Da Santa Cecilia di Eboli 4 SI di SEL ai Referendum

il Comune di Eboli aderisca al Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per l’Acqua Bene Comune e la Gestione Pubblica del Servizio Idrico.

Il 12 e 13 giugno si vota per i REFERENDUM. Insieme a quello dell’acqua si vota anche per il nucleare e il legittimo impedimento.

Gerardo Rosania Referendum a Santa Cecilia

EBOLI – Una domenica di sole quella di ieri 15 maggio 2011, quindi di mare per i vacanzieri della domenica e per questo Sinistra Ecologia e Liberta ha pensato di trasferirsi a Santa Cecilia di Eboli nei pressi della rotatoria dalle ore 10,30 in poi colorando e bardando l’incrocio e la rotatoria stessa con striscioni, musica e volantini per spiegare i motivi e sostenere i 4 SÌ ai referendum del 12 e 13 giugno prossimi.

I 4 referendum sono importantissimi e ancor più perchè su di loro vi è stato un silenzio assoluto ed assordante dei media, senza citare tutti gli ostacoli che ha frapposto il Governo di Silvio Berlusconi, per evitare che i Referendum possano cancellare le norme sul legittimo impedimento. “E’ indispensabile la mobilitazione di tutti per non farci scippare il diritto di esprimere la nostra volontà, per non farci scippare i referendum”. – Sostengono i dirigenti di SEL che con Gerardo Rosania a capo promuovono l’iniziativa.

A causa del boicottaggio del governo a questi referendum, la maggioranza dei cittadini ancora non sa che si andrà a votare e su cosa saremo chiamati ad esprimerci. E’ dovuto intervenire il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, perché le televisioni di Berlusconi e quelle di Stato controllate da Berlusconi dessero gli spot sui Referendum con oltre un mese di ritardo rispetto a  quello che la Legge dice.

“Per questo, – sostengono i vendoliani – anche se siamo già convinti di votare , è importante partecipare a tutte le manifestazioni che saranno organizzate in questo mese che ci separa da questo appuntamento: dobbiamo essere in tanti, dobbiamo essere visibili, dobbiamo farci sentire, dobbiamo dare informazioni ai tanti che ancora non sono stati raggiunti.

Oltre al ai referendum, S.E.L. continua a chiedere che anche i nostri amministratori facciano la loro parte:

  • abbiamo presentato le firme raccolte per la petizione con la quale chiediamo che venga modificato anche il nostro Statuto Comunale per affermare anche lì che l’acqua è un bene comune, che la sua gestione deve restare pubblica e che è un bene sul quale i privati non possono lucrare;
  • abbiamo presentato la richiesta che anche il Comune di Eboli aderisca al Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per l’Acqua Bene Comune e la Gestione Pubblica del Servizio Idrico.

Sinistra Ecologia e Liberta’ chiede che il Sindaco convochi con urgenza un Consiglio Comunale per deliberare in tal senso: se non ora, quando?”.

Qui di seguito i 4 quesiti referendari.

Il referendum avrá quattro quesiti, uno piú importante dell’altro. Li elenco in maniera molto stringata.  Per ogni approfondimento andate qui:

http://it.wikipedia.org/wiki/Referendum_abrogativi_del_2011_in_Italia

Primo quesito (Acqua) Vuoi eliminare la legge che dá  l’affidamento a soggetti privati o privati/pubblici la gestione del servizio idrico? VOTA SI

Secondo quesito (Acqua) Vuoi eliminare la legge che consente al gestore di avere un profitto proprio sulla tariffa dell’acqua, indipendente da un reinvestimento per la riqualificazione della rete idrica? VOTA SI

Terzo quesito (Centrali Nucleari) Vuoi eliminare la legge che permette la costruzione di centrali nucleari sul territorio italiano? VOTA SI

Quarto quesito (Legittimo Impedimento) Vuoi eliminare la legge che permette al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai Ministri di non comparire in udienza penale durante la loro carica? VOTA SI

Come per ogni referendum bisognerá raggiungere il quorum. 25 milioni di persone, il 50% degli aventi diritto, dovrá  recarsi alle urne per rendere il referendum valido.

SEL Referendum

SEL Referendum 1

Eboli, 16 maggio 2011

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. L’unica forza politica ad Eboli che parla dei referendum senza candidature personali è SEL questo gruppo di persone che condividono idee comuni e non solo politica e politichese ma veri ideali e senso quotidiano del vivere. Il 12 -13 giugno andiamo a votare altrimenti ci imbavaglieranno tutti Questi non hanno padroni ne sponsor ne incarichi politici ma solo voglia del fare ed informare la gente sulla condizione del nostro territorio.
    Si posso sembrare di parte ma è la verità.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente