Polito e le nomine C.d.A. della Eboli Multiservizi

Polito interviene sulla nomina del nuovo Presidente della Multiservizi. Il CdA è decaduto.

Secondo Polito per Statuto, quando decade anche un solo componente del C d A, decade l’intero Consiglio di Amministrazione: “nominato Antonini, decaduto Masci; decaduto Masci, decaduto l’intero CdA”.

Paolo Polito

EBOLI – Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’intervento del Consigliere Comunale di Futuro e Libertà per l’Italia, Paolo Polito, che aggiunge a quelle politiche già espresse in merito alla Multiservizi e al Piano Industriale della stessa, alcune considerazioni squisitamente tecniche, ma che nel contempo sottolinea: il modus operandi piuttosto scollegato rispetto alla sua maggioranza, dell’attuale Amministrazione comunale; evidenzia le sue carenze politiche; fa emergere i suoi errori politici quotidiani; caratterizza il come lo stesso provvedimento di Nomina di Antonini sia stato preso in assoluta solitudine; di come un errore può generare uno tzunami politico, ma soprattutto di come argomenti così delicati possano essere affrontati con una leggerezza disarmante, bruciando le stesse persone che coinvolge, anche se queste persone sono meritevoli di ogni stima e anche se le finalità vorrebbero andare da tutt’altra parte rispetto a quelle direzioni che invece si vorrebbe, quando si commettono errori di questa specie.

Il Consigliere Polito, che fa parte della Maggioranza e che sorregge con il suo voto l’Amministrazione Melchionda, con la nota politica che segue e che si pubblica per intero, avverte la necessità di intervenire pubblicamente sulla vicenda, perché evidentemente non ha potuto esprimere queste considerazioni in un luogo deputato alla maturazione di certe scelte, benché si ricorderà che il Consiglio Comunale aveva espresso ben altri indirizzi e benché egli insieme ai suoi colleghi Consiglieri Roberto Palladino per il PD, Emilio Masala per l’UDC e Arturo Marra per l’Api fossero stati indicati come gruppo di lavoro politico, che si sarebbe dovuto interessare della delicata vicenda della Multiservizi.

L’intervento di Polito, sottolinea inoltre il livello di dialogo politico che attraversa la Maggioranza e l’Amministrazione, e sottolinea come le decisioni improvvisate, e fuori contesto collegiale, siano prive di ogni efficacia politica e in questo caso anche giuridica, viepiù indebolite anche dalla applicazione del deliberato del Consiglio Comunale sulla rappresentanza di genere per garantire in tutte gli organismi la pari opportunità.

Adesso sulla base di queste considerazioni emerse, le soluzioni sono due: o a seguito delle dimissioni di Masci e della impossibiloità della nomina di Antonini si prende atto delle dimissioni dell’intero C.d.A.; o uno dei tre componenti il CdA passi da Casablanca e passi all’altro genere.

………………..  …  ………………..

Di Paolo Polito
Consigliere Comunale FLI

Auguri vivissimi all’amico (di vecchia data) Sergio Antonini per la nomina a Presidente del CdA della partecipata ebolitana.

Un saluto affettuoso anche al collega Gianfranco Masci, past President, e agli altri 2 componenti del consiglio che, a breve, dovranno essere sostituiti nell’organo amministrativo della società.

Già … proprio così.

Infatti, in base alle norme statutarie della Società in oggetto, quando decade anche un solo componente del Consiglio di Amministrazione, decade l’intero Consiglio di Amministrazione.

In ossequio, poi, al deliberato di Consiglio comunale sulla “rappresentanza di genere”, quando si nomina un organo collegiale occorre garantire la rappresentanza dei generi maschile e femminile.

Ergo, se è stato nominato Antonini significa che è decaduto Masci; ma se è decaduto Masci è decaduto l’intero CdA; quindi, deve essere nominato per intero il nuovo CdA (anche se per conferma di 2 consiglieri); sulle nuove nomine deve essere garantita la presenza di almeno una donna.

Chi dei 3 vuole garantire il deliberato di consiglio comunale?

Risultato:

  1. la nomina è invalida
  2. si deve procedere alla nomina dell’intero CdA
  3. almeno un componente deve essere donna.

Consiglio personale (all’amico Sergio Antonini): non firmare alcun atto!

Consiglio personale e istituzionale (all’amico Martino Melchionda): revoca tutto e nomina l’amministratore unico!

………………………  …  ………………………

Eboli, 10 maggio 2012

8 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Credo che sia più corretto rinnovare tutto il CdA e garantire l’equilibrio di genere.

  2. Questi della maggioranza si parlano solo con i comunicati stampa? O Polito non è più in maggioranza o è finita politicamente l’amministrazione.

  3. Questi non finiscono mai di stupirci.

  4. Ma possibile che cose così macroscopiche come la situazione della Multiservizi ( ed altre che forse lo sono ancora di più) non arrivino all’attenzione della magistratura ( ordinaria e contabile)? Possibile che nessuno intervenga?
    E’ una cosa veramente preoccupante.
    O sono veramente furbi i nostri amministratori ( a guardarli non si direbbe) o sono vere certe voci di popolo che sussurano di ……….. ( a buoni intenditori poche parole) .

  5. Scusate ma FLI sta in maggioranza? L’intera vicenda ci rappresenta una classe politica disattenta e non in grado di garantire politiche di sviluppo. La Multiservizi è stata interpretata come strumento elettorale. Oggi è un peso di cui non riescono enmmeno a disfarsene. C’è, invece, qualche politico ebolitano che riesce a cogliere le potenzialità di questa società, che pur vi sono?

  6. Ah, questi equilibri di genere!!!!!!!!!!!
    Questa società fatta per gli uomini, si riempie la bocca di concetti di pari opportunità (SAREBBE MEGLIO “PARI DIGNITA’) ma poi troppi temono le donne…almeno quelle che sviluppano idee e pensieri e poi li esplicano pure.

  7. beh, dovresti dirlo al tuo sindaco, non credi?

  8. i peggiori nemici delle donne sono spesso di sesso femminile…

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente