De Luca alla XVIII Festa Nazionale del Sindacato dei Pensionati

“Pronti a qualsiasi sacrificio, se si tratta di costruire il futuro dei nostri figli. Ma non siamo disponibili a subire altri tagli per tutelare aree di parassitismo e rendite di posizione”.

De Luca alla Camusso: “Gli anziani sono una grande risorsa. portatori di valori antichi e moderni come il lavoro, il sacrificio, la famiglia”.

Vincenzo De Luca alla XVIII Festa dello SPI CGIL

SALERNO – Il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, ha voluto dare il suo contributo alla XVIII Festa Nazionale del Sindacato dei Pensionati SPI CGIL, che quest’anno si è tenuta a Salerno. La scelta di Salerno come vetrina nazionale è eloquente. Il Sindacato ha voluto indicare Salerno come una realtà meridionale virtuosa, e proprio in questo momento di massimo scontro con la Lega Nord sempre più prepotente e arrogante, e il Governo Nazionale, incapace di reagire alle sue spinte faziose, e il resto del Paese, rappresenta come non mai una scelta giusta e significativa.

Giusta, perché Salerno in ogni caso ha messo in itinere iniziative interessanti che coinvolgono gli anziani dall’assistenza domiciliare al loro impegno civile; significativa perché Salerno rappresenta l’avanguardia a livello nazionale sia per il suo massiccio intervento di trasformazione urbana che vede impegnati i più grandi progettisti del Mondo, sia per i traguardi raggiunti di cui De Luca e il Comune sono stati oggetto di premiazione, non ultimo quello della raccolta differenziata, messa a rischio dalla incapacità del Governo regionale di Stefano Caldoro, dall’Assessore all’Ambiente Giovanni Romano per le sue iniziative inconcludenti e dal presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli che ha ingaggiato una furibonda lotta con il Comune di Salerno per attribuirsi le competenze sull’esperimento di gara e la gestione del Termovalorizzatore, per poi soccombere, non avendo saputo organizzare il ciclo dei rifiuti, e prendersela con il suo Governo minacciando addirittura di dichiararsi indipendente.

Vincenzo de Luca Susanna Camusso XVIII Festa SPI CGIL

“Rivolgo un caloroso e cordiale saluto – ha dichiarato De Luca – a Susanna Camusso, ai dirigenti della Cgil e a tutti i convenuti a Salerno per questo importante appuntamento. E’ per noi un onore avere nella nostra città queste presenze perché qui a Salerno siamo convinti che gli anziani siano una grande risorsa per il nostro Paese. Da tempo abbiamo avviato un rapporto di collaborazione attiva con il mondo dell’associazionismo e con lo stesso Spi-Cgil per sottrarre la terza età a quello che era un vero e proprio stato di abbandono. Qui a Salerno sono in atto esperienze interessanti che vedono impegnati gli anziani in servizi di vigilanza davanti agli istituti scolastici e nei parchi urbani.

Sotto il profilo delle politiche sociali, il Comune di Salerno ha messo in campo un robusto e capillare servizio di assistenza domiciliare perché riteniamo che dalle forme di attenzione che si riservano agli anziani si deduce il grado di civiltà di una comunità. E siamo orgogliosi che a Salerno su questo terreno siamo all’avanguardia, anche se aspiriamo a migliorare ancora.

Va sottolineato con forza – ha continuato De Luca – che gli anziani sono una grande risorsa soprattutto per il tesoro di valori che sono in grado di trasmettere, perché, dopo anni di giovanilismo senza sostanza, è ormai ben chiaro che i valori più moderni sono quelli più antichi: il lavoro; lo spirito di sacrificio; la salvaguardia della famiglia. Perché senza lavoro e solidarietà non può esserci cammino di progresso per nessuna comunità autenticamente civile.

Nei prossimi mesi – ha concluso De Luca – dovremo affrontare sacrifici enormi, avremo davanti a noi un percorso di lacrime e sangue. E sarà questo il momento nel quale bisognerà stare in campo con il massimo impegno. Tenteranno – indicando come responsabile il Governo di centro-destra – di sottrarre ancora risorse agli Enti Locali e di intaccare il sistema pensionistico. Insomma, se la prenderanno come sempre con gli ultimi, con i più poveri in nome di ragioni speculative e di antichi privilegi. E, allora, sarà il momento di combattere. Saremo disponibili a qualunque sacrificio, se si tratta di costruire il futuro dei nostri figli. Ma non accetteremo, invece, tagli lineari che servono soltanto a tutelare aree di rendita e di parassitismo. E’ questa la sfida che ci attende e di fronte alla quale non ci tireremo indietro”.

Salerno, 19 giugno

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente