglio dei parlamentari è un atto di civiltà doveroso e rispettoso; un’opportunità di cambiamento che dobbiamo cogliere” – prosegue il parlamentare. – In un momento così delicato, dove i cittadini stanno affrontando con coraggio una crisi senza precedenti, – conclude l’On. pentastellato Cosimo Adelizziè nostro dovere dare il buon esempio. È il momento di cambiare e di creare un Paese normale con una classe politica normale, un obiettivo che raggiungeremo tutti insieme».

Potenza della politica. Intanto il mondo pentastellato è in subbuglio e si prevedono anche delle contestazioni, ma non dagli “sporchi comunisti” come è avvenuto per Salvini a Cava, ma proprio da parte dei tanti pentadtellati, divisi in quattro gruppi o correnti, i quali oltre a contestare Di Maio per la scelta “marinara” e non quella della Piazza, ma anche per contestare il Deputato e loro concittadino Adelizzi, e forse proprio per questo l’incontro con “ingresso gratuito” ci mancava anche che si pagasse, tranne che per la cena a pagamento programlata. E tra i contestatori un grillino della prima ora (B. G.) ha preannunciato di disertare l’incontro organizzato, a suo dire, dal Deputato “fantasma” non essendo mai presente in città Cosimo Adelizzi. Ci dicono che ad essere incazzato è anche un altro grillino Giuseppe De Lucia, il quale a sua volta è anche titolare di uno dei Lidi più accorsati della Marina di Eboli: Il Giamaica.

Eboli, 28 agosto 2020

5 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente