Di Maio al B38 e Salvini al Papete: Ecco la Politica da spiaggia

Il Ministro degli Esteri Di Maio, sarà a Eboli e come Salvini va al Papete, lui sceglie il B38: Ecco la politica da spiaggia.

L’appuntamento è per sabato 29 agosto alle ore 21.00 al Lido B38 sulla Marina di Eboli. Ad annunciarlo e ad organizzarlo è stato il Deputato ebolitano del M5S Cosimo Adelizzi, per promuovere il SI al Referendum per il taglio dei Parlamentari non per le amministrative perché a Eboli la Lista del M5S non è stata presentata.

Luigi Di Maio al B38 di Eboli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Chi lo avrebbe mai detto che la Città di Eboli fosse un crocevia tra il sovranismo e il populismo? Ebbene nel giro di due giorni prima Matteo Salvini e poi Luigi Di Maio hanno deciso di soffermarsi nei loro tour elettorali in questa Città. Entrambi, evidentemente, per fare i comizi, preferisco più che le Piazze gli stabilimenti balneari “in”, e se il Papete ormai è la roccaforte di Salvini, il B38 sulla Marina di Eboli si candida ad essere il lido di Di Maio.

E le Piazze? Assolutamente da evitare, nelle Piazze si fanno “piazzate” e può scappare anche qualche contestazione, come è successo ieri a Salvini a Cava dei Tirreni e a Salerno laddove in centinaia, “tutti sporchi comunisti“, niente meno lo hanno contestato, non perché è fascista, ma perché è un “fascista ignorante” e non perché è leghista, ma perché è un trasformista e per tutte le disinvolte porcherie che nel corso degli anni ha vomitato sul Sud e sui meridionali, eppure pare che un bel po di meridionali, magari quelli che hanno la sindrome di Stoccolma sono disposti a votarlo, oppure sono sempre quelli pronti a salire su un carro che ritengono sia vincente?

Ma attenti, quello non è un carro qualdiasi è il “Carroccio” quello su cui c’erano quelli che che si lavavano i panni nel Po e si erano inventati “La Padania” e poi erano e sono quelli che dicevano e dicono “Prima la Padania” e mentre dai palchi minacciavano la secessione razzolavano miliardi e li facevano sparire alle Caiman, guarda un pó sempte il mare c’entra.

Da noi c’è un proverbio popolare che dice: “Veder cagare venir la voglia“, e così si capisce lo spirito di emulazione che ha animato l’iniziativa dell’Onorevole locale del Movimento 5 Stelle Cosimo Adelizzi, il quale ha pensato bene di organizzare un incontro elettorale con il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio al B38, un noto Lido e tra i piu accorsati della riviera ebolitana. Va da se che l’On. Adelizzi è un ottimo organizzatore di incontri, come quello che fece a Battipaglia con il Ministro dell’ambiente Sergio Costa il “fuggitivo” prima che questi si dileguasse e facesse perdere le sue tracce, lo è un po di meno nell’organizzare le Liste, atteso che nella sua Città, Eboli, il M5S non è presente alle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre prossimo

Un dettaglio ovviamente, che comunque non azzera la capacità organizzativa che ha mostrato l’On. Adelizzi il qualle più che nelle Città di Salerno, Cava dei Tirreni, Battipagmia e Eboli, ha preferito il mare e il Ludo B38, per inaugurare la nuova politica “da spiaggia”, quella prima tanto cara a Salvini e ora pare anche a Di Maio, sperando che gli altri non mi seguono. E così: “Sabato 29 agosto alle ore 21.00 ad Eboli, presso lo Stabilimento Balneare Bagno Trentotto, trascorreremo insieme a tutti i cittadini un’intera serata in compagnia di Luigi Di Maio, dei colleghi portavoce e dei facilitatori regionali“. – con una nota il deputato del MoVimento 5 Stelle Cosimo Adelizzi ha annunciato siero e orgoglioso – “Eboli sarà lo scenario dell’ultima di una serie di tappe della prima giornata che Luigi di Maio percorrerà in Regione Campania.

«Sarà una serata all’insegna della trasparenza e della condivisione di valori come quelli che il 20-21 settembre ci porteranno a votare SÌ al referendum sul taglio dei Parlamentari: ‘normalità’ e ‘rispetto‘. – prosegue la nota dell’On. Adelizzi – Un’occasione significativa per raccontare l’importanza di votare SÌ e di sostenere Valeria Ciarambino candidata alla Presidenza della Regione, Giuseppe Iozzino candidato a Sindaco di Angri e Giuseppe Benevento candidato a Sindaco di Cava de’ Tirreni, più le rispettive liste di candidati consiglieri.

Il taglio dei parlamentari è un atto di civiltà doveroso e rispettoso; un’opportunità di cambiamento che dobbiamo cogliere” – prosegue il parlamentare. – In un momento così delicato, dove i cittadini stanno affrontando con coraggio una crisi senza precedenti, – conclude l’On. pentastellato Cosimo Adelizziè nostro dovere dare il buon esempio. È il momento di cambiare e di creare un Paese normale con una classe politica normale, un obiettivo che raggiungeremo tutti insieme».

Potenza della politica. Intanto il mondo pentastellato è in subbuglio e si prevedono anche delle contestazioni, ma non dagli “sporchi comunisti” come è avvenuto per Salvini a Cava, ma proprio da parte dei tanti pentadtellati, divisi in quattro gruppi o correnti, i quali oltre a contestare Di Maio per la scelta “marinara” e non quella della Piazza, ma anche per contestare il Deputato e loro concittadino Adelizzi, e forse proprio per questo l’incontro con “ingresso gratuito” ci mancava anche che si pagasse, tranne che per la cena a pagamento programlata. E tra i contestatori un grillino della prima ora (B. G.) ha preannunciato di disertare l’incontro organizzato, a suo dire, dal Deputato “fantasma” non essendo mai presente in città Cosimo Adelizzi. Ci dicono che ad essere incazzato è anche un altro grillino Giuseppe De Lucia, il quale a sua volta è anche titolare di uno dei Lidi più accorsati della Marina di Eboli: Il Giamaica.

Eboli, 28 agosto 2020

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Per completezza devo aggiungere che Salvini contava ben poco in quella lega che tu descrivi e c’entra ben poco con i milioni che sono spariti. Bossi , Maroni etc. erano quelli che comandavano e hanno lasciato la lega al 3%. Salvini in pochi anni l’ha portata ad essere il primo partito in Italia. Questi sono fatti e non opinioni. Poi che in passato abbia detto cose contro il sud è censurabile ma penso che nel contesto in cui si trovava è anche giustificabile in un certo senso .
    Resta il fatto , inopinabile , che dove governa la Lega le cose funzionano ineccepibilmente meglio. De luca qui dopo cinque anni di chiacchiere e scenette tragicomiche ci ha fatto peggiorare e non di poco e non può dire dopo 5 anni di amministrazione che la colpa e di chi lo ha preceduto.
    Admin , ospedale di Eboli , Salerno , Polla etc. sono poco + che lazzaretti e tu lo sai. Per non parlare della sanità nel napoletano e nel casertano che nel terzo mondo ospedali così li chiuderebbero dopo un giorno. La sanità costituisce il 90% delle competenze regionali. Covid centers fantasma , ecoballe , trasporti medioevali e via dicendo………….. . E se il metodo lega funzionasse al 50% di come funziona al nord? Non sarebbe meglio per tutti noi cittadini a prescindere dalle ideologie?

  2. Ne avevo scritto un altro prima di commento……….. vabbè ………….. le piazze le riempie solo Salvini e far passare la notizie di un manipolo di contestatori a fronte di piazze stracolme di gente è quantomeno singolare……….. i 5 stelle sono deputati per caso , il commento era molto è articolato ma questo è il succo

  3. I padri fondatori della Lega Lombarda perché qui si parla di Lega Lombarda, che con il passare degli anni è diventata Lega per la liberazione della Padania e poi Lega Nord con l’annessione del Veneto e di qualche altro “cespuglio” tra Piemonte, Liguria e Friuli, questi padri fondatori che dal 1990 in poi fino al famoso 3% hanno con volgarità e insulti nei confronti dei Meridionali nelle strade e in Parlamento offeso continuamente la nostra e ripeto la nostra dignità di uomo, di cittadino, di MERIDIONALE, di ITALIANO e di Europeo e non possono oggi camuffandosi da “Patrioti” cambiando Cognome e Simbolo professarsi difensori dei meridionali tutti, non lo accetto sarebbe come descritto in un noto movie americano “un offesa alla nostra intelligenza”, vero nella vita solo gli stolti non cambiano idea ma questi “signori” giurano ancora a Pontida, vanno ancora in giro con le spille di Alberto da Giussano, indossano la camicia verde e in politica principalmente in Italia di camicie abbiamo una brutta esperienza, e adesso con un becero populismo scendono nelle nostre piazze e città a pretendere voti e sostegno elettorale, mi permetta Admin. il Papeete e la spiaggia sono il loro habitat naturale. Detto ciò in un articolo precedente si è parlato di morte del centro destra ma un appunto va fatto al Movimento 5 Stelle, dove sono? dove siete? ne ho visti a bizzeffe contendersi i meetup, le sedi e le correnti principalmente a Eboli, con personaggi di vario tipo a farsi continuamente selfie indicando il cinque e parlando di democrazia partecipata e di piattaforma!!! Poi quando si arriva al dunque ci si accorge che tutti quei personaggi erano e sono nulli così come lo è il Movimento che è guidato da un algoritmo.Questi personaggi (stellati) sono corsi tutti ai ripari non avendo le capacità di creare anche una sola lista e nominare un candidato a Sindaco alle comunali si sono affrettati a candidarsi se non loro udite udite le mogli, i figli e parenti nelle liste dei vari schieramenti a sostegno dei vari candidati a Sindaco. Finisco, mentre per il Centro Destra si può parlare di morte di un partito o coalizione nata con degli ideali, per il Movimento non si potrà mai parlare di morte in quanto composta da personaggi senza Anima che alla prima occasione pur di sedere su quelle poltrone tanto vituperate, hanno essendo privi di anima sposato la candidatura di quei poteri forti tanto odiati, complimenti andate in spiaggia lo iodio fa bene.

  4. Quelli di cui tu parli con le camicie verdi non sono mai andati a contestare nessun leader avversario lanciando sedie contro la polizia. Se la metti così possiamo partire da Adamo ed Eva………..
    Salvini pur avendo partecipato alle cose che tu racconti non era un leader di quel partito .
    Ora sra raccogliendo consensi dovunque così come fratelli d?Italia senza scomodare Almirante o Hitler.
    Lasciamo per un attimo da parte le ideologie di cui siamo prigionieri e facciamo un ragionamento di elementare buon senso. Se il modello centro dx funziona nelle regioni + produttive perchè non provare a implementarlo anche da noi?
    L’alternativa è il Pd o i 5 stelle per cui non mi sembra ci sia molto da ragionare visto quello che stanno dimostrando soprattutto i secondi.

  5. @ piazze,
    le mie argomentazioni sulla Lega erano ben chiare, non serve deviare il discorso estrapolando una piccola parte a proprio piacimento, lungi da me tirare in ballo scenari da conflitto destra vs sinistra, le ripeto quelle Camice Verdi da lei sponsorizzate continuano ogni anno a giurare a Pontida bevendo l’acqua “Santa” del fiume a loro caro, e a fregiarsi del simbolo di Alberto da Giussano!!!
    Bisogna scegliere se è meglio essere un Terrone Sottomesso o un Orgoglioso e Fiero Meridionale, io personalmente preferisco la seconda ma il mondo è bello perché è vario.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente