Eboli politica-I giovani PD aprono la discus sione sul Congresso

Senza progetti, senza programmi e senza candidati. Solo pure contrapposizioni.

I giovani di “Area Democratica” non sono omologati, sono autonomi, critici, maturi, mettono sul “piatto” la politica, e pur sostenendo Landolfi, ad Eboli attraverso il dialogo non escludono altre soluzioni.

Salvatore Marisei

EBOLI – I Giovani Democratici del PD aprono la discussione politica sul Congresso cittadino. Con una nota politica diffusa a mezzo stampa e che irrompe e non poco sulle vicende politiche interne al Partito democratico, i giovani mettono la palla al centro e chiedono di parlare di politica, avvertendo una paurosa assenza di progetti e di programmi, ma non di nomi.

Sembrerebbe una notizia di routine, invece se si analizza bene la nota e si individua bene la provenienza, merita molto più spazio di quando se ne darebbe per una notizia del genere. Per avviare delle valutazioni e delle conseguenti analisi è opportuno capire chi sono questi giovani del PD, se sono tutti, dove sono collocati, come si muovono e cosa sembrerebbe vorrebbero.

Innanzi tutto rappresentano un’area ben precisa: quella che fa riferimento all’ex segretario Dario Franceschini. Quindi facendo ulteriore chiarezza, i giovani di “area Democratica”, a livello provinciale sono schierati sulle posizioni del candidato Nicola Landolfi. Gli stessi non più tardi di un mese fa nel congresso dei giovani, riuscirono senza pacche sulle spalle a “scompigliare” equilibri precostituiti, che volevano alcuni determinati giovani alla guida del movimento.

Quindi dietro ad Antonio Monaco coordinatore del Circolo, c’è un bel gruppo di giovani senza briglie ma con idee precise, tanto precise che a Salerno hanno individuato Landolfi come segretario Provinciale e ad Eboli, si collocano in una posizione autonoma ed  equidistante rispetto ai due schieramenti che si vanno delineando e che si contenderanno la segreteria cittadina.

Individuati chi sono, come si sono schierati, sorprende non poco questa nota, che tende ancora una volta a scompigliare gli schemi, che sembravano essersi costituiti a pochi giorni dalla celebrazione dei congressi locale e provinciale e per questo meritano i giusti riflettori. I giovani di “Area Democratica” hanno voluto distanziarsi dagli schemi omologanti e dimostrando autonomia, capacità critica, maturità politica e temperamento giovanile, hanno messo sul “piatto” la politica, non escludendo una contrapposizione rispetto ai due candidati che ufficiosamente si confronteranno.

E’ evidente che hanno anticipato d’acchitto lo scenario, mettendo in evidenza le solite contraddizioni in casa PD. Questo Partito, che malgrado tutti i suoi sforzi, non riesce ad abbandonare la sua forma iniziale di contenitore politico di esperienze diverse Laiche, riformatrici e cattoliche, e diventare un Partito. Questo Partito in ogni luogo e qui ad Eboli, vive un rapporto “binario” con la sua promanazione amministrativa della Giunta Melchionda, senza che la proposta politica e l’azione amministrativa si incontrino mai.

Ma i giochi sono in corso e i giovani si sono sentiti esclusi o non si sono riconosciuti in queste manovre, fatto sta che i due candidati non sono ancora venuti fuori ufficialmente, ma tutti lo sanno chi sono. Il segreto di Pulcinella.

In effetti i primi ad avanzare una candidatura sono stati i contiani (Area Letta, o meglio Vaccaro-Pica) affiancati dai bassoliniani di Luca Sgroia, con il giovane ma alla sua seconda esperienza di Consigliere comunale Salvatore Marisei. A contrapporsi sembrerebbe essere Enrico Tortolani, fidatissimo del Sindaco Melchionda, ma sponsorizzato dall’On. Antonio Cuomo, e non tanto o forse da Cosimo Cicia, Roberto Palladino, Mauro Vastola (il sedicesimo uomo). Un gruppone  di ultima composizione, fino ad ieri in conflitto tra loro, che dovrebbe vedere insieme, deluchiani, bindiani (cuomiani) e franceschiniani, per contrastare i contiani e i bassoliniani.

Enrico Tortolani

In questo quadro di scontro senza politica e senza programmi si inserisce la nota, che diventa più un documento dei giovani di Area Democratica guidati da Monaco, Moscariello, Quaranta e tanti altri. La posizione politica che crea non poche difficoltà, tenuto conto che questo Partito, nato vecchio, deve pure pensare al futuro, deve pur pensare ad investire sui giovani e vincerà nel futuro chi riuscirà ad accaparrarsi i giovani e le loro idee.

E’ incominciata la schermaglia, che si concluderà il 15 e il 16 luglio quando si celebrerà il congresso, per quella data, si devono decidere altre cose, e se il “gruppone” vuole mantenere la sua compattezza, deve passare attraverso alcune “concessioni” come posti di sottogoverno ancora disponibili: l’ASIS e il Consorzio Farmaceutico, il Comando dei Vigili, qualche posto di lavoro, ma anche attraverso le promesse future per una STU, la Società di valorizzazione del Patrimonio Comunale e qualche piccolo assetto amministrativo, con la sostituzione di qualche assessore.

Intanto in agguato ci sono sempre le insidie che i soliti noti mettono in campo per ottenere qualche cosa, ma se si dovessero stravolgere gli equilibri, non ci sarebbe più spazio per questi ricatti che girano sempre intorno agli stessi uomini. In questa direzione si inserisce la posizione di questi giovani e chi saprà garantire che non si cederà a ricatti, che non si va verso doppi e tripli incarichi,  non si nominino familiari, che non si giri intorno agli stessi, che si proceda con un programma politico, che si amministri con la massima trasparenza, vincerà la partita.

…………….  …  …………….

COMUNICATO STAMPA

Giovani Area Democratica

A pochi giorni dal congresso cittadino siamo preoccupati dalla totale assenza di dibattito politico sulla futura segreteria cittadina. Ufficialmente non ci sono candidati, non ci sono programmi, non ci sono progetti a lungo termine ma soprattutto non ci sono luoghi di discussione.

Chiediamo pertanto un atto di responsabilità ed insieme di coraggio affinchè tutti mettano da parte le contrapposizioni strumentali basate esclusivamente sulle provenienze.

Chiediamo la disponibilità a tracciare insieme un percorso condiviso per non fare diventare il congresso una conta fine a se stessa ma l’inizio di una nuova pagina per il PD ebolitano.

Una pagina con obiettivi condivisi e coraggiosi a partire da un rinnovamento vero della classe dirigente basata sulla meritocrazia e non sull’appartenenza.

Chiediamo coraggio e come giovani siamo disposti a dare il nostro contributo a prescindere dalle appartenenze al progetto di partito che valorizzi di più le nostre idee.

Giovani di Area Democratica

22 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Non fatevi fregare da questa accozzaglia.

  2. Ma che speranze vorrebbe avere Tortolani se c’è Vastola a sostenerlo. Lui è abituato a preparare i tranelli. Poi se si accoppia con Rotondi e Cillo non ne parliamo chi sa cosa esce.

  3. CONTE VUOL PIAZZARE LE BANDIERINE NEI POSTI CHE “CONTANO”, MA QUANDO FINIRA’ QUEST’INCUBO 40nnale?…FORSE E’ MEGLIO IL COMMISSARIO PREF. X AZZERARE TUTTO ED INIZIARE CON GENTE ED IDEE NUOVE. PURTROPPO, SE QUESTO E’ IL PREZZO DEL CAMBIAMENTO, BEN VENGA!

  4. I Giovani del PD ma siamo sicuri???
    I giovani, a mio parere, non sono altro che espressione della vecchia e solita politca ebolitana. Marisei e Sgroia uomini (servi) di Conte, e Tortolani ma io non so nemmeno chi sia ma dalla foto tutto mi sembra tranne che giovane mahhhh
    Cmq si assiste alle solite inscenano battaglie per spartirsi posti gli ebolitani non meritano questo.
    Saluti Matteo

  5. Ma che ne sai tu di giovani. Questo Matteo che fa sproloqui su interpretazioni amministrative ricavandole dal codice dei suoi desideri e poi fa i complimenti ad un trasformista come Cariello, incitandolo a continuare nel suo trasformismo e nel suo continupo abboccamento verso il potere. Ma che morale rappresenti.
    Marisei e Sgroia servi. Ma cosa dici tu semmai sarai un servo e lo fai talmente bene che giustifichi quella immoralità politica di Cariello.
    Prima di dare giudizi, cerca di essere prima rispettoso e poi parli o scrivi.

  6. Penso di saperne perchè sono un giovane ebolitano che segue la politica ebolitana. Non mi risulta di dover qualcosa a qualcuno benchè a Cariello. Se pensi che i consiglieri citati non siano espressione di Conte beh allora c’è da chiedermi se viviamo nella stessa città…
    Sarò rispettoso ma ti chiedo di farlo anche a te quando parli di immoralità politica da parte di Cariello.
    Saluti Matteo.

  7. @matteo. Tu sei un giovane ebolitano come lo sono io. Non credo tu sia immorale, ma nemmeno puoi usare termini come “servi”, o “espressione della vecchia politica”.
    Non sono un elettore di Conte e non di meno di Marisei o Sgroia, ma credo che siano giovani meritevoli e capaci.
    Allo stesso modo non ho più stima per Cariello.
    Quale sarebbe la politica nuova, quella di Cariello?
    Tu credi sia morale meditare di cambiare schieramento prima, ingannandoci, e poi tradendoci, passare dopo solo 15 giorni dall’esito delle elezioni, da uno schieramento all’altro e condannare quelli da cui lui proviene e ne è stato il maggiore interprete?
    Credi che Cariello si sia comportato bene?
    Credi che si possa definire soldato di Ventura politico?
    Che lui avesse in mente di passare con la destra si sapeva prima delle elezioni, anche se lui stesso aveva sempre smentito.
    Cariello ci ha tradito e tu non puoi fare finta che non sia vero.
    Marisei e Sgroia sono seri e onesti e il loro percorso politico non è fatto di comparaggi, di appalti e di promozioni di ditte.
    Tu ti metti il prosciutto sugli occhi quando guardi Cariello e lo inciti anche in quel suo percorso basato sul tradimento, l’opportunismo e il quyalunquismo e poi invece invece non lo fai con gli altri e addirittura usi il termine di servi.
    Matteo, è la prima volta, da quando scrivo su questo blog che mi capita di intervenire in questo modo, mi sono limitato solo a commentare e dire le mie opinioni sui fatti. Non lo farò più scusami. Mi sono lasciato andare perchè non mi è piaciuto, come per il passato non mi è piaciuto quello che scrivevi, ma erano opinioni o interpretazioni e ne avevi e ne hai il diritto, e mi sentirei di difenderti centomilavolte se qualcuno ti attaccasse per questo.
    Ti salkuto affettuosamente e scusami
    Orlando

  8. ANCORA CONTE CON I NIPOTINI GLI AMICI DI VECCHIA DATA ED IL CARAVANSERRAGLIO STORICO,SEMBRA IL PSI ANNI OTTANTA! A QUANTO PARE, E LO DICO CON MESTIZIA,NON SOLO CRISTO, MA ANCHE L’OROLOGIO DELLA STORIA SI E’ FERMATO AD EBOLI! SE L’AMM.ZIONE CADESSE DOMANI, SAREBBE L’AUTOMATICO IL CANTO DEL CIGNO DEL CONTISMO ( ACCESSORIUM SEQUITUR PRINCIPALE)…..GLI EBOLITANI SANNO BENE CHE TIRA LE FILA. p.s. ABBIATE PAZIENZA ANCORA UN “CUOMO”, E VEDRETE CHE AL PRIMO REFOLO SI SCATENA LA BURIANA DEL “SI SALVI CH PUO’ ‘” Scommettiamo? OGNUNO PRONTO A DIRE …”ED IO CHE C’ENTRO”! SALUTI A TUTTI

  9. X Orlando,
    apprezzo i tuoi rono e questo mi invita a fare una riflessione insieme.
    Capisco qualora la tua delusione provenga da un risentimento politico,in quanto presumo tu sia (correggimi si sbaglio) elettore storicamente di sinistra, il passaggio che può essere visto ed interpretato come un passaggio politicamente condannabile da parte di Massimo (su questo penso che il passaggio di Massimo da sinistra a destra non sia nè il primo nè l’ultimo ti potrei fare innumerevoli esempi). Tuttavia se hai letto i miei post io incito ed evidenzio in positivo questo passaggio in quanto quest’ultimo dovrebbe essere visto come un’ulteriore conferma del modo di fare politica da parte di Massimo che va al di là del colore politico. Cariello ha dimostrato di voler lavorare per la propria comunità per dare risposte e sono sicuro che nell’attuale scenario politico è veramente uno dei pochi a tenerci al destino di Eboli e degli ebolitani. Il colore politico non varia il suo modo di far epolitica che parte dal sociale e dalla gente questo è innegabile.
    Sulla mia affermazione di servi me ne scuso ma non dire che sia espressione della vecchia politica te lo confermo e lo penso veramente.
    Se sei un elettore di Massimo ti invito di continuare (o quantomeno a riflettere) su questa strada per le motivazioni che ti ho detto.
    con stima Matteo.

  10. “evidenzio in positivo questo passaggio in quanto quest’ultimo dovrebbe essere visto come un’ulteriore conferma del modo di fare politica da parte di Massimo che va al di là del colore politico. Cariello ha dimostrato di voler lavorare per la propria comunità …”
    Mattè, hai trovato il nuovo messia. Finisce la politica ed inizia la partecipazione in società alla gestione della cosa pubblica

  11. E vir’ a chist’ chadda truvà pu forza na cosa bona pu cariello.
    ma quale amore per per la comunità è solo un trasformista e qualunquista.
    Non ci sono altri appellativi èer lui e per tutti quelli che fanno come lui, di destra e di sinistra.
    Per qiuanto riguarda i Giovani. Se sono veramente giovani fanno bene a distanziarsi e a non farsi intruppare. Nei partiti però bisogna osservare le regole, anche quando si perde.

  12. Questi i giovani?
    Ma quanti anni ha Obama?

  13. Alla cortese attenzione di ADMIN prego si sottoliniare questo messaggio.
    ieri 11 luglio ore 19,30 circa percorrevo la Alerno-Reggiocalabriacorsia nord traffico intenso si camminava
    lenti come formiche,all’altezza dell’ultima galleriaprima dell’uscita Sicignano si transitava la galleria rimanendo fermi all’interno con motori accesi e quindi grosso rischio di intossicazione ,infatti il sottoscritto cronometrando il tempo di attraversamento contava 25 minuti, un tempo notevole per un imprevisto di notevole rischio. Inoltre notavo che i semafori all’ingrasso della galleria non funzionavano a dovere per far transitare a intermittenza cioe a scorrimento libero della galleria e quindi senza rischio di asffissia. La mia osservazione è quella di denunciare un grave pericolo costante su quel tratto maledetto da lavori interminabili,in piu far notare che sui giornali locali si continua a parlare ancora di un pedaggio per cosa,per rischiare la vita e non è la prima volta che in quel tratto sono scattate polemiche ora per la neve ora per i lavori ora per il pedaggio è proprio una vergogna,epoi vengono anche ad Eboli a dire stupidaggini.

  14. I giovani di area democratica fanno capo alla segreteria di Tino IANNUZZI. Non facciamo tutti i santi

  15. Caro Mordillo, nessuno di noi fa parte di alcuna segreteria. Sei un falso informatore. Ma vuoi vedere che magari sei tu o un tuio parente (padre, madre o altro) a far parte di segreterie di qualcuno.
    Anche se stimiamo Iannuzzi come persona e come parlamentare, lo conosciamo appena, non abbiamo frequentazioni, con lui e semmai le avessimo non ci sarebbe niente di male.
    Intanto c’erano alcuni giovani come noi, che volevano assurgere a ruoli dirigenti spinti dai genitori e protetti da alcuni baronetti del posto.
    Sii serio.
    Abbiamo evitato una rapina.
    Tu se vuoi puoi continuare ancora ad essere uno che si fa teleguidare. noi no.

  16. Per mordillo, dimenticavo.
    Noi appoggiamo franceschini, ma valuteremo in autonomia il da farsi. Se è possibile ci confronteremo, ma non abbiamo nessun preconcetto nei confronti di Marisei.
    Ciao mordillo.

  17. Il lupo perde il pelo ma non il vizio e alla fine Conte metterà un altra bandierina, pronta ad assecondare il verso del vento.
    Leggetevi l’articolo di oggi sul Mattino a firma di Conte.
    L’attacco a De Luca la dice lunga.
    Povero PD.

  18. Mancano poche ore e sicuramente si sta facendo trattative. Se i giovani riescono a smuovere le acque ben venga. I candidati, se dovessero essere giudicati da chi li appoggia, andrebbero bocciati senza appello, ma siccome sono uomini è giusto dargli l’opportunità di dimostrare la loro autonomia.
    Noi popolo dei democratici siamo confusi, siamo stati delusi e a più riprese.
    Nella nostra città poi per come si svolse il tesseramento, falsato a tutti gli effetti, non dovremmo partecipare.
    Di tesserati libere si e no siamo un centinaio, il resto tra Sarim, Multiservizi, Elaion, i Vigilantes e altre ditte che hanno a che fare con il comune, c’è poco da sperare.
    Rendiamo pubblico il tesseramento. E’ una sfida.

  19. a proposito di tesseramento, mavoli la tessera l’avete ricevuta?
    Io la sto ancora aspettando, o devo passare da Guercio a ritirarla?

  20. a proposito di tesseramento, ma voi la tessera l’avete ricevuta?
    Io la sto ancora aspettando, o devo passare da Guercio a ritirarla?

  21. #miguel, sto diventando nihilista, ma l’unico modo per liberarci di questa baronia, refuso degli ’80, è e rimane il commissariamento di Eboli. Caro amico,solo dopo questa, potenziale batost,a gli ebolitani avranno la forza di pensionare questi signori ed il loro leader cilentano! costo amaro ma necessario…

  22. Matteo ha detto:
    on 10 luglio 2010
    I Giovani del PD ma siamo sicuri???
    I giovani, a mio parere, non sono altro che espressione della vecchia e solita politca ebolitana. Marisei e Sgroia uomini (servi) di Conte, e Tortolani ma io non so nemmeno chi sia ma dalla foto tutto mi sembra tranne che giovane mahhhh
    Cmq si assiste alle solite inscenano battaglie per spartirsi posti gli ebolitani non meritano questo.
    Saluti Matteo
    ———————————————————————————————-
    Caro Matteo la politica ebolitana anche se vecchia è espressione del popolo ergo………Conte è il popolo più di chi dall’estrema sinistra è passato a destra.

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente