“Incontri con”… Massimo Cariello: Le videointerviste di POLITICAdeMENTE

Partono le videointerviste di POLITICAdeMENTE “Incontri con…” Massimo Cariello: Ieri, oggi, domani.

Un racconto di 25 anni di impegno politico dell’ex Sindaco di Eboli Massimo Cariello: Da giovane comunista ad Assessore con Rosania a Consigliere provinciale e Assessore di PRC con Villani, da Sindaco eletto con l’81% alle sue dimissioni travolto da un’indagine giudiziaria. Uno spaccato di uomo di “istinto” che da Rifondazione approda a De Luca, passando per Caldoro. 

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Con “Incontri con”… si apre un ciclo di videointerviste che POLITICAdeMENTE dedica a personalità del mondo della politica, della società civile, delle professioni e delle imprese. Un ciclo di incontri che in maniera confidenziale vuole servire: Per raccontare da un osservatorio privilegiato le vicende politiche, sociali, personali degli intervistati; Per raccontarci con domande e risposte i fatti dei quali si è stati in qualche modo protagonisti; Per raccontarsi, offrendo di volta in volta un “palcoscenico” attraverso il quale ogni ospite mostrerà la sua parte o le sue parti più nascoste.

Il primo ospite di POLITICAdeMENTE è l’ex Sindaco di Eboli Massimo Cariello, politico di lungo corso e protagonista politico per circa un ventennio, prima come Assessore nella prima e seconda Amministrazione Rosania, poi come Consigliere e leader locale di Rifondazione nel corso del primo e secondo mandato del primo e secondo mandato del Sindaco Melchionda. Di seguito, eletto Consigliere provinciale tra i più votati varca le mura cittadine da Assessore provinciale al lavoro della Giunta Villani spicca il volo, ma anche l’indipendenza facendosi guidare nei suoi rapporti politici più dall’ostinto che dalle ideologie, queste ultime man mano sempre più svanite.

Il suo obiettivo principale si capiva da subito è stato sempre quello di arrivare a conquistare la Città e diventarne il Sindaco. L’obiettivo, sconfitto al suo primo tentativo da Martino Melchionda e il centrosinistra, lo centra al secondo tentativo, cinque anni dopo battendo al ballottaggio il Centrosinistra guidato da Antonio Cuomo, con una coalizione prevalentemente Civica e con una parte del centrodestra (Nuovo Psi e Fratelli d’Italia) spaccandolo. Il suo primo mandato scivola ed è segnato da un confronto con le opposizioni aspro e duro. Arriva la scadenza del suo primo mandato e si riconferma Sindaco della Città di Eboli, sbaragliando i suoi avversari, con un risultato strepitoso ottenendo l’81% circa dei consensi. Apena insediato fu  travolto da una indagine giudiziaria che lasciò la Città attonita per il suo arresto e la sua decadenza e lo scioglimento del Cobsiglio comunale affidando la Città per un anno ad un Commissario prefettizio fino all’ottobre scorso, allorquando si è insediato sulla poltrona più alta del Palazzo di Città il Sindaco Mario Conte vincitore delle ultime elezioni amministrative del settembre scorso.

Un incontro nel quale Massimo Cariello ha parlato di se, dei suoi trascorsi politoci e amministrativi dapprima come giovane attivista del Partito della Rifondazione Comunista, poi da amministratore e da Leader dello stesso fino poi a svincolarsi dagli schemi politici e da uomo d’istinto proseguire seguendo più che le alleanze politiche i rapporti Istituzionali della così detta “Filiera Istituzionale” intessendo rapporti, prima con Stefano Caldoro e poi con il Governatore Vincenzo De Luca. Un racconto di entusiasmo e di amarezza che sebbene lo abbia legato a doppia mandata con i suoi concittadini, grazie al suo carattere affettuoso e cordiale, e quell’81% dei consensi raccolti lo conferma, è stato segnato anche da “cattiverie“, come egli stesso più volte le ha evidenziate, ma anche e soprattutto di affetti. Un “viaggio” di circa 25 anni di politica raccontando il Cariello di ieri, di oggi e di domani, che POLITICAdeMENTE ha voluto offrire con le sue domande, sfiorando gli aspetti giudiziari nel rispetto delle verità processuali, così come quello legato all’attualità politica, ritenendo non si possano dare ancora giudizi sull’operato dell’Amministrazione Conte a soli tre mesi dal suo insediamento.

Eboli, 21 gennaio 2022

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente