Con Enzo Maraio, il PSI apre la campagna elettorale a Eboli

Il PSI con Maraio candidato alle regionali apre la campagna elettorale: Sotto accusa la cattiva gestione del “socialista” di destra Caldoro. 

Commozione per l’esposizione della storica bandiera del PSI ebolitano e per il ricordo di Pertini a 25 anni della scomparsa. Si è discusso di: Turismo, trasporti, scuola, servizi, agricolturà e con la presenza dell’Associazione delle Mamme di Sanità e dell’Ospedale Unico della Valle del Sele. Conte? Assente.

PSI-EBOLI-Bandiera-Lioi-

PSI-EBOLI-Bandiera-Lioi-

di Marco Naponiello
per(POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI –  Ieri sera alla sede elettorale del candidato alle Primarie del PD Antonio Cuomo, al civico 71 di via San Berardino in Eboli, si è tenuta una vera e propria festa socialista, invitato d’eccellenza, Enzo Maraio, giovane cavallo di razza della politica salernitana, candidato al Consiglio Regionale alle prossime consultazioni elettorali di maggio, nella Lista del Partito Socialista Italiano.

Maraio ex assessore dal 2006 delle politiche turistiche e sportive del comune di Salerno, è stato tra gli artefici del successo turistico della città di San Matteo, un exploit riconosciuto già da diverso tempo dai media nazionali ed internazionali, oltre che nel 2014 da Trip-Advisor, la “Bibbia” mondiale dei viaggiatori.

La Monica-Maraio Adelizzi

La Monica-Maraio Adelizzi

Al banco dei relatori, sedevano: Antonio Lioi, un “vecchio” socialista ebolitano; il sindacalista CGIL Pietro Lamberti; la presidentessa dell’Associazione Spontanee delle Mamme Rosa Adelizzi; il giovane dirigente socialista Marco Lamonica; mentre tra il pubblico si notavano l’opinion leader  Massimo Del Mese; alcuni storici attivisti del PSI di untempo come Giuseppe Piccirillo e Felice Vocca; la mediatrice culturale, nonché speaker televisiva Fatiha Chackir; oltre a diversi altri rispettabili astanti, in una sala gremita che pullulava senza enfasi, di entusiastica speranza. Assenti sia l’ex on. Cuomo, impegnato in un incontro politico regionale del PD e l’ex Ministro alle Aree urbane e leader incontrastato dell’ultimo PSI, quello che in provincia di Salerno aveva raggiunto il 30% dei consensi, l’On. Carmelo Conte. Sebbene fosse un incontro elettorale del PSI, ricorrendo appunto il 25ennale della Morte di Pertini, forse si poteva pensare almeno ad onorarne la memoria.

 Il trentaseienne Candidato ha fatto un excursus esaustivo sulla gestione fallimentare del Governatore in carica Stefano Caldoro, le politiche regionali in campo sanitario che con i tagli lineari hanno penalizzato interi territori e mediocrizzato il servizio, con 1530 disabili rimasti senza assistenza da settembre scorso, e 23.000 posti letto in meno in tutta la nostra regione, la gestione pessima dei fondi europei, i P.O.R. (programma operativo regionale) dove rimangono ben 4,7 mld da spendere, con tagli di 2,7,e altri 4 mancanti all’appello.

In campo lavorativo il fallimento delle partecipate (Astir, Caremar, Evabus) un incremento di disoccupati pari a 15000 unità, e le solite invereconde politiche clientelari di fine mandato, sempre secondo Maraio, come i finanziamenti milionari all’Istituto delle Stimmatine di Nusco o la Casa del Pellegrino proprio ad Eboli, come a seguire le ultime annunciate assunzioni last munute in campo sanitario, tra le varie ASL campane.

Adelizi Lioi Lamberti.

Adelizi Lioi Lamberti.

Maraio ha rivendicato con forza, la vincente politica turistica di Salerno, dove, nello suo scalo turistico attraccano ad oggi duecento navi da crociera e altre centinaia da diporto, uno dei primi d’Europa, e di come la stessa città sia passata ad una recettività maggiore fatta non solo di attività professionali, come gli Hotels, ma i ben più economici Bad and Breakfast, passati dal 2006 ad oggi dalla cifra modesta di 7 a quella impensabile fino a ieri di 150, segno tangibile di una vitalità imprenditoriale oltre che di un ottimismo collettivo e di come una potenziale maggiore efficienza nell’utilizzo dei fondi continentali (prendendo ad esempio la piccola Croazia che ha investito 40 volte delle regioni meridionali italiane), si possa fare il salto definitivo di qualità alla industria turistica del Sud .

La parola è passata dopo al duo Lioi-Adelizi, che hanno prima sintetizzato la battaglia intrapresa per salvaguardare due reparti “femminili” del nosocomio eburino, come pediatria ed ostetricia, le proteste contro un ostinato Direttore generale dell’ASL Salerno Antonio Squillante espressione della politica ospedaliera del centro destra, voluta nel salernitano, dall’ex presidente di provincia Edmondo Cirielli come estensione della risolutezza in tale ambito del governatore Stefano Caldoro, protesa ad agevolare spudoratamente nella geografia territoriale, l’area napoletana-casertana, sino all’agro-nocerino, e penalizzare il comprensorio salernitano, a qualche mese addietro, con appena 6 milioni di euro per diciotto presidi e segnatamente euro zero a quello nostrano.

Maraio Adelizzi Lioi Lamberti

Maraio Adelizzi Lioi Lamberti

Di qui la battaglia intrapresa nelle sedi istituzionali regionali, come l’A.R.S.A.N. ovvero l’agenzia della sanità campana, presieduta da Angelo Montemarano, e il commissario alla sanità Mario Morlacco e la sua vice, la dottoressa Sara Caropreso, per la realizzazione dell’agognato Ospedale Unico del Sele, ad Eboli in località Acquarita, dove vi sono pronti su un totale iniziale di spesa di 1100 ml, spesi 700, un rimanente di duecento per il nosocomio del Sele, secondo le direttive classificatorie del decreto Baduzzi. Tale opera sanitaria sarà fatta in contemporanea ad un’altra che si realizzerà nella penisola sorrentina, anche li si parla di un ospedale unico, voluto fortemente dal boss di MSC-Crociere, Gianluigi Aponte, per garantire servizi di supporto ai suoi croceristi, “made in USA”.

La formula di realizzazione sarà il Partenariato Pubblico PrivatoP.P.P., le varie aziende costituiranno infatti, una A.T.I. ovvero una Associazione Temporanea di Imprese, tesa all’utilizzo di quei fondi P.O.R. di cui sopra, e dove il programma di investimento europeo si staglia nell’arco degli anni 2014-2015, dunque già si parte con un gap temporale che andrà opportunamente recuperato, al fine di non vanificare il tutto perdendone il finanziamento; peccato che il Governatore abbia istituito l’ultima conferenza degli enti locali il 14/07/2014, dunque una mancanza di sinergie prolungata tra i vari attori istituzionali potrebbe rendere maggiormente ostica la  prossima realizzazione, da qui quindi, l’auspicato “cambio di passo” della prossima giunta, si spera in una governance di orientamento di centro sinistra, che dia un novello  impulso alla imprenditorialità pubblica e privata, senza quella inveterata inedia amministrativa che si registra da cinque anni a questa parte.

Il ragioniere Gabriele Polito, decano dell’ufficio contabilità dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata” ha argomentato con passione, di come il nostro nosocomio, nato nel 1963, fosse considerato il migliore a sud del capoluogo, un vero punto di riferimento per un comprensorio vastissimo che passava per il distretto del Sele, proseguiva oltre gli Alburni, fino al lontano Diano-Cilento, evidenziando sagacemente come i falsi risparmi di oggi altro non sono che veri e propri tagli indiscriminati.

Sandro Pertini

Sandro Pertini

A seguire la signora Rosa Adelizzi  ha voluto sottolineare il successo della associazione delle mamme,nella realizzazione di un progetto singolare, ovvero  quello di “Eboli città cardio-protetta”, infatti sono stati comprati due D.A.E. ovvero defibrillatore semiautomatico,e presso la Scuola Nuova si sono da poco diversi cittadini all’uso dello stesso, come operatori professionali certificati, sempre con l’impegno e la supervisione del’instancabilel dott. Antonio Lioi, che ha creduto fortemente in tale iniziativa di civiltà. Il progetto verrà presentato ufficialmente il 20 marzo prossimo nella Sala Mangrella del Comune, ove si sensibilizzerà la cittadinanza in merito ai costi indispensabili alla copertura del programma, e ad una apposita consequenziale raccolta fondi, a seguire  il 21 la benedizione delle apparecchiature presso la Parrocchia della Madonna delle Grazie, in ricordo del mai troppo compianto Don Cosimo Corrado, che è stato, coram populo, tra i primi fautori del nobile proponimento di prevenzione cardiaca collettiva.

Alla fine il momento più toccante: l’ “ostensione” di una storica bandiera del Partito Socialista Italiano, esposta per la prima occasione, alla Festa dei lavoratori del 1952 ad Eboli, foto ripetute e giustificata commozione dei più anziani, ricorrenza questa particolarmente toccante perché in concomitanza con il venticinquennale della morte di un grande socialista, forse il più amato di sempre, il Presidente Sandro Pertini. Dunque un viatico positivo, un sincero augurio, affinché i sentimenti di perequazione sociale, libertà e giustizia mai sopiti e tipici di un genuino socialismo, possano trovare rapida cittadinanza nella società italiana come in quella campana, mai come in questo momento difatti, si sente generalmente una perdita di diritti ed una angoscia diffusa, che pennellano di un colore grigio i giorni odierni.

………………………..  …  ………………………..

Foto gallery

PSI-Eboli-Maraio-Adelizzi-Lioi-Lamberti.

PSI-Eboli-Maraio-Adelizzi-Lioi-Lamberti.

 PSI-Eboli-Maraio

PSI-Eboli-Maraio

PSI-Eboli-Maraio-Pubblico

PSI-Eboli-Maraio-Pubblico

PSI-Eboli- pubblico

PSI-Eboli- pubblico

Eboli, 25 febbraio 2015

9 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente