Eboli, l’Ufficio ERP precisa: Alloggi assegnati rispettando Leggi e procedure

Dopo le accuse di favoritismi del candidato Santimone: L’Ufficio Comunale ERP, chiarisce e precisa sull’assegnazione di alloggi. 

Ufficio ERP Comunale: “Gli alloggi ERP son assegnati secondo graduatoria, nei tempi dettati dalle procedure e su sollecitazione diretta dell’Istituto Autonomo Case Popolari, gli uffici continuano a lavorare anche in periodo elettorale e i nuclei familiari interessati sono utilmente posizionati nelle graduatorie sia se dello IACP che comunali”. 

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI«Si apprende di un comunicato del candidato sindaco, Donato Santimone, riguardante i provvedimenti di assegnazione di alloggi ERP pubblicati all’Albo Pretorio. – si legge in una nota dell’Ufficio ERP diretto dall’Ing. Lucia RossiNel rappresentare che gli uffici continuano a lavorare anche in periodo elettorale e che i fascicoli dei procedimenti sono a disposizione del candidato e delle istituzioni che egli vorrà interessare, si chiarisce che i provvedimenti adottati sono atti dovuti consequenziali all’esito favorevole di procedimenti già avviati e istruiti, da tempo, con esito favorevole.

Si precisa, infatti, – prosegue la nota – come peraltro può desumersi agevolmente dal testo delle determine indicate, innanzitutto che i nuclei familiari interessati sono utilmente posizionati nella graduatoria per l’assegnazione degli alloggi ERP vigente e pubblicata sul sito istituzionale del Comune.

Inoltre, – prosegue ancora la nota ufficiale dell’Ufficio comunale ERPper ciascuno dei potenziali assegnatari, nel rispetto dell’ordine di graduatoria, è stata verificata l’idoneità della superficie dell’alloggio resosi disponibile con il numero dei componenti del nucleo familiare e solo in questo caso si è proceduto, al fine di scongiurare occupazioni abusive, alla consegna dello stesso (già diversi mesi orsono), nelle more dell’assegnazione definitiva da formalizzare con determina.

I provvedimenti riguardano 3 alloggi di proprietà comunale e 5 di proprietà IACP e proprio quest’ultimo ne ha sollecitato, nei giorni scorsi, l’adozione al fine di procedere agli ultimi adempimenti. – Si aggiunge nella nota – L’ufficio ha proceduto, dunque, ad adottare tutti i provvedimenti ancora pendenti, assicurando il rispetto dell’ordine di graduatoria e dunque, oltre a quelli IACP sollecitati, sono stati adottati anche i tre relativi ad altrettanti alloggi comunali.

Dispiace che vengano distorte ed utilizzate per altri fini – conclude la nota dell’Ufficio comunale ERP diretto dall’Ing. Lucia Rossinotizie che, se riportate correttamente, non desterebbero alcuna polemica, anzi darebbero il senso della buona azione di uffici comunali attenti alle procedure nella massima trasparenza».

Per completare l’informazione, come sempre ha fatto, POLITICAdeMENTE ritiene di pubblicare gli atti affinché i lettori e chi ne ha voglia ed interesse possa, consultarli e trarne le giuste conseguente. Tuttavia va detto che è ormai comune a tutti trovare in ogni atto, il marcio, l’imbroglio e quindi gridare allo scandalo e invocare l’intervento di Prefetto, Procura e chi ce ne ha ce ne metta. Oggettivamente noi preferiremmo che il Prefetto si coinvolgesse per cercare di portare più sicurezza in Città, per fare il possibile affinché le Forze dell’Ordine presidiassero l’intero territorio, non lasciando zone “buie” e preferiremmo vi sia più attenzione nel indicare soluzioni, che potrebbero anziché individuare in quelle assegnazioni il marcio, riguardare le modalità e gli interventi da inserire nei programmi elettorali per risolvere una volta per tutte la vivibilità e i servizi assenti in quelle aree.

Ma ovviamente se si sceglie la strada dello scandalismo e del sospetto, i margini di manovra sono sempre più ristretti, e i problemi della città resteranno insoluti e ahi noi irrisolvibili data la loro consolidata criticità. E il sospetto che ci assale, pensando al finto scoup scandalistico dell’assegnazione degli alloggi, che a giudicare dalle carte, è solo una procedura, è che anche per le altre vicende denunciate si è usato lo stesso sistema. Di qui la domanda: Ma se, come si è suggerito, l’assegnazione si sarebbe effettuata dopo le elezioni cosa sarebbe accaduto?

Sicuramente si sarebbe accusato l’Ufficio ERP di aver “pilotato”, ubbidendo”, i tempi per far incassare il risultato elettorale (voto in cambio di Assegnazione) solo dopo le elezioni.

Val la pena ricordare che alla Giunta compete solo l’indirizzo politico non l’esecutivita’ degli atti, quella al contrario, spetta ai funzionari nella loro autonomia anche di spesa, vieppiú caricandosi di responsabilità proprie in ragione di quell’autonomia. Cosa dovremmo pensare che è questa la macchina amministrativa che si ipotizza? Quella che si chiami un funzionario e questi risponda più che alle sue responsabilità agli ordini? È quella la modalità che si immagina debbano rispondere gli uffici e i funzionari ove mai si giunga a guidare il Palazzo di Città?

ECCO GLI ATTI

1857_130930723

1858_131203178

1859_131613035

1860_131841645

1861_132101503

1862_132416024

1864_133408719

1865_133621507

Eboli, 17 settembre 2020

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Ma l’ingegniere in questione è stato attore di alcuni precedenti giudiziari…inoltre il primo cittadino perche non pubblica un ordinanza di sfratto per morosità di molti inquilini di forte Apace,dove si spaccia ,si nasconde refurtiva e si produce spazzatura a tonnellate gratis.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente