Pontecagnano: Il Museo è chiuso. Il PD incontra la Direttrice

Il Museo è chiuso: Il Partito Democratico si sostituisce all’Amministrazione ed incontra la Direttrice del Museo Archeologico Nazionale Dott.ssa Iacoe.

Venerdì 24 gennaio  scorso il Segretario ed i Consiglieri comunali del PD, hanno voluto conoscere le cause della chiusura della struttura, riconducibili a una banalissima serie di infiltrazioni presenti nella sala espositiva e la rottura degli impianti di riscaldamento.

Nunzia-Fiore-Francesco-Fusco-Giuseppe-Lanzara-Giovanni-Ligurso-Gerarda-Sicagruppo-consiliare-pd-pontecagnano

Giuseppe Lanzara-Nunzia-Fiore-Francesco-Fusco- Gerarda Sica-Giovanni-Ligurso-gruppo-consiliare-pd-pontecagnano

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

PONTECAGNANO – Venerdì 24 gennaio 2014 scorso il Segretario ed i Consiglieri comunali del Partito Democratico, a seguito di loro formale richiesta, hanno incontrato la dott.ssa Angela Iacoe, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano. La riunione, voluta per chiarire le cause della chiusura della struttura e tenutasi nella sede museale stessa, ha fatto emergere che i maggiori impedimenti per la riapertura al pubblico sono: una banalissima serie di infiltrazioni presenti nella sala espositiva e la rottura degli impianti di riscaldamento.

Considerata la “coraggiosa” scelta progettuale di creare una sala openspace priva di pilastri e composta da lucernari e tenuto conto che gli interventi messi in atto fino ad oggi sono stati temporanei e dunque non risolutivi, l’unica strada percorribile resta quella dell’eliminazione dei lucernari e della modifica del tetto.

L’esecuzione dei lavori necessari a rendere la struttura idonea ed eliminare gli inconvenienti lamentati, richiederanno 60 giorni di lavoro, a partire dal prossimo maggio (prima non è possibile iniziare perché per sostituire il tetto è necessario il bel tempo) e circa 200.000,00 euro di denaro, già impegnati dalla Soprintendenza di Salerno e preventivati dalla società che eseguirà l’intervento straordinario.

Sul caso, i consiglieri comunali del Pd Giuseppe Lanzara, Nunzia Fiore, Francesco Fusco, Gerarda Sica, Giovanni Ligurso, denunciano:

“E’ possibile che i consiglieri comunali di opposizione si debbano sostituire all’Amministrazione comunale? La chiusura del museo è un furto ai cittadini ed un’offesa alla loro intelligenza. Una risorsa come quella, che dovrebbe consentire sviluppo economico e turistico ed essere fonte di valorizzazione del lavoro, della storia e della cultura, non può essere lasciata in uno stato di abbandono e di inefficienza! E di questo l’Amministrazione, specie nella figura del Sindaco Sica e dell’Assessore al ramo Pastore, è la prima responsabile perché non solo non si è adoperata per il problema di cui sopra, ma neanche per la creazione di una rete con gli altri enti, con gli uffici turistici, con le agenzie di promozione o con le associazioni del territorio… Ci hanno derubato di tutto: della sala consiliare, della biblioteca, della guardia medica, del cinema, di luoghi dedicati allo sport (perché, come tutti sanno, anche il palazzetto di S. Antonio ed i vari campetti in erba sintetica sono inagibili) ed ora dell’ultimo posto dedicato alla cultura e al turismo. Ci hanno ingannati in campagna elettorale, promettendoci mari e monti – compresa l’apertura di un ingresso del museo da Piazza Risorgimento – e lo stanno facendo tutt’ora, privandoci di diritti ed opportunità”.

Pontecagnano, 31 gennaio 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente