Naimoli e Giarletta: Tra responsabili e responsabilità “Libertà e/è partecipazione

Libertà e/è partecipazione è l’incipit che ha spinto Simona Naimoli e Pierluigi Giarletta “Ascolto cittadino” a partecipare al Consiglio comunale. 

«Siamo convinti, oggi, ancora più di ieri, che dietro ad ogni voto libero c’è un attestato di fiducia, che è stato, è e sarà la garanzia del nostro impegno di questa esperienza amministrativa e, nel prosieguo, di una partecipazione libera e consapevole attorno ad un progetto che sia finalizzato nel favore della Comunità Ebolitana e al perseguimento del bene comune».

Giarletta-Naimoli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Riceviamo e volentieri pubblichiamo la nota stampa che ci è pervenuta dai neo-consiglieri comunali Simona Naimoli e Pierluigi Giarletta eletti nella Lista “Ascolto Cittadino” della coalizione a sostegno della candidatura a Sindaco di Massimo Cariello, nella quale esprimono le motivazioni della loro presenza al Consiglio comunale del 23 novembre us. Motivazioni che indubbiamente afferiscono al loro spirito collaborativo, che chiamano “spirito di servizio“, ma anche alla loro responsabilità politica nell’esercitare il loro ruolo che, sia pure con brevità, intendono svolgere, richiamandosi all’importanza di alcuni punti posti all’Ordine del Giorno. 

«Ogni giorno siamo chiamati, come donne e uomini, a compiere delle scelte, le quali sempre producono delle conseguenze, non solo per chi le compie ma anche per gli altri. – scrivono Simona Naimoli e Pierluigi GiarlettaQuando poi le decisioni da prendere riguardano una intera Comunità, chi è stato eletto/a solo ed esclusivamente per rappresentare e tutelare gli interessi della collettività deve mostrare un senso di responsabilità ineludibile.

Con questo spirito di servizio abbiamo iniziato e continuato questa Consiliatura,  breve ma non per questo meno intensa, che volge al termine. – proseguono Naimoli e Giarletta – E con lo stesso spirito abbiamo affrontato l’ultimo Consiglio Comunale, garantendo non solo la nostra presenza formale ma, soprattutto, il nostro contributo sostanziale, preparandoci all’appuntamento, consapevoli dell’importanza dei punti all’Ordine del Giorno da discutere e pronti ad approvare provvedimenti funzionali allo sviluppo di una città, la nostra, che ha tutto il diritto di guardare al suo domani con speranza e ottimismo.

L’attenzione dei più si è focalizzata sulla mancata approvazione del Bilancio Consuntivo 2019, ma…  quanti hanno appreso che in quella stessa seduta consiliare si sarebbero dovute discutere e approvare modifiche al Bilancio di Previsione e al Programma Triennale delle Opere Pubbliche per pianificazioni quali la rimodulazione del Progetto Esecutivo della Pista Atletica del Campo Sportivo “Dirceu”, – proseguono i due giovani consiglieri diella Lista “Ascolto Cittadino” – finalizzato alla partecipazione ad un bando 2020, e l’implementazione dei sistemi di prevenzione antincendio dell’impianto di compostaggio redatto per ottemperare alle prescrizioni normative regionali in materia?

Siamo convinti, oggi, ancora più di ieri, – concludono Simona Naimoli e Pierluigi Giarlettache dietro ad ogni voto libero c’è un attestato di fiducia, che è stato, è e sarà la garanzia del nostro impegno dal primo all’ultimo istante di questa esperienza amministrativa e, nel prosieguo, di una partecipazione libera e consapevole attorno ad un progetto che sia finalizzato al servizio esclusivo della Comunità Ebolitana e al perseguimento del bene comune». 

Se questa è la posizione rispettabile e responsabile dal punto di vista di Naimoli e Giarletta, va da se rilevare che all’interno dell’Odg dell’ultimo consiglio comunale andato deserto, vi erano alcuni punti che riguardavano numeri, ma numeri che seguono volontà politiche, quindi atti predisposti dagli uffici comunali nella loro complessità, ma anche atti politici che riguardavano sia il passato recente politico-amministrativo e sia che riguardavano il futuro programmatico. Atti oggettivamente depotenziati dalla volontà espressa, sia pure monocraticamente, dai recenti provvedimenti pesi dal Sindaco ff Luca Sgroia, che con una serie di nomine, 7 su 11, ha stravolto l’assetto generale, assetto  tra l’altro contestato da più parti.

Eboli, 25 novembre 2020

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Bravi e responsabili siete il nuovo che avanza, in bocca al lupo per il futuro. Un suggerimento alla Sig.ra Naimoli faccia un pensiero più alto per la sua carriera politica.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente