Comune di Eboli, Comunicati Stampa del 29 giugno 2011

L’assessore alla Polizia Municipale incontra gli esercenti pubblici;
Limitazione dell’erogazione idrica in via Fontanelle;
Approvato il completamento del sito di compostaggio;
Alla Multiservizi la gestione del litorale.

comune di Eboli

……………….  …  ……………….

Comune di Eboli
Ufficio stampa e Propaganda
Comunicato Stampa

L’assessore alla Polizia Municipale incontra gli esercenti pubblici.

L’assessore alla Polizia Municipale, Remo Mastrolia, ha incontrato stamattina nell’aula consiliare, gli esercenti dei bar e degli esercizi commerciali per affrontare il problema dello stop alla musica eccessiva nei pubblici esercizi. Erano presenti l’assessore alle Attività Produttive, Adolfo Lavorgna, una ventina di esercenti di pubblici esercizi, il presidente della Confesercenti, Donato Santimone.

“L’esigenza di convocare questa riunione – dichiara l’assessore Mastrolia – è sorta a seguito delle lamentele di alcuni cittadini che, in più occasioni, hanno manifestato disagio per l’eccesso di musica proveniente dai locali pubblici. Voglio ribadire che l’amministrazione comunale non è contraria a che si suoni, ma è necessario che vengano rispettate le esigenze di tutti i cittadini.

Il problema può essere arginato se vengono rispettate le prescrizioni che normalmente accompagnano il rilascio dell’autorizzazione, e cioè che le serate musicali vanno organizzate  previa autorizzazione della Polizia Municipale, che non si devono superare i 60 decibel e che devono terminare entro la mezzanotte.

L’amministrazione nei prossimi giorni aggiungerà a queste un’ulteriore  prescrizione: quella che le attività interessate devono essere in regola col pagamento dei tributi comunali.

Nel corso della riunione abbiamo inoltre invitato i gestori a stipulare un codice di autoregolamentazione. L’amministrazione dal canto suo cercherà di prolungare l’orario di servizio dei vigili fino a mezzanotte, per aumentare i controlli e garantire il massimo della sicurezza.

La verifica di eventuali sforamenti di decibel sarà affidata all’ARPAC, ma crediamo che il buonsenso degli operatori ebolitani farà sì che ciò non accada, come pure farà evitare l’accavallamento di eventi fra attività contigue”.

I risultati dell’incontro sono stati condivisi dal Sindaco, avv. Martino Melchionda: “Sono soddisfatto dei risultati di questo incontro. L’osservanza delle regole farà in modo che tutti, cittadini e esercenti dei pubblici esercizi, trascorrano un’estate migliore. Non vogliamo che Eboli diventi una città dormitorio, ma dobbiamo curare gli interessi di tutti gli strati della società. Richiamo dunque tutti al senso di responsabilità ed auguro a tutti un’estate serena”.

Eboli, 29 giugno 2011

……………….  …  ……………….

Comune di Eboli
Ufficio stampa e Propaganda
Comunicato Stampa

Limitazione dell’erogazione idrica in via Fontanelle

L’ASIS, con nota n.25259 del 29.6.2011,  ci ha comunicato che dal 30 giugno al 30 agosto 2011, in via Fontanelle, via Fontanelle II e nelle traverse ad esse collegate,  l’acqua non sarà erogata il martedì e il giovedì dalle ore 13.00 alle 17.00, per consentire alle zone alte di via Grataglie e via Lampione di rifornirsi dell’acqua necessaria al fabbisogno domestico quotidiano.

Questa misura è dovuta all’aumento dei consumi che si verifica durante il periodo estivo e per l’uso improprio dell’acqua potabile utilizzata per l’irrigazione di colture e giardini.

Per chiarimenti ed informazioni ci si può rivolgere agli uffici tecnici della sede ASIS di Battipaglia: 0828 – 346182/83, numero verde 800 -020180.

Eboli, 29 giugno 2011

……………….  …  ……………….

Comune di Eboli
Ufficio stampa e Propaganda
Comunicato Stampa

Approvato il completamento del sito di compostaggio

La Giunta Regionale, con delibera n.314 del 21 giugno, ha assegnato al comune di Eboli la somma di € 1.294,023,16 per il completamento dell’impianto di compostaggio.

“Esprimo grande soddisfazione per la decisione della Giunta Regionale – dichiara il Sindaco av. Martino Melchionda – che ha riconosciuto l’assoluta priorità e la valenza strategica dell’impianto. Questo risultato è il frutto di una battaglia di mesi e anni combattuta da questa amministrazione, che finalmente ha avuto ascolto da parte del governo regionale. Adesso il nostro compito è quello di attendere la reale erogazione dei fondi, che ci permetterà di completare un impianto strategico per risolvere la grave situazione dei rifiuti in Campania. È necessario che la Regione eroghi i  fondi  in tempi brevi, per far sì che i problemi creati da altri non ricadano su una città virtuosa come la nostra. Non è un caso, infatti, che i cittadini ebolitani non abbiano avvertito i disagi dell’emergenza rifiuti, ma il risultato di un sistema di raccolta di raccolta differenziata avviato già da anni e di una sapiente gestione dell’emergenza”.

Ing. Carmine Magliano, assessore all’Ambiente: “Fin dal 20101 abbiamo sollecitato continuamente il Settore Ambiente della Regione, ponendo l’attenzione alla necessità di completare la filiera inerente la gestione dei rifiuti, candidando Eboli ad essere la prima città del Sud che abbia realizzato le infrastrutture necessarie per risolvere il problema dei rifiuti: Isola Ecologica; Sito di compostaggio( realizzato all’80%); biodigestore per la produzione dei gas prodotti dal sito di compostaggio, appaltato con fondi privati.

L’amministrazione comunale fin dal 2008 ha creduto nella raccolta differenziata per risolvere i gravi problemi che attanagliano la Regione Campania. Non ultimo il Comune di Eboli è stato attivo convocando più volte i Sindaci della Piana del Sele e quelli dei comuni a sud di Salerno per sollecitare il completamento del sito di compostaggio. Ricordo la manifestazione democratica tenutasi il 23 giugno scorso presso il settore Ambiente della Regione, cui hanno partecipato molti sindaci della provincia di Salerno.

La delibera 314 che la Regione ha emesso, va nella direzione che il Comune di Eboli ha sempre sostenuto: che bisogna premiare i Comuni virtuosi che non possono pagare il prezzo di chi non fa il proprio dovere.

Ci auguriamo che in tempi brevi questo sito possa essere completato; più volte era stato dato l’annuncio che nel giugno 2011 doveva entrare in funzione, ma tale data non è stata rispettata.  La sua realizzazione sarà un aiuto economico per tutti i comuni che trasportano la frazione organica  fuori regione, con notevole aggravio di spese, mettendo in difficoltà i bilanci comunali.

Noi continueremo ad essere vigili come siamo sempre stati.”

Eboli, 29 giugno 2011

……………….  …  ……………….

Comune di Eboli
Ufficio stampa e Propaganda
Comunicato Stampa

Alla Multiservizi la gestione del litorale –

Credo – è così che l’Assessore alle attività produttive Adolfo Lavorgna sostiene nella nota che ci ha inviato – che ancora una volta si facciano commenti ed osservazioni confuse e consentitemi senza un’analisi ed un minimo di competenza specifica da parte dell’opposizione, in particolare del consigliere del PDL Lenza. “ Signor Consigliere  non è stato scoperto nessun pentolone”. E soprattutto in questo pentolone la Multiservizi non vi è stata buttata anzi è esattamente il contrario.

Il consiglio ha dato mandato alla giunta di  approntare un progetto di piano industriale efficace. Adesso, l’iniziativa, passa agli attuali management della società per completare quell’indirizzo e redigere il piano. E’  un’ iniziativa di eccezionale importanza, un grande impegno preso dall’Amministrazione per la città valutando con attenzione le risorse economiche e la potenzialità di redditività. Con questo atto  iniziamo un percorso che punta su un nuovo modello industriale, su un nuovo impiego del denaro pubblico e questa  operazione è una forma di investimento e non di chiacchiere.

Il patrimonio della  Multiservizi verrà rafforzato con il conferimento di qualche immobile importante e redditizio che consentirà il rilancio nella creazione di un nuovo soggetto imprenditoriale, con un piano industriale e con un rapporto più  forte con l’amministrazione. Adesso è necessario che anche le 34 famiglie, che io ho sempre difeso in maniera determinata e decisa sin dall’ inizio, facciano anch’essi la loro parte instaurando un nuovo rapporto improntato anche verso un sacrificio da parte loro. Ci attendiamo adesso, fatto questo passaggio, che anche i lavoratori e i sindacati che li rappresentino si siedano ad un tavolo con il management per  ridefinire modelli contrattuali diversi, ma improntati ad una nuova e ritrovata cultura del lavoro”.

La maggioranza intende rilanciare la Multiservizi. Si è pensato di inserire nel piano industriale una serie d’interventi e servizi ma che devono essere valutati con attenzione prima sul piano economico e poi su quello sociale. Nel nuovo oggetto sociale si prevederanno una serie di interventi e anche di iniziative gestionali da parte del CDA. Si sta valutando l’accertamento dei tributi, la revisione delle aree di parcheggio, l’installazione del fotovoltaico, eventi fieristici importanti la gestione di eventi estivi (ad esempio l’area interna agli impianti sportivi) che possano intrattenere con eventi musicali, giochi tornei o eventi teatrali l’utenza. Insomma una Multiservizi che “avrà un oggetto sociale, una ragione sociale che sarà il frutto della somma delle competenze in una prospettiva però di grande rilancio imprenditoriale del nuovo soggetto che potrà valersi nel suo piano industriale. Il che vuol dire aprire questa nuova società ad un nuovo grande mercato. Si tratterà si una società importante, con un buon patrimonio. Una società che è giusto quindi che torni ad essere in utile.

Questa è la prospettiva a fronte di una situazione difficile in questo momento.

Infine, nella  anche sui servizi della litoranea ,l’Amministrazione ha affidato alla Multiservizi la gestione. Sarà compito della multiservizi valutare come gestire i servizi e come ricavare il massimo possibile per l’azienda nonostante una buona parte delle maestranze interne usufruisce in questo momento degli ammortizzatori sociali e/o delle ferie obbligatorie.

E’ chiaro che la volontà dell’amministrazione è rilanciare le attività del litorale. Lo si sta facendo con moltissimi sforzi, il Sindaco tutta l’Amministrazione  ha lavorato per mitigare, di concerto con le altre Pubbliche Amministrazioni, come la Regione ed altri enti ,le prescrizioni del 2010. Oggi infatti la Regione ha emanato nuove prescrizioni in parte più rispondenti e flessibili a quello che può essere lo stato di fatto dell’area marittima.

E’ un primo passo, ancora c’è tantissimo da fare, ma è anche segno di un’attenzione forte al problema. Altro che scarso interesse. E’ stato rilevato anche nella commissione attività produttive dallo stesso Presidente Francesco Bello. Si è discusso degli indirizzi,dei servizi da gestire e sul percorso da fare.

La cosa grave è che si vuole strumentalizzare la sorte delle 34 famiglie della Multiservizi che, rischierebbero il posto di lavoro. Io penso che sia esattamente vero il contrario – dobbiamo dire la verità per essere seri e onesti nei confronti dei cittadini. Ci  troviamo di fronte ad una nuova opportunità di rilancio per la Multiservizi e la cosa grave è che questo non deve con dichiarazioni demagogiche avvenire sulla pelle dei lavoratori.

“Credo – conclude l’Assessore Lavorgna –  che tutti debbano effettuare con serietà delle valutazioni di merito e delle valutazioni sociali che naturalmente non possono sfuggire a chi fa politica soprattutto in realtà come la nostra”. Forse quel bavaglio tanto sventolato per altri in Consiglio Comunale dal consigliere Lenza,  bene avrebbe fatto, in questa occasione, ad utilizzarlo per sè!

Eboli, 29 Giugno 2011

4 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. ma questo larvogna è scandaloso!!! staremo a vedere queste grandi competenze…

  2. Il completamento del sito di compostaggio è veramente importante per la nostra città, complimenti alla giunta, rimaniamo vigili ed approfittiamo di questo momento di difficoltà della Regione per fare pressione ed accelerare l’invio delle somme necessarie per ultimar ei lavori, anche servendoci di denunce su media regionali e nazionali.

    Per la multiservizi, la salvaguardia dei posti di lavoro rimane prioritaria come la dignità degli stessi lavoratori, in futuro sarebbe meglio una maggior trasparenza nelle assunzioni.

  3. Si raccomanda il management della Multiservizio di avere un attenzione particolare sulla litoranea del RIPRISTINO delle condizioni minime di fruibilitù della CISTA CICLABILE. I paletti di kegno sono divelti in diversi punti e vanno sostituiti, come pue vanno tolte le erbacce sul percorso ed eliminate le buche che nel frattempo si sono formatte.
    Buona estate a tutti.

  4. Grazie, questo post mi da la capacità di accennare la cosa ad una mia conoscente che ci teneva immensamente.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente