Salerno: 2° Appuntamento della Rassegna “Energie in Movimento”

Sabato 1 febbraio ore 21.00 e domenica 2 febbraio ore 18.30, Auditorium Salerno Energia, via Passaro 1, Salerno secondo appuntamento della rassegna “Energie in movimento”.

Lo spettacolo con la regia di Paolo Lista è un interessante divertissement che prende spunto dalla riflessione sull’importanza della cultura, quale veicolo di progresso civile sociale e personale specialmente in un momento di crisi, come quello che stiamo attraversando.

Liber-rassegna-Energie-in-movimento

Liber-rassegna-Energie-in-movimento

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Sabato 1 febbraio ore 21 e domenica 2 febbraio ore 18.30 secondo appuntamento della rassegna “Energie in movimento” curata dal regista Paolo Lista con lo spettacolo “LIBER” di Antonella Parisi e regia Paolo Lista.

Dopo il successo di pubblico e critica dello spettacolo “Omaggio a Fabrizio De Andrè”, nel secondo appuntamento è di scena ‘il teatro’ con la Compagnia Teatro Bis che da tempo propone interessanti pièce ricche di creatività nella costruzione scenica che nel linguaggio teatrale. Anche con “LIBER” questa aspettativa sarà affidata all’autrice Antonella Parisi che è anche la protagonista insieme a Pina Russo, Sabatino Apicella, Annamaria Bruni, Erberto Cantarella, Rosina Serpe, Giovanna Naddeo.

Antonella-Parisi

Antonella-Parisi

Lo spettacolo è un interessante divertissement che prende spunto dalla riflessione sull’importanza della cultura, quale veicolo di progresso civile sociale e personale specialmente in un momento di crisi, come quello che stiamo attraversando dove, secondo recenti statistiche, circa 30 milioni di italiani non ha letto neanche un libro e che l’analfabetizzazione in Italia è arrivata a cifre preoccupanti. D’altronde due episodi internazionali la dicono lunga sul processo di destabilizzazione dell’istruzione nell’era della globalizzazione:

  • nel settembre 2003, a quanto riferisce Emilia Ferreiro, in un incontro tra FMI e Banca Mondiale si era arrivati alla determinazione che gli insegnanti sono troppi, a causa loro le scuole costano troppo, perciò si è proposto di eliminarli progressivamente sostituendoli con i computer. Alla obiezione di qualcuno che evidenziava come in questo modo si impedisse la socializzazione dei ragazzi,veniva risposto che si sarebbe potuto ovviare dedicando un giorno alla settimana alla attività sportiva collettiva.
  • Del resto Stiglitz se n’è andato dalla Banca Mondiale, perché quest’ultima per elargire finanziamenti, chiedeva ai paesi poveri come prova d’amore di rinunciare a stanziare fondi per l’istruzione,considerati evidentemente un inutile spreco.
Antonella-Parisi-Liber

Antonella-Parisi-Liber

Come grandi autori hanno dimostrato anche temi molto profondi possono essere trattati e rappresentati con leggerezza ed ironia , suscitando interesse e divertimento nel pubblico. E’ il caso di “LIBER” dal latino libro ed anche radice di Libertà per sottolineare come possano camminare insieme. In scena comincia ‘la favola’ in cui il libro è protagonista, si passa poi a srotolare il gomitolo delle situazioni che si materializzano in scena attraversando vari generi: dal surreale al paradossale, dal grottesco alla farsa, dal vaudeville alla contemporaneità, tutte incastonate in un gioco teatrale che si snoda tra coreografie geometriche e riflessioni condivise. La linea divertente è intrecciata a doppio filo alla profondità della tematica che non rinuncia alla denuncia di crude verità sostenute con maestria ed abilità scenica dalla stessa autrice.

INGRESSO euro 10
INFO: 349.6671801 388.7339912

Salerno, 28 gennaio 2014

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente