Eboli grillini contro: Mai col PD. Contestano l’On. Adelizzi

I 5Stelle locali contestano l’On. Adelizzi e la sua apertura ai Democrat e al centrosinistra: “A Eboli mai con il PD”.

Eboli non è Roma. Pollice verso dunque e Adelizzi a testa in giù. Il mondo variegato pentastellato si ribella e boccia senza appello l’iniziativa di un’alleanza con il PD e il centrosinistra del suo portavoce politico e parlamentare cittadino. Intanto si disegnano alla rinfusa scenari fantapolitici che girano intorno al PD. 

Cosimo Adelizzi

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – «Noi rimasti Cittadini 5 Stelle di Eboli prendiamo le distanze dal Portavoce Cosimo Adelizzi. – Si legge in una nota pervenutaci via mail dal gruppo “cittadini 5 Stelle” di Eboli o meglio quel che è rimasto dei pentastellati che contestano il loro parlamentare e affossano ogni possibile alleanza con il PD e il centrosinistra – Quest’ultimo ha voluto imporre l’alleanza “Conte2  PD-M5S” ad Eboli ma ha trovato un forte disappunto nei 5 Stelle locali.

Noi siamo assolutamente in disaccordo con questo modo di fare politica, – aggiungono i dissidenti pentastellati ritenendo che l’apertura del deputato ebolitano Cosimo Adelizzi sia una posizione del tuttp personale non condivisa da alcuna delle anime del M5S – un voltare le spalle a coloro che hanno espresso il loro profondo disaccordo rispetto all’alleanza con il PD. Non avevamo e non abbiamo più un Portavoce ma il solito deputato arrivista che dimentica da dove siamo partiti e le battaglie contro il sistema politico dei partiti. Il Portavoce doveva portare le istanze e le idee dei suoi sostenitori e non solo ma invece nulla di tutto ciò. – e ancora – Il Portavoce dove è stato tutto questo tempo?

Il Portavoce non ha mai preso un impegno per la propria Città. – aggiungono i dissidenti “ciddadini 5Stelle” che elencando tutte le carenze attribuibili all’On. Adelizzi – Il Portavoce quelle rare volte che viene ad Eboli non viene neanche riconosciuto. Si sta facendo vivo ora sotto campagna elettorale, ma fin ora dov’è stato?

Oggi ancora una volta ci ritroviamo su alcuni media il Portavoce Adelizzi a favore dell’alleanza con il PD, siamo all’assurdità totale. – conclude la nota ricordando  – I Cittadini 5 Stelle di Eboli prendono le dovute distanze isolando questa scelta ingiusta e il suo fautore. Eboli non è Roma!!! Mai con il PD !!!

Insomma sono bastate solo 24 ore e l’alleanza M5S-PD, altre sigle minori e gruppi di persone che si contano su una mano, è andata a mare come la maggioranza degli italiani si appresta a fare. In verità a mare sembra ci sia andato, mandato dai suoi, proprio l’On. Cosimo Adelizzi. Infatti le voci di dentro al variegato mondo pentastellato che conta almeno 4 piccoli gruppi, dei quali due contrari, dalla prima ora all’On. Adelizzi ed un terzo gruppo di alcuni altri, prima vicini al deputato ebolitano ora dissidenti ed un quarto gruppo rimaneggiato ancora fedele ad Adelizzi, non gradiscono affatto questa scelta.

E la mail dei Cittadini 5 Stelle, anticipa le altre reazioni degli altri gruppi che nei prossimi giorni, contano di vedersi e chiarire la loro posizione, nettamente in contrasto alle posizioni politiche proposte ed immaginate dal loro portavoce parlamentare. Scenario ben lontano dalla realtà, attese le reazioni non del tutto entusiaste provenienti dal PD, che il suo candidato lo ha già messo sul tavolo ed è Luca Sgroia. Candidato, tra l’altro, che al momento, e non ancora per troppo tempo, è anche il Commissario cittadino del PD oltre ad essere uno dei suoi massimi esponenti.

Intanto mancano ancora circa 3 mesi al voto, e di fatti ne sono successi tanti, e facendo un rapido excursus ricordiamo che al tavolo politico di centrosinistra imbandito per organizzare una coalizione, Giancarlo Presutto non fece in tempo a sedersi che immediatamente se ne discostó per proseguire la sua campagna elettorale. Lo stesso successe per Luigi Morena subito sconfessato dai suoi. Sorte simile toccò a Damiano Capaccio, proposto ma subito abbandonato dai suoi sponsor che di seguito hanno puntato sull’ex Sindaco di Eboli Gerardo Rosania. Diversa invece la posizione di Italia Viva, che metteva sul tavolo provinciale la proposta di candidare l’On. Antonio Cuomo, ora in rotta di collisione con il PD e promotore di un progetto di centro moderato.

Con questo scenario, che non è affatto quello raccontato da qualche articolo di stampa, che metteva in pool position, persone rispettabili, e sicuramente utili ad un progetto politico che ha come obiettivo quello di mettere insieme tutto quel mondo progressista che gira intorno al PD, segue un altro percorso, sicuramente più cauto e meno avventuroso, che sicuramente tiene in debito conto le energie proposte, e sicuramente si può partire, tuttavia sembra che chiunque si riunisca in due o tre voglia partecipare per proporre nomi più che politiche, e lo stesso On. Adelizzi del M5S, pur ipotizzando un’alleanza lo fa immaginando di trovare un “Manfredi” da poter indicare “condividendolo” come candidato Sindaco.

Purtroppo o per fortuna, un candidato Sindaco deve essere proposto e deve rappresentare politicamente chi lo propone, poi deve essere eletto dal voto popolare. Se fosse diversamente, si farebbe un concorso. È evidente che il centrosinistra a Eboli come nel resto del Paese non esiste, c’è invece un PD e poi una miriade di persone, gruppi e movimenti, tra l’altro, senza particolari legami ne con il territorio ne con le sensibilità politiche che questi rappresenta, che ruotano intorno al PD. Poi oggi ci vuole poco a creare un gruppo, bastano tre persone, uno fa il coordinatore, uno fa il portavoce, uno fa il candidato, e nei gruppi più numerosi uno fa il tesoriere. Diverso per un Partito che al contrario, anche se non ha una Sezione, come accade ad Eboli per il PD, ha iscritti ed elettori, non virtuali come i sondaggi abbubbazzati indicano e secondo i quali si fanno richieste e si immaginano future “spartizioni”. Vieppiú la storia di un Partito non può essere messa in discussione da “avventizi” pur rispettabili a tre e a quattro che siano che poi cercano spobde provinciali. Gli accordi devono essere politico-programmatici e in quello spettro collocare i vari impegni di quelle personalità che a vario titolo vogliono partecipare alla coalizione capeggiata dal Partito Democratico. E poiché non tutti possono fare il Sindaco, troveranno le loro giuste collocazioni.

Ora aspettiamo gli sviluppi da quel che resta del M5S e dal variegato mondo di gruppetti che intendono costituire un’alleanza. E gli elettori? Sapranno scegliere soprattutto se si riconoscono in un progetto e nel proprio sentimento politico.

Eboli, 16 giugno 2021

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Ma chi è questo individuo?
    Fategli presente che sono quattro mesi che il semaforo all’incrocio del Sacro Cuore è rotto!!! Fortuna che ad Eboli ci sono solo quattro semafori.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente