Registri delle Coppie di Fatto? Per Forza Nuova Registri (In)civili

Sono Registri (in)civili. L’Italia ha bisogno di figli non di pervertiti.

Contropoposta di FN: monitorare  e sostenere  le famiglie che nel territorio soffrono particolarmente la crisi, già alle prese  coi loro perenni problemi (alloggio, reddito, lavoro).
La crisi economica europea: L’eurotruffa. L’unica strada è uscire dall’area Euro.

Forza Nuova Protesta

BATTIPAGLIA – Riceviamo e pubblichiamo da Mario Pucciarelli, Coordinatore cittadino di FN Battipaglia, un intervento sulle unioni civili e sulle politiche economiche europee. L’intervento, per quanto non condivisibile in alcuni tratti contiene affermazioni dalle quali è bene prendere le più assolute distanze.

Pertando pur rispettando le idee e i programmi di uomini e partiti, non si può fare a meno di sottolineare, che le perversioni toccano non i generi in quanto tali ma gli uomini e basta, e in questi ultimi anni siamo stati inermi testimoni delle “depravazioni istituzionali” che hanno occupato i massimi palazzi, da Palazzo Chigi a Palazzo Grazioli, passando dalla Sardegna ad Arcore, eppure in quel caso si trattava di depravazione ma grazie a Dio, secondo FN almeno erano rapporti naturali.

Allo stesso modo si spera che quei cattolici di cui si chiede la mobilitazione siano osservanti più che “sinceri”, per modo che possano seguire gli insegnamenti di nostro Signore Gesù Cristo, che amava ogni forma di vita e ogni essere vivente senza curarsi del genere, della razza o della specie.

Riguardo poi al giudizio sulle speculazioni delle Banche e dei “Pirati” della finanza mondiale, Europea e italiani, si può senz’altro convenire ma nemmeno è accettabile ritenere Mario Monti, uno “sgherro della plutocrazia mondiale”, invece di colpevolizzare questa “razza” politica dei Berlusconi, Tremonti e Bossi, che hanno frequentato il peggio dei capi di stato mondiali e che  hanno gonfiato i loro portafogli e ci hanno appezzentito, riducendo il nostro Paese “Cenerentola” mondiale.

Si può essere contrari alle unioni di fatto e alla istituzione dei Registri delle Unioni Civili e si può non condividere, allo stesso tempo le politiche economiche che si ispirano al liberismo più sfacciato, ma lasciamo stare le perversioni e lo sgherrismo.

………………..  …  …………………..

BATTIPAGLIA – Si è svolto sabato 12 novembre in Via Italia a Battipaglia, volantinaggio con gazebo organizzato dalla sezione locale di Forza Nuova. Temi trattati durante il presidio forzanovista:

  1. ) L’Eurotruffa, vale a dire, i nodi che vengono al pettine circa l’evidente fallimento della politica di integrazione europea e la possibilità di un ritorno alla moneta nazionale di popolo.
  2. ) Unioni incivili. L’opposizione di FN dinanzi al tentativo di alcuni partiti di sinistra, a Battipaglia, di “istituzionalizzare” coppie di fatto e unioni gay, col fervido e interessato sostegno dell’Arcigay, di istituzionalizzare  le cosiddette “coppie di fatto” (coppie omosessuali in primis)  attraverso un fantomatico registro delle unioni civili, onde ricondurle allo stesso livello di dignità della vera, unica e autentica famiglia: quella naturale fondata sul sacro e civilissimo vincolo matrimoniale.  Questo insano disegno non può che incontrare la nostra totale deplorazione.

Ricordiamo le  enormità giuridiche  come PACS, DICO che il governo Prodi, sulla scia dello zapaterismo, tentò a suo tempo di far passare, trovandosi, grazie a Dio,  la strada sbarrata dal popolo che scese in piazza e dalla Santa Chiesa, nel saper anteporre  il proprio argine spirituale.

Non avrebbe, quindi,  alcun senso, nè legittimità  morale proporre altre  “diavolerie” pseudogiuridiche nel quadro della nostra realtà sociale se non fosse che l’obiettivo reale di tutto ciò resta l’attacco diretto, mirato  a colpire l’unica, autentica, tangibile istituzione sociale: la famiglia naturale fondata sul sacro vincolo matrimoniale.

Lo spirito nichilistico che pervade tali forze e la protervia della lobby omosessuale cadrà  miseramente a vuoto, se Forza Nuova con l’ausilio dei cattolici sinceri saprà mobilitare l’opinione pubblica ed evitare una tale scempiaggine  che urta contro gli insegnamenti di N.S. Gesù Cristo e i fondamenti del diritto naturale. Forza Nuova,  di converso, lancia  la sua controproposta sociale: la necessità di  monitorare  e di sostenere  le molte famiglie che nel territorio soffrono particolarmente la crisi, già alle prese  coi loro perenni problemi (alloggio, reddito, lavoro) .

L’Italia ha bisogno di figli e non di pervertiti!

……………  …  ……………

La crisi economica europea: L’eurotruffa.

Per tanti anni, le invettive di Forza Nuova nei confronti della fallimentare politica economica europea non si sono mai risparmiate. Ma i soliti  imbonitori, apologeti dell’Euro, edulcorati dalla cialtroneria massmediale,  tessevano le lodi di questa moneta promettendo, all’indomani di pesanti sacrifici sostenuti a carico degli italiani, che tutto si sarebbe risolto.

L’Italia nel “bengodi” europeo sarebbe stata al riparo da ogni speculazione, con un maggiore potere d’acquisto, e, soprattutto, un’ economia prospera. Sono bastati dieci anni per smentire tale falsa profezia e capire in che razza d’imbroglio monetario siamo stati trascinati.

E , come se non bastasse, irrompe uno sgherro della plutocrazia mondiale, il corifeo della speculazione e del signoraggio, tale Mario Monti,  ad imporre al  popolo nuove misure “lacrime e sangue”.  Non v’è “eunuco” politicante di destra e di sinistra, impegnato a crogiolarsi nei propri privilegi di casta,  che sappia opporre un sussulto di dignità nazionale.  Dall’Islanda sopraggiunge l’esempio: gli strozzini legalizzati del FMI messi alla porta dal Governo come cani randagi!!!!

Solo Forza Nuova in totale controtendenza, senza infingimenti, nè sterili sofismi indica l’unica strada da seguire onde evitare l’eterno soggiogamento finanziario:

Uscire dall’Area Euro, azzeramento del debito estero e riadozione di una moneta di popolo.

Gli sciocchi inservienti, ennesimi falsi profeti sostengono che “tornare indietro sarebbe utopico”…salvo essere di nuovo sbugiardati  dai fatti ed accorgersi di trovarsi, qualche metro in avanti,  sulla sponda di un burrone.

Battipaglia, 13 novembre 2011

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Grazie a dio la Santa Chiesa si oppone ai diritti ed nel segreto delle proprie stanze continua a macellare bambini, questa sì che è sicurezza sociale e amore. E sempre grazie a Dio, la dignità e il rispetto che riconosco a dio (concetto ed essenza) sono ben lungi dall’essere rappresentati da pedopreti e fascisti.
    In merito al registro delle unione, non c’è che dire, qualcosa di buono c’è: oltre alla proposta in sè, ha fatto anche uscire delle nuove idee (magari che non c’azzeccano niente col registro delle unioni) ma pur sempre idee meritevoli di rispetto.
    Un’ultima precisazione: prima di fare dichiarazioni sull’euro e sul debito, converrebbe informarsi: il debito non è con l’estero; il debito pubblico lo si ripiana con la bce (o banca d’italia)…sono quelli i nostri creditori…conviene sapere qualcosa di più circa la finanza pubblica e i meccanismi monetari…altrimenti si rischia il sorrisetto pietoso.

  2. 1)Non si confonda tra la Chiesa (sposa mistica di NS Gesù Cristo) nella sua interezza e la condotta “perversa” dei singoli. E’ farisaico stabilire nessi assurdi e sistematici per screditare una grande istituzione religiosa.
    2) I “fascisti” non hanno mai preteso di rappresentare la dignità e il rispetto di Dio (ammesso che lei si riferisce al vero Dio e non ad una sua caricatura) poichè non rientra giustamente nel loro ministero. Ma difendere in terra ciò che è conforme alla legge divina e naturale è dovere di ogni autentico cattolico.
    3)Nessun sorrisetto pietoso, please. La BCE, in primis, è un ente privato straniero che opera in regime di diritto privato. Non caso per ogni euro emesso riceve da ciascun stato un equivalente di costo del 20% (leggasi Signoraggio di cui quasi nessuno parla). La Banca d’Italia ne è una semplice appendice funzionale di asservimento, avendo da tempo snaturato il ruolo originario di “istituto di credito nazionale” a difesa della stabilità monetaria interna.

  3. Chissà cosa accadrebbe se il redattore di questo splendido intervento si trovasse di fronte ad una persona cara che gli dichiarasse di amare una persona del suo stesso sesso. Lo fucilerebbe? Gli darebbe del pervertito? Lo bagnerebbe nell’acqua santa o lo getterebbe nel fuoco purificatore?!?

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente