Fido (Nuovo PSI) lancia l’allarme Fascia Costiera

Cattiva gestione e mancanza di controllo minano le nostre coste.

Fido: L’amministrazione che provvedimenti prende contro la prostituzione lungo gli spartifuoco  e come intende controllare le aree a parcheggio per evitare illeciti?

Santo Venerando Fido

EBOLI – Il Consigliere Comunale Santo Venerando Fido, eletto nella lista MCD e recentemente iscritto al Nuovo PSI, in una interrogazione scritta inviata al Sindaco Melchionda e al Presidente del Consiglio Luca Sgroia, pone all’attenzione del dibattito la vicenda della Litoranea di Eboli, relativamente allo stato di abbandono in cui versa e ai suoi pericoli.

Fido lancia un allarme, che non può non essere preso in considerazione, atteso che la Fascia Costiera recentemente a seguito dei sequestri de lidi da parte della Guardia Forertale di Foce Sele, fa vivere una condizione di disagio gli operatori balneari, e a seguito del ritardo della partenza della stagione balneare, fa vivere altresì una condizione di pericoloso abbandono.

La Pineta, la litoranea, la fascia costiera in generale e la strada provinciale, eccezion fatta per alcuni tratti, è diventata terra di nessuno, dove tutto è possibile, sotto gli occhi di tutti e nel più colpevole silenzio delle istituzioni, che mal governano il fenomeno.

Di qui l’allarme di Fido: – «Cattiva gestione e mancanza di controllo minano le nostre coste». Con un’interrogazione al presidente del Consiglio Comunale e al Sindaco di Eboli, il consigliere del Nuovo Psi, Santo Venerando Fido, ha denunciato la presenza di fenomeni di degrado lungo gli otto chilometri di fascia costiera ebolitana.

Prostituzione, incuria, mancanza di strutture e di servizi ai cittadini sono i temi di cui si chiede conto all’amministrazione all’interno del documento. “Abbiamo preso atto, lo facciamo ogni giorno, delle condizioni di disagio alle quali è relegato il nostro litorale. Lo constatiamo nelle difficoltà affrontate dai gestori degli stabilimenti, nelle lamentele di un’utenza alle prese con situazioni tutt’altro che piacevoli”.

Il consigliere, quindi, svolge quanto formalmente inserito nell’interrogazione: “In premessa ricordiamo come la stagione balneare 2010 sia iniziata non sotto i migliori auspici. Sono state e sono tante le difficoltà per i gestori degli stabilimenti, non ultima la vicenda dei sequestri operati dalla Guardia Forestale e causati (a quanto ne sappiamo) anche dall’inavvedutezza dell’amministrazione comunale che ha rilasciato permessi senza attendere o spingere perché la Regione consegnasse il proprio fondamentale parere.

Dopo di ciò passiamo alle mancanze. In primo luogo balza agli occhi la mancanza del servizio salvataggio. Un governo che abbia a cuore il bene dei propri cittadini è chiamato a fare scelte, a preferire servizi piuttosto che altri. In tal senso non ci sembra che il servizio di salvataggio sia secondario; specie se, come spesso gridato ai quattro venti, l’amministrazione parla di sviluppo della fascia costiera e del turismo balneare”.

Quella di Eboli resta una costa “non aperta a tutti. Basti pensare alla mancanza di strutture all’interno del Sea Village comunale”. Quindi Fido passa ai parcheggi. “Sono malgestiti, senza custodia. Si fa un uso arbitrario degli spartifuoco che hanno perso la loro funzione per diventare aree a parcheggio o aree di prostituzione”. In particolare “le aree spartifuoco  tra gl istabilimenti Made in Italy e B38 sono frequentate in ogni ora del giorno da prostitute che oltre a commettere sistematicamente un illecito, ledono l’immagine dei lidi e ancor di più sono uno spettacolo squallido ed  immorale, per tutti i bambini che frequentano tali lidi, nonché per gli utenti della colonia estiva.

Per questo “chiedo all’amministrazione comunale quali provvedimenti intende prendere per debellare il fenomeno della prostituzione lungo lo spartifuoco anzidetto e come intende controllare le aree a parcheggio per evitare illeciti”.

8 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Bravo Fido,
    la tua è una richiesta giusta, tuttavia l’Amministrazione ha dimostrato una totale indiferrenza nella gestione della devianza giovanile sia in fase preventiva (come dice Cariello ad Eboli mancano le politiche giovanili – vedi la mancanza di un assessorato ad hoc); sia in fase repressiva non vi è nessun controllo sull’intero territorio.
    Continuate, come state facendo, compatti che questi sono alla frutta.
    Saluti Matteo.

  2. Caro Fido, sottoscrivo questa tua interrogazione e rilancio la questione sicurezza. Lucia Gallotta sul mattino di oggi racconta dell’ennesimo episodio di violenza ad Eboli. Rissa sul viale Amendola. Pestaggio sanguinario ai danni di O.P., 43 anni, venditore ambulante. Un apprezzamento ai danni di una donna avrebbe scatenato la violenta aggressione. La vittima è stata circondata da due persone. Il primo gli ha sfasciato la bancarella. Il secondo lo ha colpito al viso con ferocia. ….Il 43enne è stato colpito al volto, a pugni e calci. I suoi aggressori avrebbero utilizzato anche delle cazzottiere. L’ambulante malmenato ha perso due denti, ha riportato un trauma cranico, una ferita lacero contusa alla tempia, diverse lesioni al volto. Colpito senza pietà. Per un apprezzamento…”
    NELLA NOSTRA CITTA’ SI RESPIRA ORMAI ARIA DI BRONX. GLI EBOLITANI ONESTI E PERBENE DEVONO PASSEGGIARE CON CIRCOSPEZIONE E VIAGGIARE IN AUTO CON MOLTA ATTENZIONE PER EVITARE AGGRESSIONI VERBALI CHE SFOCIANO SPESSO IN VERE AGGRESSIONI FISICHE. QUESTA CITTA’ E’ ALLO SBANDO E L’AMMINSITRAZIONE CHE COSA FA? QUEST’AMMINSTRAZIONE APPIEDA I VIGILI URBANI IMPEDENDO DI SVOLGERE IL LORO LAVORO DI CONTROLLO E PREVENZIONE. AD EBOLI VIVIAMO DA ANNI UN’EMERGENZA SICUREZZA CHE QUEST’AMMINISTRAZIONE NON E’ IN GRADO DI FRONTEGGIARE. CARO FIDO, DEPOSITO ANCH’IO UN INTERROGAZIONE SULL’ARGOMENTO SICUREZZA INVITANDO IL SINDACO A VENIRE IN COSIGLIO A RISPONDERE DI QUESTI ARGOMENTI.

  3. VERGOGNA.CHE DELUSIONE,NON AVREI MAI CREDUTO CHE UNA PERSONA CHE RICOPRE IL RUOLO PIU IMPORTANTE DELLA CITTA ,POSSA TRATTARE,SE LI TRATTA ,QUESTI TEMI .ABBIAMO SBAGLIATO TUTTO,SPERIAMO CHE LE COSE CAMBINO IN FRETTA,PRIMA CHE QUALCUNO PERDA LA TESTA.

  4. CI SONO COSE BEN PIU GRAVI IN QUESTO PAESE,PER ESEMPIO IL LAVORO?TU ,PROVA SOLO AD IMMAGINARE UN PADRE DI FAMIGLIA CHE CERCA IN TUTTI I MODI DI SBARCARE IL LUNARIO X GARANTIRE UN MINIMO DI DIGNITA SOCIALE AI FIGLI,QUANDO NON HAI NEMMENO I SOLDI X MANGIARE,PAGARE LE BOLLETTE,AFFITTO ED I TUOI FIGLI CHE GUARDANO GLI ALTRI BAMBINI CHE VANNO A MARE,MENTRE TU SOFFRI IN SILENZIO ED NELLA TUA CASA C E LA GUERRA.POI GUARDO VOI,CLASSE POLITICA IN GENERALE,PARLARE DI PROBLEMATICHE CHE SONO AL DI SOTTO DELLE VERE ESIGENZE DELLE FAMIGLIE.SIETE VOI CHE COSTRINGETE A DELINQUERE,QUINDI X ME E PENSO ANCHE PER MOLTI ALTRI SIETE TUTTI UGUALI.XCHè NON DISCUTETE DI COSE SERIE?LEGGO SOLO CHE O VI ATTACCATE L AMMINISTRAZIONE , è PUO DARSI ANCHE CHE AVETE RAGIONE,O LORO CHE ATTACCANO VOI.MA IO MI CHIEDO ,MA CHE VI PENSATE CHE LA GENTE ,QUELLA CHE SOFFRE,NON SI è STANCATA DI VOI?E POI,XCHE ANCHE VOI DELL OPPOSIZIONE NON PARLATE MAI DI POSTI DI LAVORO?PER ME PERSONALMENTE SIETE TUTTI UGUALI,NA BAND.PARLATE DI COSE SERIE,CREATE,COLLABORATE X IL BENE DI TANTE FAMIGLIE INVECE DI RIEMPIRVI DI SCHIFEZZE E DOPO 10 MINUTI PRENDETEIL CAFFE INSIEME.VERGOGNA

  5. @ Lazzaro Lenza: L’atto grave è no avere in città un reparto di Polizia Minucipale idoneo a fronteggiare queste azioni che si svolgono alle 18 di sera lungo l’arteria principale della città, un organico di vigili che aimè sarebbe tutto da rottamare pochi di loro riescono a fare il loro mestiere il resto non serve menenno a fare le multe……il 7 dicembre prossimo è in scadenza la graduatoria, sperando che nell’arco di uno o due anni si riproponga al piu’ presto un nuovo concorso per agenti di polizia municipale. Un Comandante assente e inidoneo non essendo un UPG ma solo un ex funzionario dell’ufficio anagrafe, un vice comandante che pensa solo a mettersi in macchiana della Polizia Municipale e andarsene a fare i fatti suoi…….5 Agenti malati che non svolgono in pieno la propria attività. questo è un resoconto sommario di del reparto Polizia Municipale il resto si vede da se! Un comando sotto organico di almeno 15 persone una struttura fatiscente adibita a comando polizia municipale. Eccolo lo scenario che si presenta a noi cittadini……

  6. @padredifamiglia..HAI RAGIONE PERFETTAMENTE, NON VORREI CHE LA TEMATICA DELLA FASCIA COSTIERA, SIA IL VELO DI MAYA PER NON OCCUPARSI DI PROBLEMI COGENTI, COME DISOCCUPAZIONE,ORDINE PP, USURA, FALLIMENTI A CATENA,DEL TESSUTO ECONOMICO E SOCIALE DI EBOLI.CON TUTTO IL RISPETTO, IL TEMA MODAIOLO DEL TURISMO BALNEARE ALLA PROVA DEI FATTI NON REGGE.1, MANCANO LE STRUTTURE E LE INFRASTRUTTURE E SOLDI PUBBLICI X PORTI TURISTICI E SOLDI PRIVATI PER HOTELS E POTENZIAMENTI DEI LIDI NON CI SONO E NON CI SARANNO PER ANNI,SOLO DEMAGOGIA E LO SANNO FIN TROPPO BENE, 2 IL MARE E’ IN BUONA PARTE INQUINATO, SE NON SI BADA PRIMA ALLA MATERIA PRIMA, LA QUALITA’ DELLE ACQUE IL DISCORSO è ACCADEMICO, I DEPURATORI FANNO BELLA MOSTRA DI SE SENZA ESSERE ENTRATI IN FUNZIONE….DA ANNI.DUNQUE CARO AMICO, CHI CAVALCA TALE ONDA,è IL CASO DI DIRLO,LO FA SOLO PER UN TORNACONTO DI IMMAGINE, MA DI CONCRETO VI è BEN POCO. E POI LA GENTE HA BISOGNO DI UN LAVORO STABILE 12 MESI SU 12, E NON DI LAVORETTI BIMESTRALI ESTIVI, MAGARI ANCHE SALTUARI…COMPRENDO IL TUO DOLORE E TI SON VICINO!

  7. @padre di famiglia. il tuo post è scritto con il cuore e si sente forte il tuo senso di disperazione verso una condizione che, verosimilmente vivi in prima persona, direttamente o indirettamente. Ad un certo punto tu richiami l’opposizione a parlare di lavoro. In consiglio comunale ad ogni passaggio politico, ogni volta che ognuno di noi prende la parola per qualsiasi argomento, nessunoi ha mai perso un’occasione per stigmatizzare la situazione che vivono molti concittadini. Quando in consiglio comunale denunciamo che quest’amministrazione non è stata in grado di attrarre investimenti seri nell’area PIP, parliamo di lavoro, quando li bacchettiamo sull’incapacità di attrarre investimenti turistici per la nostra fascia costiera, parliamo di lavoro, quando denunciamo, come ha fatto Fido, che la prostituzione impera in tutta la fascia costiera impendendo l’arrivo di turisti per i nostri lidi, parliamo di lavoro, quando difendiamo all’arma bianca il nostro opsedale , perdendo anche il sonno (e credimi), parliamo di lavoro. Parliamo di lavoro quando accusiamo questa amministrazione di incapacità ad utilizzare i fondi del piano di zona per le politiche sociali e parliamo di lavoro anche quando li bacchettiamo sull’incapacità di intercettare i fondi comunitari, regionali per incapacità progettuale. Insomma caro padre di famiglia, con il cuore in mano, ti assicuro che ogni azione che noi stiamo facendo è volta a migliorare la condizione di questa città, in primo luogo per far sì che si possano creare più posti di lavoro al fine di alleviare le sofferenze di quanti oggi vivono questa incredibile tragedia.
    Firmato…un padre di famiglia

  8. xblazer 67 HAI COLTO PERFETTAMENTE IL NOCCIOLO,TI RINGRAZIO X LA TUA SOLIDARIETà.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente