Rotondo PD sul Bilancio: “Abbiamo lasciato i conti a posto”

Il commissario prefettizio ha approvato il bilancio 2014 e il rendiconto finanziario.

Il capogruppo uscente del Pd Vincenzo Rotondo esprime soddisfazione: “Abbiamo lasciato i conti in salute e in ordine”.

Vincenzo Rotondo

Vincenzo Rotondo

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – A testimonianza dell’ottimo lavoro svolto – dichiara il capogruppo uscente del Pd Vincenzo Rotondo in una nota che ci è pervenuta – dall’Amministrazione Melchionda in tema di finanze, il nuovo commissario prefettizio Vincenza Filippi, alla quale rivolgiamo il nostro augurio di buon lavoro, nella giornata di ieri, ha approvato il bilancio di previsione 2014 ed anche il rendiconto di gestione riferito all’anno 2013.

Tale gesto – consentitemi di fare osservare dice Rotondo – è traccia della salute dei conti dell’Ente, risultato, questo, del nostro lavoro. Abbiamo lasciato i conti in perfetto ordine; pur in un contesto di grande sofferenze per le casse dell’Ente, abbiamo avviato un importante percorso di risanamento finanziario, che nel tempo darà risultati positivi per la nostra città.

L’approvazione di due atti così importanti non può che essere motivo di grande soddisfazione per noi che, fino a ieri, abbiamo amministrato e affiancato l’ex Sindaco Melchionda. Il lavoro ben fatto dà i suoi risultati, anche quando, di fronte ad un epilogo così inaspettato e brusco, non si ha la possibilità di condurre, in prima persona, a termine le proprie azioni.

Tuttavia, tante sono le iniziative fatte in ogni campo – dai lavori pubblici alle politiche sociali, dalle politiche finanziarie ai grandi investimenti – così come altrettanto numerosi sono i processi avviati, ed in corso di definizione, il cui iter ci aspettiamo si dispieghi con altrettanto successo.

Penso anche alla firma della convezione per il collettore fognario, sottoscritta ieri e che disciplina i rapporti tra il Comune di Eboli e la Regione Campania. Un altro traguardo importante, rispetto al quale va segnalato l’impegno profuso dall’ex consigliere comunale Pasquale Salviati, che ha seguito da vicino tutto l’iter che condurrà alla realizzazione di tale importante infrastruttura, ponendo, tra le altre cose, le periferie della città in cima alla propria agenda politica.

Il progetto rientra nell’ambito delle iniziative di accelerazione della spesa del POR CAMPANIA FESR 2007-2013 e vorrei ricordare che tale progetto è stato approvato anche in sede di Consiglio Comunale, nell’ambito del programma triennale delle opere pubbliche; e a votarlo, allora, fu solo la maggioranza consiliare.

Il voto favorevole di allora, insieme al lavoro svolto, ha consentito al progetto di andare avanti, e di poter consegnare oggi alla città una infrastruttura di grande rilievo in termini ambientali.

Ricordo infine – conclude la nota del Capogruppo del PD Vincenzo Rotondoche sono in corso di pubblicazione ed espletamento numerose gare relative a significativi interventi di riqualificazione urbana; anche qui un lavoro condotto dall’amministrazione Melchionda, con il prezioso supporto tecnico dei funzionari. Il nostro impegno continua, e per ora non possiamo che essere fieri dei frutti della nostra azione politica“.

Eboli, 3 ottobre 2014

16 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. questo signore nella foto è un altro che non vedremo più sulla scena politica ebolitana,non penso lo rimpiangeranno in molti!!!!!
    il pd cambi i vertici o ad eboli avrà amare amarezze

  2. spero che questi del Movimento 5 Stelle riescano a trovare un nome che possa mettere all’angolo tutti questi riciclatori di professione. Sempre gli stessi che vogliono passare per le verginelle che da illibate vorrebbero proporsi in sposa alla collettivita. No cari amici, non sono verginalle, ma delle grandissime p ….. (lo censuro io prima del moderatore) che con posizioni da kamasutra politico sinistra-centro-destra pensano di abbabbiare ancora gli elettori, ai quali sico. Svegliatevi, la pacchia è finista. Non possono promettere più niente perchè niente c’è o almeno ci sono solo macerie. Chiedete quanti soldi hanno preso tra indennità gettoni di presenza e incarichi vari. Si sono fregati l’impossibile e l’unica cosa che sono riusciti a fare è stata l’aumento esponenziale delle addizionali comunali TARI TASI e tutte le corna che hanno. Prima che ci vendono anche casa mandiamoli a casa con un non voto a questa gente. Votate chi volete ma non queste brutte facce solite.

  3. Penso che questo post del Movimento Cinque Stelle di Eboli faccia chiarezza a fronte della oscurantezza intellettuale e politica:

    Il Movimento 5 Stelle di Eboli rimane sbigottito dalle dichiarazioni del capogruppo del Pd in consiglio comunale, relative all’avere definito i “ conti in ordine “ e “ il Commissario ha approvato bilancio e rendiconto”. Tali affermazioni suscitano la fondata convinzione di trovarsi a vivere in una altra realtà comunale. Ed infatti: 1) il rendiconto è da sempre sinonimo di bilancio consuntivo che è stato approvato nell’aprile dello scorso anno, quindi non si comprende a quale approvazione si riferisse a meno che l’esponente capogruppo del PD non scambi gli allegati al bilancio di previsione costituiti da bilancio pluriennale, relazione previsionale e programmatica e consuntivo approvato ad aprile scorso con il rendiconto. 2) il Comune ha utilizzato il cosiddetto “ decreto Salva Comuni” ovvero attivato la procedura per il riequilibrio finanziario pluriennale e questo al contrario di quello che dice il capogruppo Pd, dimostra che i conti non erano in ordine. In proposito sarebbe interessante e soprattutto trasparente conoscere la delibera della Corte dei Conti che ha approvato il piano di riequilibrio. Piano che ingessa il bilancio per i prossimi 10 anni portando al massimo livello tasse e tariffe quindi con oneri a carico dei cittadini che dovranno pagare le dissolutezze di chi ha governato il nostro Comune. 3) il Comune di Eboli con la trovata estemporanea del Governo Monti si è inventato il “ pre-dissesto” ovvero l’evitare la bancarotta, il fallimento che vuol dire la procedura di dissesto che determina l’arrivo di un commissario, che garantisca solo i servizi essenziali ai cittadini, vende il patrimonio disponibile, blocca l’accumulo degli interessi passivi e sposta, se necessario, il personale pubblico, allo scopo di raggiungere di nuovo l’equilibrio di bilancio. Questo ha rischiato il nostro Comune di Eboli, altro che i conti in ordine. Sarebbe invece doveroso fare una operazione di trasparenza sul reale stato dei conti. 45 milioni di Euro di debiti sono ripartiti su 10 anni ed ulteriori potenziali debiti per 15 milioni di Euro che potrebbero essere determinati dalle sentenze di eventuale condanna per espropri in area PIP. Infine, le approvazioni del Commissario sono mere prese d’atto e null’altro, pertanto una delegazione degli Attivisti 5 Stelle chiederanno un incontro al Commissario per avere ulteriori informazioni. Eboli, 06.10.2014
    Gruppo Comunicazione Attivisti Movimento 5 Stelle – Eboli-

  4. movimento che vredete le stelle,molte più di cinque,la vostra arroganza rimane proporzionale solo alla vostra impreparazione,non sareste capaci di essere amministratori condominiali neanche di un monolocale.

    • Analfabetismo e qualunquismo politico allo stato puro! Gli ebolitani avranno modo di valutare il livello della nostra impreparazione e incompetenza quando sarà ufficializzato il nome del nostro candidato sindaco, che bella sorpresa per tutti i politicanti di professione che hanno ridotto la nostra Eboli in un ammasso di macerie…ormai manca poco, il modo scellerato e clientelare di amministrare il paese sta per diventare solo un orribile ricordo…al governo cittadini a 5 stelle che come tutti gli altri cittadini vivono ogni giorno i disagi della città e conoscono realmente le problematiche del nostro paese, sicuramente fabiolo ha studiato pochino…non conosce Aristotele e il significato semantico di politica…google ti può aiutare!

    • se ci si informasse sui risultati miserabili dei primi cittadini grillini,si sarebbe accorti nel profferire promesse di preparazione competenze e bla bla bla…
      Sono i grillini, i nuovi presuntuosi talebani del pensiero comico, privi per di più di una cultura politica, privi di qualsiasi ideale se non l’obbedienza al padrone Beppe Grillo che cavalcando il disagio sociale aizza le folle distribuendo insulti a destra e a manca. Nient’altro. In pratica, il nulla.
      asini oltreché sbruffoni perché credono che basta fare parte del M5S per acquisire automaticamente la patente di moralità, di integrità, di capacità di analisi e valutazione politica; credono di essere addirittura in grado di formare un governo da soli e con in mano una soluzione già pronta per ogni problema del Paese. Il tutto in nome di una autorevolezza che non si sa bene da dove provenga.

  5. convinti che l’appartenenza al M5S procura una sorta di invulnerabilità contro qualsiasi errore e di conseguenza contro qualsiasi critica che gli si possa muovere. Se un grillino -dal capo all’ultimo degli attivisti- commette un errore è giustificato in quanto tale. Senza addurre alcuna motivazione, se non quella che tutto il resto è merda e casta.
    Senza contare il benaltrismo dei grillini. Tutto passa in cavalleria quando l’errore arriva dal Movimento di Grillo e Casaleggio.
    Se un sindaco del M5S, per fare un esempio, consente disparità di trattamento tra gli alunni nella mensa di una scuola, non c’è niente di grave. Niente ci fa. Mica ha rubato quel sindaco, mica ha ucciso nessuno, mica fa parte della kasta.
    Insomma, se oggi Marcello Marchesi fosse vivo, si può esserne certi, direbbe così: «Sì, d’accordo, è cretino: ma è un grillino».

  6. si dimostra la totale impreparazione ad amministrare una città come eboli . Abbiamo bisogno di persone autorevoli e che abbiano le capacità immediate di intervenire e risolvere i gravi problemi della nostra città. Non ci servono “IMPROVVISI”. non è possibile inventarsi sindaco e organizzazione (partito o movimento) che amministra una Città.

    • Queste parole non sono di una mamma di Eboli…tanta esperienza alle spalle sui trolloni politicamente impreparati che infestano il web. Oramai siete facilmente identificabili.

  7. Partono i Troll locali, con casacche dei vari schieramenti che fanno il mestieri di inquinato ti di pozzi dopo aver ricevuto i pizzi (pizzini) dai capetti di turno.
    Vorrei dire ai Troll professionali di avere un po’ di dignità e amor proprio. Non dico di non criticare, anzi ben venga la critica se costruttiva.
    Ma invece di mettere in moto la macchina del fango perché non provare avrà giornate guardando le carte e non seguendo i gossip?
    La verità su di un fatto e’ una sola non possono esserci due verità quindi con serietà guardiamo le carte e poi si giudica.
    Il comune e’ in un forte stato di crisi e non si può dire tanto male tanto peggio non si fa un buon servizio alla collettività.
    Va bene fare il tifo per un candidato per cui vige il concetto che il mio e’ meglio del tuo, ma qui non stiamo parlando di una squadra di calcio ma del futuro di una città.
    Allora con un po’ di dignità, come ai tempi di grandi uomini politici come Berlinguer e Almirante che sono stati oratori e persone che mai hanno offeso l’avversario ma si sono sempre rispettati nella loro diversità, ci vorrebbe un po’ di bagno di umiltà per tutti. Ve vale la forte dei nostri figli e della nostra ex bella città.

    • AI TROLL PREFERIAMO I NEW TROLLS,AGLI GNOMI AL PESTO PREFERIAMO UN VECCHIO PRETESTO!
      VIA I DEMAGOGHI UN TANTO AL KILO DALLA POLITICA..
      UN VAFFA A GRILLO DI CUORE!

  8. Vieni a parlare con i grillini della mia città. Se provi a discutere di economia ti dicono che ti presentano il loro esperto e il loro esperto è uno che lavora in banca e che più liberista non si può. Sono andati a Genova qualche mese fa ad un comizio di Grillo quando sono tornati erano invasati, noi siamo il cambiamento, dicevano, si sentiva un’energia che circolava tra di noi quando parlava Grillo, eco qua un nuovo santo mi sono detta. Perchè le interviste si fanno solo a Grillo o Casaleggio, gli altri quelli scelti dal 25% degli italiani sono per caso deficienti? Poi i due guru cosa dicono di così interessante? Una volta vogliono uscire dall’euro poi il giorno dopo ci ripensano e correggono il tiro. Se Grillo dalla piazza grida contro la Merkel, il giorno dopo ci pensa Casaleggio a risistemare le cose. O sono dei semplici ignoranti oppure ha ragione il moralista il Movimento 5 Stelle è chiaramente una finta opposizione, nata per assorbire e congelare il crescente malcontento e puntellare lo status quo.

    • Grande Renzo…un commento di altissimo livello politico, complimenti vivissimi…sempre le stesse cretinate su Grillo e Casaleggio, nessuna novità…tabula rasa…sei invitato ufficialmente ad una riunione del M5S di Eboli, se hai delle proposte alternative al movimento, valide e mirate a sconfiggere il malaffare politico della città noi saremo ben lieti di intavolare una disquisizione in merito…vieni noi siamo aperti a tutto e a tutti, su questo puoi stare tranquillo, però devi presentarti con il tuo vero nome ad maiora!

  9. Preferisco mille volte incompetenti ma onesti, perché la competenza la si può acquisire sul campo, anziché competenti disonesti perché l’onestà o la tieni o non la tieni.
    Ideale sarebbe competenti ed onesti. Ad Eboli ce ne sono. Si facciano avanti e le persone perbene li voteranno sicuramente.
    Se queste persone le cercate in coloro che si stanno scannando per correre ad occupare la poltrona di sindaco vi state sbagliando di grosso. Loro sono un’altra cosa.
    EBOLI MERITA DI MEGLIO. GLI EBOLITANI MERITANO DI PIU’.

  10. “Oscurantezza”, sob! Poi si domandano perché il resto del genere umano li considera idioti ed analfabeti……

  11. non preoccuparti caro Rotondo i conti li farai con il PADRETENO

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente