UdC per Eboli: Discontinuità, moralizzazione e normalizzazione

L’UdC con Scotillo apre alle candidature ma nella discontinuità, nella moralizzazione e nella normalizzazione.

Rolando Scotillo: “Invitiamo le aziende, i professionisti e quanti impegnati nel sociale a farsi avanti ed a proporsi con idee e valori, per un programma serio che vede Ambiente, Salute, Scuola, Sicurezza e Lavoro come temi per un accordo di programma che dia servizi efficienti al cittadino e sia occasione di sviluppo e lavoro, il tutto ad un costo sostenibile.”

Rolando Scotillo

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI«Le recenti cronache giudiziarie che hanno visto coinvolti la precedente gestione amministrativa del Comune di Eboli – che praticamente si è solo insediata subito dopo le elezioni per poi essere travolta dallo scandalo giudiziario – si legge in una nota stampa dell’UdC locale a firma del Commissario cittadino Rolando Scotilloci deve far riflettere molto su chi da ottobre prossimo dovrà garantire gli interessi di tutti i cittadini mettendo da parte logiche di gruppo, interessi personali ed economici sulla gestione delle risorse pubbliche.

È proprio per questo che il Commissario della Unione di Centro di Eboli ha deciso lanciare un appello sulla composizione delle liste elettorali rivolto prima a sé stesso e poi a tutti i concorrenti in corsa: “Nella composizione delle liste dei candidati al Comune di Eboli dobbiamo dare un forte segnale di discontinuità. – Dichiara Scotillo Rolando, comlissario cittadino dell’UDC che continua – chi ha condiviso, precedentemente, scelte elettorali scellerate dovrebbe avere il buon gusto di mettersi da parte. Cimitero, Palasele, Spiagge e servizi sociali (Piano di zona) sono state fonti di corruttela e corruzione che hanno portato ad oltre ulteriori 40 indagati e milioni di euro di tasse in danno erariale. Chi dovrà avere il controllo politico sugli appalti di servizi e sulla gestione di beni pubblici dovrà essere una persona al di sopra di ogni sospetto e con grandi capacità.”

Stessa cosa dicasi per chi ha voglia di entrare in campo candidandosi preannuncia Scotillo in quanto a fine marzo ha intenzione di organizzare, per tema, una serie di conferenze sul dettaglio del programma.: “Invitiamo le aziende, i professionisti e quanti impegnati nel sociale a farsi avanti ed a proporsi con idee e valori. Invitiamo i cittadini comuni che vogliono cambiare il sistema comunale finora esistente a confrontarsi con noi ed a proporsi per le candidature su un programma serio che vede Ambiente, Salute, Scuola, Sicurezza e Lavoro come temi per un accordo di programma che dia servizi efficienti al cittadino e sia occasione di sviluppo e lavoro, il tutto ad un costo sostenibile.”

Eboli, 10 marzo 2021

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Caro Scotillo , non si possono dire queste cose perchè se lo fai ti cominciano a dare dello spargitore di fango , del tossico , del pregiudicato , figlio di delinquenti , che hai il foglio di via obbligatorio e via dicendo.
    Quando critichi la precedente gestione e fai notare che ci sono numerosi procedimenti penali in corso che coinvolgono svariati componenti della passata amministrazione sbarellano , per usare un termine di tipo sanitario , e cominciano o ad attaccarti su cose personali , a detta loro , o mettono in mezzo cose di 30 anni fa cercando di distogliere l’attenzione dal vero problema. Ormai non ci credono più nemmeno loro a quello che dicono , sono come i fedayn etero indottrinati che ripetono sempre la stessa cantilena.
    Sui social sono particolarmente sensibili , anche nella realtà ma sui social gli parte proprio l’embolo.
    😉

  2. Ma questo signore è veramente un sindacalista? Parla di quaranta dipendenti comunali indagati non sapendo di che e di chi parla, eppure si autodefinisce sindacalista, eppure la CISNAL (pseudo sindacato di ispirazione missina/fascista) non esiste più. Lavoratori dell’ASL prendete le distanze da questo signore che appare abbastanza confuso…nominato commissario del partito del NIENTE…ridicolo.

  3. deciditi cosa vuoi fare il sindacato autonomo…. oppure il politico..due piedi in una scarpa…

  4. stando a quanto asserisce un insigne giurista, in uno dei post precedenti, i reati, con il passar del tempo, si affinano, si migliorano, si ammorbidiscono e per chi li ha commessi inizia la causa di beatificazione e alla fine le “propaggini” degli ex delinquenti e qualche ex malfattore possono riprendere a fare danni, addebitando i problemi della nostra città, che sono ultra quarantennali, agli ultimi cinque anni. Per quanto riguarda l’embolo, quando ti partirà se non è già partito, devi fare attenzione perchè il tuo amico Scotillo non ti potrà aiutare….lui si intende di ben altre cose.

  5. A prescindere dai reati , dai processi e dai precedenti penali se un’azienda è in difficoltà per problemi ultra decennali e mi viene affidato il compito di recuperarla qualcosa devo fare , se ne sono capace ovviamente.
    Se dopo i miei 5 anni l’azienda è ulteriormente peggiorata non solo non mi posso , e non mi devo vantare di nulla , ma non posso , e non devo , dare la colpa a chi mi ha preceduto e nemmeno posso attaccare chi me lo fa rilevare.
    Non so come fate a sapere chi ci sia dietro i nick ma , a prescindere anche da questo , ad un’analisi , seppure effettuata con toni discutibili , lucida e lineare si contrappongono elementi che nulla hanno a che vedere con la stessa ma , evidentemente , sono frutto di mancanza di capacità di rispondere nel merito.
    Non sono tifoso di nessuno e mi limito ad analizzare quello che leggo ed effettivamente a chi pone una problematica sulla questione morale non si può rispondere si però prima i problemi c’erano lo stesso o se il trojan ci fosse stato anche prima………..

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente