Convegno sul Terrorismo nell’anniversario dell’uccisione del giudice Giacumbi

Lunedì 16 marzo, ore 10.30 Aula Magna, Liceo Scientifico “G. Da Procida”, Salerno, Convegno sul Terrorismo nell’anniversario dell’uccisione del giudice Giacumbi.

L’incontro, si inserisce nel Progetto “1943-2015: la memoria non va in vacanza”, promosso dall’Università degli Studi di Salerno, da Unis@und, web radio dell’Ateneo di Salerno, e  dal Coordinamento antimafia Riferimenti-Gerbera Gialla.

.

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – «L’autunno rosso è già cominciato, una scadenza di lotta decisiva nello scontro di potere … Contro le istituzioni che amministrano il nostro sfruttamento … la parte più decisa e cosciente del proletariato in lotta ha già cominciato a …. combattere i padroni e i loro servi sul loro terreno, alla pari, con gli stessi mezzi che usano contro la classe operaia: diretti, selettivi, coperti». Sono le frasi farneticanti contenute nel  volantino che, nella primavera del ’70, compare  a Milano, nel quartiere del Lorenteggio. La firma è quella delle Brigate Rosse. E’ l’inizio della guerra civile. Cosa si ricorda di quel periodo? Ci sono rischi per un ritorno agli anni di piombo? Cosa ricordiamo delle tante vittime innocenti? C’è la possibilità di una saldatura tra violenza sociale inespressa e il terrorismo islamico?

A queste e al altre domande cercheranno di rispondere gli ospiti del convegno-dibattito Terrorismo, sulle tracce di una memoria sommersa – Il passato ai confini del presente. L’incontro si terrà  il prossimo 16 marzo,  anniversario dell’uccisione del giudice Giacumbi, nell’ Aula Magna del Liceo Scientifico “G. Da Procida”, di Salerno.

Al talk, moderato dal giornalista Vincenzo Raimondo Greco, parteciperanno: Luca Cerchiai, docente presso l’Università degli Studi  di Salerno, Claudio Tringali, presidente della sez. penale di  Corte di Appello presso il Tribunale di Salerno; Luca Guglielminetti, rappresentante dell’Associazione Vittime del Terrorismo e direttore di Kore Multimedia, Alessandro Ceci, autore di numerosi libri tra i cui   Il terrorismo italiano. Storia di un dibattito e Terra terrore terrorismo. La violenza politica nella società della comunicazione; Giovanni Fasanella, giornalista, sceneggiatore, documentarista e scrittore (Guido Rossa. Mio padre ; Segreto di stato. Verità e riconciliazione sugli anni di piombo; Segreto di Stato. La verità da Gladio al caso Moro ; Che cosa sono le BR. Le radici, la nascita, la storia e il presente)Giuseppe Giacumbi, figlio del giudice assassinato,  Paride Leporace, autore del libro Toghe rosso sangue, nel quale viene  ricostruita, tra i pochi esempi in Italia,  la vicenda del giudice Nicola Giacumbi, e primo direttore della Lucana Film Commission; Rosaria Manzo, presidente  dell’ Associazione tra i familiari delle vittime della strage sul treno rapido 904 del 23 dicembre 1984. L’incontro, che inizierà alle ore 10.30,  si inserisce nel Progetto “1943-2015: la memoria non va in vacanza” promosso dall’Università degli Studi di Salerno, da Unis@und, web radio dell’Ateneo di Salerno, e  dal Coordinamento antimafia  Riferimenti-Gerbera Gialla.

Salerno, 14 marzo 2015

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente