La crisi ebolitana cantata su YouTube “Indifferentemente” da Paolo Polito

Con la riscrittura le canzoni “Indifferentemente” e “I tre cumpagn socialisti” cantate da Tony Cubiciotti, pubblicate su YouTube Paolo Polito da la sua versione semiseria alla Crisi politica ebolitana.

“Indifferentemente ce dimettimmo e tu nun si’ chiù niente. Ca indifferentemente chistu paese … ormai nun è cchiù niente.”  e “I tre cumpagn socialisti”- La nuova performance musical-politica di Paolo Polito, racconta in parole e musica la crisi politica della Cittàe la sua drammaticità in versi.

Paolo Polito-Tonino Cubiciotti

Paolo Polito-Tonino Cubiciotti

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Non è la prima volta che Paolo Polito già Consigliere Comunale, dimessosi per aver esaurito, come egli stesso disse a suo tempo, quella carica di entusiasmo con la quale aveva affrontato in maniera seria e “semiseria” a seconda dei casi le varie questioni che man mano si presentavano, che appunto affronti momenti partyicolarmente importanti con la sua intelligente verve comica e affidarsi ora ad una poesia e ora ad una canzone per sottolineare il momento politico che si attraversa e magari anche le emozioni che in ogni caso producono.

Ha fatto così anche ora affrontando le vicissitudini che sta attraversando la nostra Città a seguito delle dimissioni congiunte di 17 Consiglieri comunali, che hanno a loro volta causato lo scioglimento del Consiglio Comunale e conseguentemente hanno portato alla nomina e all’insediamento del Commissario Prefettizio Vincenza Filippi.

Paolo Polito

Paolo Polito

Paolo Polito anche questa volta con sarcasmo e come al solito nel suo stile intelligente e mai offensivo, se non critico e pungente, affronta un tema di attualità, aiutato dalla ottima interpetrazione di Tony Cubiciotti, con una nuova performance musical-politica oltre a confermare conferma la sua passione per quell’esercizio nobile della politica, e mostra anche le sue capacità artistiche riscrivendo la canzone di Mazzocco e Martucci “INDIFFERENTEMENTE“, e quella di Renato Carosone “I tre Cumpari” (I TRE CUMPAGN SOCIALISTI”), calzandole alla nostra comunità e agli eventi che la hanno attraversato.

Questo vviamente mentre i Partiti del tutto sbigottiti non riescono a frenare le spinte “oceaniche” di aspiranti candidati a Sindaco e mentre sia il Centrodestra che il centrosinistra, ivi compresi i battitori oiberi se le dicono e se le suonano di santa ragione, nel tentativo di farsi spazio e prevalere sui propri contendenti-avversari.

Tony Cubiciotti

Tony Cubiciotti

Paolo Polito irrompe in questo scenario politico e con la sua ironia offre agli ebolitani la sua visione attraverso (link) “INDIFFERENTEMENTE” e “I TRE CUMPAGN SOCIALISTI” due Canzoni popolarissime, interpetrate magistralmente da Tony Cubiciotti che proprio stamattina sono state pubblicate su Facebook e YouTube, rispettivamente agli indirizzi: https://www.youtube.com/watch?v=DTg9UNLmmXYhttps://www.youtube.com/watch?v=dI55IBatEMQ; che si appresta ad essere cliccatissima e un gran successo di ascolto.

Un poco di ironia non guasta nei momenti drammatici e per questo ringraziamo Paolo Polito, sperando ci aiuti a superare le difficoltà che stiamo attraversando, per non piangere di un pianto amaro che al contrario può spingere solo all’odio, sperando che i responsabili di tutti i mali di questa Città abbiano la decenza di farsi da parte o almeno ammettere gli errori che hanno commesso. Intanto Paolo Polito fa sapere e ci tiene che si divulghi, che non ha nessuna intenzione per il futuro di ricandidarsi.

Purtroppo è il caso di rassegnarci. Li ritroveremo tutti in prima fila e Paolo scriverà sicuramente un’altra canzone.

……………………..  …  ……………………….
i Testi:

INDIFFERENTEMENTE

Tramonta ‘a Giunta
e nuje pe’ recità ll’urdema scena
firmamm addò ‘u nutar
senza tenè ‘o curaggio ‘e te guardà …

Facce chello che vuò
indifferentemente
simm’ stat’ pe’ te
nu voto sulamente.
Te damm’ stu veleno
tradimm ‘a Maggioranza
ca indifferentemente
ce dimettimmo e tu nun si’ chiù niente.

E dice pure
“tu quoque m’accurtiell’ chistu core
Madonna che dulore
‘stavota m’ata fatto vuje a mme …”

Dicce chello che vuò
indifferentemente
simm’ stat’ pe’ te
nu voto sulamente.
Te damm’ stu veleno
tradimm ‘a Maggioranza
ca indifferentemente
ce dimettimmo e tu nun si’ chiù niente.

ca indifferentemente
chistu paese … ormai nun è cchiù niente.

I  TRE  CUMPARI

C’erano tre compagni socialisti
facevano  ‘a  politica  pecchè
parlavano da veri riformisti
Tonino, Mario Conte e zio Carmè
Tonino, Mario Conte e zio Carmè.

Facevano politica pa’ via
a chiacchiere so’ assaje cchiù brav ‘e me
tenevano ‘na gran filosofia
Tonino, Mario Conte e zio Carmè
Tonino, Mario Conte e zio Carmè.

Nuje simm tre cumpagn’ socialist’ e trullallà,
cchiù socialist’e nuje nun ‘nce ne stanno e trullallà,
seguiam le direttive del Partito
nuje simmo ‘na famiglia d’avvucà.
C’hanno chiamato pure traditori e trullallà,
bugia più grossa al mondo non ce n’è e trullallà,
nuje simm i moschettieri socialist’
Tonino, Mario Conte e zio Carmè
Tonino, Mario Conte e zio Carmè.

Se fa ‘na cantata ’o cumpagno Tonino: (parapa parapa parapapà)
So’ stat’a Pruvincia da’i tiemp’e Funzino, mo’ tengo nu sbanio, ce voglio turnà,
ma mo’ chi c’o dice a Vicienzo De Luca, pecchè s’isso vole ‘sta grazia ma fa.

Se fa ‘na cantata pure Mario Conte: (parapa parapa parapapà)
Martì, Martì stu frat ca tengo m’o faje esaurì
Tonì, Tonì attaccat a’ seggia ca ven Pierì.

Se fa ‘na cantata ’o cumpagno Carmelo: (parapa parapa parapapà)
Cu’ grande Bettino facev’o Ministro, stimato Onorevole questo si sa
Palazzo Madama o Montecitorio, na cazz ‘e tribuna quaccuno m’a dà,
Cu’ grande Bettino facev’o Ministro, stimato Onorevole questo si sa
Palazzo Madama o Montecitorio, na cazz ‘e tribuna quaccuno m’a dà.

E’ vero, permettete, a un certo punto e trullallà,
so’ Federico e voglio anch’io cantà,
e nun tirat’in ballo ‘o suocr mio
si a ‘sta regione m’aggia candidà.
Nuje simm tutti Conte socialist’ e trullallà,
cchiù candidat’e nuje nun ce ne stanno e trullallà
ma ‘i song Federico e tras’in pista
e cu ‘na funa ‘nganno m’e a vutà
e cu ‘na funa ‘nganno m’e a vutà.

Eboli, 12 ottobre 2014

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Grandissimo

  2. …@…
    Polito uomo politico adatto a tutte le minestre di destra e di sinistra unica pregeduziale il 25 dic. condizione che ci sia pure lui a mangiare il panettone ….quest’anno deve aspettare il futuro 25 dic 2015

  3. Felicissima sera
    a tutte ‘sti signure ‘ncravattate
    e a chesta cummitiva accussi allera
    d’uommene scicche e femmene pittate
    chesta e’ ‘na festa ‘e ballo
    tutte cu ‘e fracchisciasse ‘sti signure
    e’ i’ ca so’ sciso ‘a coppa sciaraballo
    senza cerca’ o permesso abballo i’ pure
    chi so che ve ne ‘mporta
    aggio araputa ‘a porta
    e so’ trasuto cca’
    musica musicante
    fatevi mordo onore
    stasera miezo a st’uommene aligante
    abballa un contadino zappatore
    no signore avvocato
    sentite a me nu ve mettite scuorno
    io pe’ ve fa’ signore aggio zappato
    e sto’ zappanno ancora notte e ghiuorno
    e so’ duje anne duje
    ca nun scrive nu rigo a casa mia
    vossignuria se mette scuorno ‘e nuje
    pur’i mme metto scuorno ‘e ‘ossignuria
    chi so’ dillo a ‘sta gente
    ca i’ songo nu parente
    ca nun ‘o puo’ caccia’
    musica musicante
    ca e’ bella ll’alleria
    i’ mo ve cerco scusa a tuttuquante
    si abballo e chiagno dint’ ‘a casa mia
    mamma toja se ne more
    o ssaje ca mamma toja more e te chiamma
    meglio si te ‘mparave zappatore
    ca o zappatore nun s”a scorda ‘a mamma
    te chiamma ancora “gioia”
    e arravugliata dint’ ‘o scialle niro
    dice “mo torno core ‘e mamma soia
    se venne a piglia ll’urdemo suspiro”
    chi so vuje mme guardate
    so’ ‘o pate i’ songo ‘o pate
    e nun mme po’ caccia’
    so’ nu faticatore
    e magno pane e pane
    si zappo ‘a terra chesto te fa onore
    addenocchiate e vaseme ‘sti mmane.

    Altri testi su: http://www.testimania.com/testi/testi_mario_merola_10608/testi_other_33423/testo_zappatore_361566.html
    Tutto su Mario Merola: http://www.musictory.it/musica/Mario+Merola

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente