Comuni e Provincia alla Caropreso: si riveda il piano sull’Ospedale di Roccadaspide

Comuni e Provincia invitano la Caropreso a rivedere il piano.

Con Auricchio tutti i Sindaci del comprensorio i consiglieri Regionali Longo, Baldi, Fortunato, gli assessori Provinciali, Miano, Odierna, i consiglieri Provinciali Mazzeo e Cariello e Gambino per il Presidente Cirielli.

Sara Caropreso

ROCCADASPIDE – Si è tenuta ieri sera a Palazzo Sant’Agostino, sede della Provincia di Salerno, una riunione sul destino dell’ospedale di Roccadaspide, che sarebbe condannato ad un drastico depotenziamento secondo quanto si legge nel Piano del Presidio Unico della Piana del Sele redatto dalla project manager Sara Caropreso.

Negli ultimi giorni, tuttavia, quello che il Sindaco di Roccadaspide Girolamo Auricchio sta dicendo da anni in merito all’efficienza della struttura e della necessità che rimanga attiva anche in considerazione dell’isolamento che vive il territorio, viene condiviso da tutti: infatti da più parti si sta levando un grido a difesa dell’ospedale; un ospedale che non ha mai pesato sul bilancio economico della sanità, che vanta eccellenti professionalità ed attrezzature all’avanguardia, e che serve un territorio dai gravi problemi viari, e dove gli utenti, in caso di emergenza, in assenza del nosocomio rocchese sarebbero costretti a raggiungere Battipaglia o Eboli, troppo lontani perché si possa intervenire nel caso di un arresto cardiaco.

Ebbene ieri sera all’incontro in Provincia i presenti hanno condiviso queste considerazioni, e si sono impegnati a chiedere alla Caropreso l’immediata rivisitazione del Piano, ed in particolare “di recuperare le piene funzioni di emergenza/urgenza all’ospedale (pronto soccorso, rianimazione, UTIC, Area medica ed area chirurgica) in ragione delle difficoltà viarie esistenti e dei tempi di percorrenza verso gli ospedali di Eboli o Battipaglia.

“L’obiettivo di questo tavolo – fa sapere Auricchio – è fare in modo che il piano della dottoressa Caropreso, presentato alla Regione il 31 gennaio scorso, non venga approvato e venga invece modificato con l’attribuzione dei posti letto esistenti all’ospedale di Roccadaspide. Mi fa molto piacere che i consiglieri regionali abbiano riconosciuto la valenza del nostro presidio, valutando indicatori e prestazioni, oltre all’enorme distanza che separa il territorio della Valle del Calore, la zona dell’Alento e dei Monti Alburni dall’ospedale più vicino”.

All’incontro hanno preso parte oltre a Girolamo Auricchio, i sindaci o i rappresentanti dei comuni di Castelcivita, Roscigno, Corleto Monforte, Bellosgaurdo, Trentinara, Sant’Angelo a Fasanella, Ottati e Monteforte Cilento, l’assessore alle politiche sociali e sanitarie della Provincia di Salerno, Sebastiano Odierna, l’assessore all’agricoltura, Mario Miano, il consigliere provinciale Massimo Cariello e i consiglieri politici di Cirielli Alberico Gambino e Pasquale Mazzeo: costoro hanno concordato con i consigliere regionali Giovanni Baldi, Giovanni Fortunato ed Eva Longo di procedere per proporre la rivisitazione del piano.

Intanto domani alle 18 presso l’Aula Magna della Scuola Media di Roccadaspide il destino dell’ospedale sarà al centro di un incontro con cittadini, amministratori e forze politiche.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente