Direzione PD: Renzi in diretta streaming “Liquida” Letta e il Governo

Oggi, alla Direzione Nazionale del Partito Democratico. Renzi ha liquidato in Diretta streaming Il Premier Letta: “Sic transit gloria mundi“.

La Direzione Nazionale PD dopo l’intervento di Renzi e un dibattito “erudito” tra citazioni classiche e poetiche con 136 voti favorevoli, 16 contrari e 2 astenuti approvato un Ordine del Giorno che “liquida” Letta e il suo Governo. Il Premier domani sale al colle per dimettersi.

Matteo-RenziDirezione Nazionale-PD

Matteo-RenziDirezione Nazionale-PD

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

ROMA – Oggi, giovedì 13 febbraio,  presso la sede del Partito Democratico in via Sant’Andrea della Fratte, 16, si è riunita la Direzione nazionale del partito, che il Segretario Nazionale Matteo Renzi ha voluto si riprendesse e si trasmettesse in Diretta straming da YouDemTV. I lavori sono stati trasmessi in diretta su www.youdem.tv e sul sito del PD www.partitodemocratico.it e per seguirli è bastato solo collegarsi.

Il Premier Enrico Letta ha preferisce rimanere a Palazzo Chigi in attesa della “sentenza” del suo partito facendo sapere: “Non ci sarò, così la discussione sarà più serena e libera“. Quindi Enrico Letta non parteciperà ai lavori della Direzione Nazionale del Pd, che tra l’altro sarà trasmessa in diretta streaming sul Canale TV di YouDem, durante la quale sarà deciso se mantenere o meno l’appoggio al governo. Lo rende noto lo stesso premier in una nota: “Penso – ha spiegato Letta in una sua nota ufficiale – che sia fondamentale che la discussione si sviluppi, e le decisioni conseguenti siano assunte, con la massima serenità e trasparenza. Per questo preferisco aspettare a Palazzo Chigi le determinazioni che verranno prese”.

Il Messaggio di Letta alla Direzione:

Carissimi,
penso che, in una giornata importante come questa, sia fondamentale che la discussione si sviluppi, e le decisioni conseguenti siano assunte, con la massima serenità e trasparenza. Per questo preferisco aspettare a Palazzo Chigi le determinazioni che verranno prese, in modo che tutti in Direzione si sentano liberi di esprimere valutazioni ed esplicitare le decisioni che ritengono opportune.
Vi ringrazio,
Enrico Letta

Oggi la Direzione Nazionale del Partito Democratico doveva decidere al termine dei lavori se proseguire o meno questa esperienza di Governo a guida di Enrico Letta o andare oltre, staccare la spina e passare alla guida di un Governo affidandolo all’attuale segretario Matteo Renzi. La discussione, sebbene nella giornata di ieri, l’attuale presidente del Consiglio abbia voluto rilanciare il suo governo con il “Piano Italia“, pur apprezzando non ha soddisfatto il PD e lo stesso Renzi, il quale si è spinto oltre fino a chiedere la staffetta per prendere in mano lui le redini dell’esecutivo, che a dieci mesi dal suo insediamento ha solo galleggiato tra annunciazioni e indecisioni specie come la storia infinita sull’IMU.

Enrico-Letta-Matteo-Renzi

Enrico-Letta-Matteo-Renzi

La decisione non è stata molto semplice, Matteo Renzi proprio oggi ha ricevuto una vibrata protesta da un gruppo di manifestanti, gente che ha perso il lavoro, che gli è stato ridotto lo stipendio, che è affossato dalle tasse e che non ce la fa nemmeno ad arrivaare alla seconda settimana e sta sempre più male e va sempre più giù verso una povertà che il Parlamento, il Governo e i Partiti compreso il PD ignorano o fanno finta di ignorare. Su queste considerazione si chiedeva se Renzi avesse il coraggio di rompere questa spirale di depressione e se fosse inutile continuare a sopravvivere, oppure comprendere che fosse giunto il momento di vivere e di assumersi quelle responsabilità per compiere quegli atti che gli italiani si aspettano.

Intanto Corradino Mineo nel pomeriggio aveva effettuato un suo rapido sondaggio a Palazzo Madama, e alla fine del quale ha fatto sapere che al momento non vi fosse nessun gruppo parlamentare disposto a dare la fiducia ad un Governo Letta.Sic transit gloria mundi“. E daltronde, per come si è svolto e si è concluso la Direzione del PD di oggi, nemmeno il partito del Premier mostra di averne fiducia, e così è stato. La sentenza che letta si aspettata è arrivata: Letta non è più…… Presidente del Consiglio.

Letta è stato “LIQUIDATO” in diretta streaming, e con 136 voti favorevoli, 16 contrarie 2 astenuti, la Direzione ha approvato il seguente Ordine del Giorno:

La Direzione Nazionale: ringrazia l’On. Enrico Letta per il positivo lavoro svolto alla guida del Governo, Esecutivo di servizio nato in un momento delicato dal punto di vista economico, politico e sociale e per il significativo apporto in particolarmodo per il raggiungimento degli obiettivi europei, assume il documento “Impegno Italia“, come contributo per affrontare i problemi del Paese; Rileva la neecessità e l’urgenza di aprire una fase nuova con un nuovo esecutivo che abbia la forza politica per affrontare i problemi del Paese con un orizzonte di Legislatura, da condividere con l’attuale coalizione di Governo e con un programma aperto alle istanze rappresentate dalle forze sociali ed economiche; Invita agli organismi dirigenti legittimati dal Congresso appena svolto, ad assumersi tutte le responsabilità di fronte alla situazione, che si è determinata per consentire all’Italia di affrontare la crisi istituzionale, sociale ed economica, portando a compimento il cammino delle riforme avviate con la nuova legge elettorale e le proposte di riforme costituzionali riguardanti il Titolo V della Costituzione e la trasformazione del Senato della Repubblica e mettendo in campo un programma di profonde riforme economiche e sociali, necessari alla promozione di sviluppo e crescita e lavoro per il nostro Paese.

Si è capito subito come si sarebbe svolta questa Direzione e dopo l’intervento di Matteo Renzi è stata una conferma, e da quel momento non c’è stato più scampo e la discussione è proseguita ma con toni bassi e misurati. Tra i più interessanti sicuramente: quelli dei capigruppo parlamentari Luigi Zanda e Roberto Speranza, del Governatore della Liguria Claudio Burlando e del Sindaco di Salerno e Vice Ministro delle Infrastrutture ed i Trasporti Vinvenzo De Luca, che ha parlato da Ministro, i quali hanno condiviso la difficoltà e la strategia del Segretario; quello di Pippo Civati, del tutto contrario ma pieno di riferimenti politici per nulla trascurabili che ha preannunciato il suo voto contrario;  quello di Gianni Cuperlo che pur essendo sostenitore di Letta non sembra sia stato molto convoncente, ha anche tentato ma senza riuscirci, di far proseguire il dibattito sperando di rinviare il voto, rimandando il “verdetto” o la “sentenza” ma la difesa è sembrata nemmeno tanto convincente oltre che politicamente indifendibile; Poco convincente e addirittura farfugliante è stato l’intervento dell’ex Vice Ministro dell’Economia Stefano Fassina, poi dimessosi per quella battuta di Renzi “Fassina chi“; Insomma non c’é stato niente da fare Enrico Letta, che sembrava essere stato inventato apposta per essere e per interpetrare il ruolo di Primo Ministro, perché gradito al mondo della Finanza e al mondo economico, oltre che al Presidente Giorgio Napolitano e ora deve “sloggiare” da Palazzo Ghigi. Si va avanti, sperando che quell’avanti non sia quel Film che già abbiamo visto e che non c’é piaciuto ne per come è stato girato, ne per chi lo ha interpetrato e ne per chi lo ha scritto e voluto.

Il Presidente del Consiglio Enrico Letta appreso il risultao e le decisioni della Direzione Nazionale del PD ha dichiarato: A seguito delle decisioni assunte oggi dalla Direzione nazionale del Partito Democratico, ho informato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, della mia volonta’ di recarmi domani al Quirinale per rassegnare le dimissioni da presidente del Consiglio dei ministri.

Direzione-Nazionale-PD-Matteo-Renzi-Momento-dello-scrutinio

Direzione-Nazionale-PD-Matteo-Renzi-Momento-dello-scrutinio

SEGUI IN DIRETTA CLICCA

SU YouDem TV

per collegarti con i lavori della
DIREZIONE NAZIONALE del PD

Roma, 13 febbraio 2014

14 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente