Voto inquinato a Eboli: Il Sen. Cardiello interroga il Ministro dell’Interno

Voto inquinato ad Eboli: Il Sen. Cardiello di FI ha presentato un’interrogazione parlamentare urgente al Ministro Alfano.

Tra “CONGIURE E TRADIMENTI”, disinvoltura e spregiudicatezzasi, voti disgiunti e “SALTI DELL’AQUILA” si va al ballottaggio, in un clima inquietante. Intervenga il Procuratore Lembo.

Franco Cardiello

Franco Cardiello

da (POLITICAdeMENTE) il Blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Mancano solo 10 giorni al voto perché gli elettori scelgano il loro Sindaco tra Massimo Cariello o Antonio Cuomo e le polemiche non si attenuano riguardo al possibile inquinamento di queste elezioni. In queste elezioni amministrative è successo di tutto ed è successo anche che c’é stato chi ci ha marciato su quel tutto, cose vere, altre inventate, altre ancora del tutto false e magari messe in giro per creare confusione o per tentare di trarne qualche vantaggio, fatto sta che al momento il clima è così pesante che si può tagliare con il coltello.

E non ci sta per niente il Sen. Franco Cardiello a che la vicenda passi inosservata e non si faccia chiarezza. E come già preannunciato nella mattinata di ieri ha presentato in Commissione Giustizia del Senato un’Interrogazione Parlamentare urgente al Ministro dell’Interno Angelino Alfano affinché intervenga con opportune indagini e si chiarisca per allontanare ogni dubbio.

“Sarà il Ministro dell’Interno a chiarire i lati oscuri di una vicenda che la stampa locale tende di minimizzare ma che dovrà essere approfondita immediatamente, per capire se le elezioni comunali siano regolari o meno. – Dice il Sen. Cardiello – Quanto accaduto nella giornata di domenica 31 maggio, – aggiunge Franco Cardiellonon ha precedenti nella storia della politica ebolitana. Vogliamo sapere la verità e se sussiste una associazione a delinquere finalizzata al voto di scambio.

Interrogazione Cardiello-Ministro InternoMentre la stampa locale minimizza e si tenta di non parlarne, – proseguie il Senatore di Forza Italia lanciando un altro sospetto anche sulla stampa – la città di Eboli resta ferita dopo quanto accaduto.
Le elezioni comunali si sono svolte tra irregolarità e palese compravendita di voti finalizzato a ribaltare il risultato democratico.

Le forze dell’ordine – aggiunge ancora Cardiello – si sono impegnate a salvaguardare il diritto di voto agli ebolitani liberi e a loro va il ringraziamento della cittadinanza. Grazie anche alla collaborazione dei tanti cittadini onesti e senza paura, le segnalazioni hanno riguardato soprattutto le zone a rischio.

Il Sen. Cardiello, infine, ha chiesto al Ministro Alfano di verificare – “se dette azioni delittuose sono state svolte da una associazione a delinquere volta a sovvertire il voto libero alle elezioni comunali.

E come si fa a non credergli se nel giorno delle votazioni sono successe un bel pò di cose e come si fa a non credergli se poi si analizza il voto, e come si fa a non credergli se si aggiunge, il ritrovamento di schede elettorali e timbri del Comune di Eboli e di Battipaglia, come afferma Cardiello nella sua interrogazione e come è stato riportato ampiamente dalla stampa nei giorni scorsi.

Antonio Cuomo-Massimo Cariello

Antonio Cuomo-Massimo Cariello

Al dubbio poi, sempre se dovesse risponde tutto al vero, si aggiunge la spregiudicatezza o la disinvoltura di taluni politici che, come pare sia stato riportato in un incontro politico del centrosinistra per rilanciare la sua azione, nel momento in cui un esponente politico di primo piano del PD, avrebbe affermato di essere stato contattato telefonicamente dal competitor in alternativa a quello della sua parte politica, per chiedere un appoggio ufficiale, portando a giustificazione un futuro ed imminente suo passaggio politico con il centro sinistra.

Se dovesse rispondere al vero, è una circostanza veramente disdicevole, va confinata nella più classica delle azioni qualunquistiche ma andrebbe a mettere un cappello sulla storia politica di questa Città, certificando come sia caduto in basso il livello morale e politico e di come taluni ripongano nella politica e nella loro partecipazione alle istituzioni, un significato per nulla nobile. Ma anche quì bisogna andarci piano e si invita il politico che ha ricevuto la telefonata a renderla pubblica se ha le palle, per evitare che si compiano azioni di sciacallaggio ma per far emergere la verità. Si invita altresì anche il politico che presumibilmente abbia fatto quella telefonata di giustificarsi, sempre se ha gli zebedei. La Città aspetta la verità, gli elettori vogliono la verità anche per sapere chi votano e dove va a finire il proprio voto.

seggio-elettorale-1

seggio-elettorale-1

Ma di cose se ne sono dette e si continuano a dire, come il caso di una cena nelle periferie tra l’ex Sindaco Martino Melchionda e alcuni maggiorenti politici delle periferie tra Santa Cecilia e Cioffi, insieme al ballottante Massimo Cariello, per definire gli ultimi accordi. Anche in questo non ci sarebbe nulla di male se questi si sarebbero incontrati a cena. Nulla di male se non registrare il fatto che Melchionda ha governato la città fino a ieri e Cariello gli ha fatto opposizione fino a ieri, e che nei loro rispettivi ruoli se le sono dette di tutti i colori, accusandosi con ogni epiteto possibile ed immaginabile, e questo blog ne ha riportato ampiamente le circostanze.

Ma il tempo passa e cancella tutto, specie quando si giocano partite così importanti. Non ci sarebbe nulla di male anche che a quel tavolo vi fossero altre persone, sempre che queste non siano chiacchierate e non abbiano precedenti penali, se così fosse sarebbe il caso di chiedersi quali siano o siano stati gli interessi passati, presenti, e futuri, ma anche in questo caso non bisognerebbe esagerare anche gli interessi, quando sono legittimi non bisogna criminalizzarli, purché questi siano fatti alla luce del sole e non danneggino gli altri.

cuomo-pagano-squillante-cardiello-cariello-minervini

cuomo-pagano-squillante-cardiello-cariello-minervini

Niente di male quindi per una cena purché non sia come quell’altra cena che si tenne in un noto Ristorante salernitano, alla quale parteciparono l’allora Direttore Sanitario dell’Ospedale di Eboli Mario Minervini, l’attuale Direttore Generale dell’ASL Salerno Antonio Squillante e Massimo Cariello. Anche riguardo a quella cena nulla di straordinario, sarà stata una circostanza però, ma da quel momento incominciarono i guai per Minervini e quelli per l’Ospedale di Eboli. Anche li sarebbe necessario sapere di cosa si parlò e se quella cena era riconducibile a possibili orientamenti che avrebbero dovuto incidere sui destini dell’Ospedale, del personale e soprattutto degli utenti, oltre che i possibili riflessi di preparazione ad una campagna elettorale. Cosa si disse in quella cena? Se sono cose private ce ne frega, se sono cose pubbliche ci frega e come.

Cariello-Melchionda

Cariello-Melchionda

Allo stesso modo se la cena delle periferie veramente si è tenuta è probabile che si è parlato di calcio, magari di attualità o di gossip, o semplicemente per commentare il risultato elettorale e semmai ringraziarsi a vicenda per l’ottima performance, anche rispetto al risultato ottenuto dagli uomini dell’ex Sindaco: Vincenzo Rotondo, Vito Taglianetti, Pasquale Salviati, e della stessa Matilde Saja, però facendo bene attenzione a non accomunarla a niente se non ad un suo impegno legittimissimo, ma con l’unica colpa di essere una delle principali collaboratrici di studio di Melchionda, circostanza che le costerà una sua non elezione da prima dei i non eletti, in caso di vittoria di Cariello, non facendo scorrere la graduatoria e quindi non attribuendo nessun incarico a quella lista, perché questo è quello che dicono i rumors. Insomma la brava Matilde pagherebbe le colpe del “Tradimento“, come tutti hanno attribuito all’ex Sindaco e i suoi, pur non c’entrando nulla.

Corrado Lembo

Corrado Lembo

Cardiello fa bene a chiedere si faccia luce sul voto, anche perché dietro il voto si nascondono “CONGIURE e TRADIMENTI” oltre che “SALTI DELL’AQUILA” altro che di quaglia, e il risultato elettorale parla chiaro, specie rispetto all’orientamento che si è delineato dal voto con massicci accopiamenti disgiunti sia alla Regione che al comune. Anche questa circostanza sembrerebbe casuale e per nulla pericolosa se non si leggesse altro. Quell’altro magari sottaceva un interesse che si concentrava in una probabile vittoria di Stefano Caldoro a scapito di Vincenzo De Luca, una vittoria di Cariello a scapito di Cuomo e la gestione politica di una sconfitta-vittoria attesso il “Salto dell’Aquila” e tutti insieme in una palude di centrosinistra impraticabile e putrida. Fantapolitica o realtà?

Non lo sapremo mai se i protagonisti di queste storie schifose non parlano, ma a noi viene anche un altro interrogativo: Cosa si può fare rispetto alle “congiure” e ai “tradimenti” o rispetto ai “Salti dell’Aquila“? E rispetto a questo cosa è più punibile: La “Congiura” o il “tradimento“? La storia ha riservato ai personaggi che se ne sono resi responsabili brutte pagine e se alcuni di loro li ricorderemo come un incubo, altri li ricorderemo con il nostro più profondo disprezzo.

Il voto disgiunto  organizzato c’é stato, e il disegno politico diabolico c’é stato e come, e il risultato sembra dirci che sia stato sventato, un disegno inaccettabile che avrebbe delineato un simile scenario politico, inaccettabile e scandaloso. Se tutto questo fosse vero prende sempre più corpo e sostanza l’interrogazione del Sen. Franco Cardiello, ma prende corpo anche altro e quell’altro lo affidiamo all’attenzione del Procuratore della Repubblica di Salerno Corrado Lembo, perché si stabilisca anche se ci sono relazioni: tra le elezioni; qualche personaggio politico locale; persone legate alla delinquenza, comunitari o italiani; rispetto a qualche articolo apparso sul blog POLITICAdeMENTE e il furto dei due portatili e dell’ Iphone avvenuto presso l’abitazione del suo animatore.

Eboli, 5 giugno 2015

13 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente