Il PD unito candida Melchionda.Rivediamo i “Patti di Reciprocità”

Sui Patti di Reciprocità Cuomo attacca Valiante: “Il ‘regista’ di un’operazione contro il territorio”. Cicia: “Non consentirò a nessuno di decidere per conto della nostra comunità” Il segretario Santomauro non garantisce imparzialità, non può più svolgere il suo ruolo”.

Il PD trova l’unità e da il via a Melchionda.

Antonio Cuomo

Antonio Cuomo

EBOLI – Qualche giorno fa Melchionda sembrava essere spacciato, poi un comunicato stampa del Segretario Donato Guercio e all’improvviso tutti d’accordo. Nell’ultimo Direttivo del PD si aspettavano le scintille a giudicare dalle dichiarazioni che i singoli Consiglieri Comunali avevano rilasciato alla stampa sollevandosi in una protesta generale contro Guercio, reo di aver detto quello che pensavano tutti ma nessuno voleva dire: Martino Melchionda si deve fare da parte per non essere di ostacolo alla ricomposizione della Maggioranza di centro-sinistra vittoriosa nel 2005.

Il miracolo non è stato certo la convinzione di volere a tutti i costi la ricandidatura del Sindaco uscente, ne talpoco la convinzione che Melchionda possa mettere insieme una coalizione che non c’è più, o la convinzione che i fantomatici alleati avessero accettato Melchionda bensì le dichiarazioni di immediato sostegno dei contiani, alle dichiarazioni del segretario che chiedevano al Sindaco di sgombrare il campo per non ostacolare un’intesa e la delibera approdata in Giunta avente ad oggetto “Accordo di Reciprocità ‘Sele Picentini’ – Approvazione Regolamento“.

Una delibera che ha fatto chiudere un cerchio e scattare la protesta. “Non consentirò a nessuno di decidere per conto della nostra comunità” – tuona l’Assessore Cosimo Cicia, abituato come sempre a leggere anche le virgole di un atto. “Nella mia azione politicacontinua Cicia – perseguo un solo obbiettivo: quello di catturare quanti più finanziamenti è possibile, per tradurli in opere e servizi utili alla nostra Città. Quella delibera non era così come è stata proposta, solo un atto formale di adesione, ma individuava una serie di figure, indicandone anche i nomi, da noi mai concordati. Figure rispettabilissime, ma estranee al nostro territorio, e tra l’altro confinando alla nostra città un ruolo tecnico e non politico e di guida, che ritengo diminutivo rispetto alla Città di Eboli” -. 

Cosimo Cicia

Cosimo Cicia

Cosimo Cicia prima di inoltrarsi in un altro ragionamento che esula dalla delibera in questione, tiene a ribadire – “Con l’unità politica si rafforza il PD e si conferma la candidatura Melchionda, e indipendentemente dalle fughe in avanti di uomini e partiti che non hanno più seguito, costruiremo una nuova alleanza che sarà vincente” -. Tornando poi alla vicenda dei Patti di reciprocità e della delibera arrivata in Giunta, che sembrava non avesse padri,  mette in evidenza  quello che riguarda invece il rapporto fiduciario rispetto alla figura del Segretario Generale Giovanni Santomauro, il quale non può più essere figura di garanzia per Eboli, mentre è Sindaco di Battipaglia, città capofila dell’ambito territoriale che vede oltre che Eboli e Battipaglia, anche i comuni di Serre, Capaccio, Roccadaspide, Albanella, Altavilla Silentina, Giungano, Trentinara, costituenti del Partenariato Istituzionale Locale (PIL). La vicenda riguarda anche il rapporto politico che invece vede anche, se nello stesso ambito, la natura concorrente tra Eboli e Battipaglia  e gli altri comuni circa la guida politica e quella organizzativa ancorché tecnica-esecutiva. A tale proposito L’Assessore Cicia ritiene:

“Il segretario non può più svolgere questo ruolo che per noi è di garanzia, sia per il tempo che egli non può più dedicare alla sua funzione di Segretario Generale, sia per il ruolo politico che riveste quale Sindaco di Battipaglia. Nei suoi ruoli emerge la figura del controllore e quella del controllato. E il caso di questa delibera fa specie. Questa situazione si deve definire immediatamente” -.

Se Cicia non fa complimenti e mette subito la barra a dritta, L’Onorevole Antonio Cuomo non è da meno e  in occasione di un affollatissimo Direttivo del PD va giù duro e attacca il Vice Presidente della Giunta Regionale Antonio Valiante, individuandolo come – “Il ‘regista’ di un’operazione contro il territorio” -, ma se la prende anche con l’accordo stesso e la composizione dell’ambito, ritenendo – “Sono stati inseriti paesi sicuramente importanti ma non determinanti ai fini di attrarre finanziamenti, lasciando invece fuori realtà più radicate e più vicine storicamente  a Eboli e alla Piana del Sele come Campagna, Olevano, Oliveto Citra e la stessa Contursi che invece con le attività termali poteva essere parte integrante del Distretto Turistico di Paestum” -. L’Onorevole Cuomo coglie anche l’occasione per condannare – “La politica del piccolo cabotaggio basata sul principio di controllare per scippare i territori solo allo scopo di gestire clientele. Questa politica sarà sconfitta con le elezioni di marzo e  saranno sconfitti anche i registi” -, ma anche di chiarire, stroncando qualche velleità, che il Candidato naturale non può che essere Melchionda, perchè  – “E’ il Sindaco uscente  e perchè è iscritto al PD, ma bisogna anche costruire un’alleanza intorno al PD, ne abbiamo  consapevolezza e responsabilità” -.

E’ inutile dire che questo PD non finisce mai di stupire, ascoltando gli interventi, sembrava che nessuno avesse mai messo in discussione ne l’Amministrazione ne il Sindaco e una sua candidatura. Per adesso c’è piena unità di intendi, aspettiamo domani. Domani è un altro giorno.

10 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. MI SEMBRA UN ATTO DOVUTO…TUTTO STA A VEDRE SE FORMALE, ED ALLORA IL BUON MELCHIONDA E’ STATO PREMATURAMENTE PENSIONATO,O SOSTANZIALE, QUINDI CON L’INTERA MACCHINA PARTITICA DIETRO…. MA NE DUBITO, E’ SOLO UN SEGNALE ESTRENO DI UNITA’ CHE SI VUOL DARE, DOPO LA BAGARRE DEGLI ULTIMI GIORNI! VEDREMO GLI APPOGGI CHE SI E’ CREATO IN QUESTI 5 ANNI, MELCHIONDA, SE IN TALE ULTIMO CASO, SARANNO SUFFICIENTI ALLA RIELEZIONE!

  2. Cuomo? ah bene quindi più speranze per il centro destra!!! grazie antonio

  3. incandidabile……improponibile…….ma non sentono la voce della gente??????
    ma davvero credono che la gente non si renda conto????
    ma hanno gia dimenticato la figuraccia che han fatto e quella che hanno appena risparmiato per la generosità del prefetto…
    penso che un sindaco ed una amministrazione peggiore ad eboli non si ricordi!!!
    la città in completo degrado, 4 cantierucoli aperti su eboli vecchia, la multiservizi (con i suoi management succedutisi senza alcun apporto sostanziale) che barcolla, le beghe e le litigate sul nulla!!!!
    ma davvero altri 5 anni con questi??????
    fate un passo indietro per il bene della città!!!!

  4. ….fuorilegge,attento ai Gendarmi!

  5. Il PD unito fa paura, almeno 4000 voti. Ieri leggevamo della frenata dell’Udc nei confronti di Cariello, sintomatica. Se il PD legittima la candidatura di Melchionda ci sarà una corsa degli altri partiti ad entrare in coalizione col PD. Se il PD resta spaccato il vincente potrebbe essere Cariello, uomo immagine.

  6. Se son rose fioriranno ma ho i miei dubbi. Mi rifaccio a un antico adagio che diceva che due galli in un solo pollaio……………. . Io credo che Conte e Cuomo siano assolutamente incociliabili però comprendo anche che la possibilità ( concreta ) di restare fuori dai giochi potrebbe indurli a trovare una soluzione di compromesso . Questo potrà servire a mostrare all’ esterno una parvenza di unità per motivi elettorali ma il giorno dopo le elezioni si aprirà il teatrino della vecchia politica ( Conte e Cuomo sono attori navigati ) con i tentativi da entrambe le parti di prevalere sull’altra. Ormai però questi giochetti i cittadini li conoscono e non si faranno più abbindolare ( almeno spero). Ovviamente ci sarà chi, soprattutto per motivi clientelari, si schiererà dalla loro parte e questo è parte del gioco ma se i tantissimi che non hanno di questi vincoli apriranno gli occhi se ne vedranno delle belle. Non sono un esperto di analisi politica ma ritengo che la lotta sia tutta a sinistra .

  7. Concordo in pieno con l’analisi di Geronimo, parola per parola.
    @fuorilegge: oltre a stare attento ai gendarmi, potresti tenere conto del fatto che Eboli (l’opinione pubblica ebolitana) non è costituita solo e soltanto da te?

  8. X L’ON(?) VALIANTE
    Le avevo consigliato di vigilare sulle ASL, dove i suoi stimati Direttori Generali, (falliti professionisti e trombati politici) forniti di regolare tessera d’appartenenza parrocchiale, Amministrano la Sanità come una giostra volante (Calci in culo).
    • Quello dell’ASL/NA 2, già noto alla cronaca, non ha risposto alla mia richiesta d’informazioni sulla gara di Bonifica Igienico Sanitaria. Volevo sapere se era stata affidata a D’Orta + M.D.(ex Giugkiano/Camorra), come da mio pronostico.
    • Quello dell’ASL/ NA 1, che non controlla la spesa, affidandosi al diligente e………….. Dirigente Servizio Provveditorato, non ha risposto alle mie richieste sugli acquisti dei Presidi Medico Chirurgici, operati solo ed esclusivamente presso Noti Fornitori (vedi mia mail, trasmessa anche a Lei).
    • Quello dell’ASL/SA 2, bancarottiere Sanitario, già portaborse dei cari defunti Socialisti, il Senatore Dott. Nicola Trotta ed il Dott. Corrado Vecchio; Già Sindaco di Postiglione, quale premio di fedeltà; Già Direttore Sanitario dell’Ospedale di Polla, per meriti Politici ed ora, Direttore Generale, dopo aver fatto il salto della Quaglia, passando da Socialista (?) a Mastelliano. Questo grande Manager (dove ha studiato tale scienza? In una Corsia Ospedaliera?) omette, dal giorno della sua nomina, (Omissione d’Atti d’Ufficio, mancata Prevenzione Sanitaria) di provvedere direttamente alla Bonifica Igienico Sanitaria, demandandola, invece, agli ignari Sindaci (Vedi mie lettere indirizzate a Lei al Sindaco di Salerno, al Sindaco di Eboli, al Direttore Generale.) Non me ne voglia, l’avevo avvisata infinite volte, senza alcun ascolto.
    • Quello dell’Asl/SA 3, unitamente al Dott. Tafuri ed al ben noto mariolo, il Dott. Claudio Furcolo (amico suo, di De Mita e di Valiante) ed altri, è sotto inchiesta della Procura Penale del Tribunale di Vallo della Lucania, come appreso leggendo il Corriere della Sera del 25/10/08. Le avevo consigliato di inviare una Commissione, per indagare su alcuni misfatti. Non ha ascoltato il consiglio di uno che ne sa più di Lei (presuntuoso?). Non credo, Lei ben sapeva che avevo ragione, si è astenuto solo per riverenza verso il Vice Governatore, Boss della zona, consapevole a sua volta e compartecipe di tutto. Dica al suo amico Valiante, De Mitiano di vecchia data, che ha contribuito, con la sua politica clientelare e………., allo sfascio, non solo della Sanità, ma dell’intera Regione. Da buon paesano e provinciale, Valiante è riuscito, in tutto questo sfascio, in modo campanilistico, a ben sistemare (?) la Sanità della sua piccola zona d’influenza politica (?), dove elegge, consiglieri Provinciali e Sindaci, suoi parenti stretti, collaterali, ascendenti e discendenti. Questo è il Vice Presidente di una delle più grandi Regioni, impostovi dal ben noto amico di Camorristi Napoletani. (Vedi lettera allegata.) Questi personaggi hanno il coraggio di rilasciare interviste ai servili Giornalisti del “IL Mattino”, del “Corriere del Mezzogiorno” e della “Città”.

    • Quello dell’ASL/SA 1, trasferito, per non licenziarlo, dall’ASL di Castellammare, per sostituire (ultimamente avete, su richiesta del PD, tentato di pensionarlo e sostituito con quello di Castellammare, ma l’intervento del suo e di lui protettore, il Marchese di Nuschia, tutto è stato sospeso) il ricco e nobile Dott. Ferraioli, il quale, già bravo Anestesista Ospedaliero e di Cliniche Private, dopo aver Amministrato l’ASL 54 di Cava dei Tirreni ( clienteralmente ed affaristicamente collaborato da un lardoso Direttore Amministrativo, trasferito a sua volta all’USL di Castellammare, dove aveva continuato la sua meritevole attività di amico degli amici pagatori) aveva sostituito un certo famoso poliedrico delinquente ed unico feroce Politico Camorrista ( assicurato alla legge grazie ai solerti ed abili Pubblici Giustizialisti) della provincia di Salerno (il sottoscritto) all’USL di Salerno e che ora Dirige, da fedele tesserato, un altro inventato Carrozzone Sanitario, al servizio del Podestà De Luca che, a sua volta, era stato Vice Sindaco del caro e valoroso Compagno Socialista, Vincenzo Giordano, (fatto Prigioniero, al par mio, dai soliti e solerti Pubblici Giustizialisti Salernitani) dal quale aveva imparato come si Amministra con lungimiranza e managerialità una Città, dopo aver studiato, a distanza, presso l’Alta Facoltà di Scienze Politiche ed Amministrative dell’Università Politica di Eboli (Ministri, Vice Ministri, Sottosegretari, Senatori, Deputati, Euro parlamentari, Vice Presidenti ed Assessori Regionali, Consiglieri Regionali e Provinciali, Sindaci d’Avanguardia, Presidenti ed Amministratori di Strutture Sanitarie Pubbliche Regionali, Presidenti di Strutture Pubbliche Provinciali) Il Dott. Ferraioli (che carriera!) s’interessa anche dei controlli delle Strutture Sanitarie Convenzionante della provincia di Salerno (guai agli amici di Bassolino), per la sua maturata esperienza quale socio occulto di Cliniche e Centri di Diagnostica per Immagini. E’ tale la sua riconosciuta capacità Manageriale (dove ha studiato tale scienza? In Sala Operatoria?) che, dopo aver consigliato come sprofondare l’Ospedale di Eboli (Esempio Storico della Sanità Pubblica e Privata), ora vuol ridimensionare anche il Campolongo Hospital, gioiello ed esempio, in tutta Italia, di Struttura Sanitaria Convenzionala di alta Professionalità, creando centinaia di disoccupati Ebolitani, per realizzare al Da Procida di Salerno (da mia programmazione, quale Amministratore Straordinario, doveva diventare un moderno Centro Oncologico, con un Bacino d’utenza che da Salerno avrebbe coperto una vasta zona Interprovinciale ed Interregionale) una struttura di Riabilitazione Sanitaria Pubblica, con la conseguente assunzione di parenti ed amici dei Politici (?) locali, appesantendo ulteriormente le sbancate Casse Regionali.
    Povera Sanità Pubblica Salernitana, dove sono finiti i finanziamenti già stanziati, per la realizzazione ad Eboli di un grande centro Ospedaliero per l’Infanzia, al pari del Bambino Gesù di Roma? (Vedi Storia Politica dell’illuminato Ministro Carmelo Conte) Povero Direttore Generale, trasferito da Castellammare, dove aveva operato con immensa e cristallina trasparenza (vedi appalti procrastinati illimitatamente), si sta barcamenando, pur non conoscendo le problematiche della zona, per eseguire i suoi maniacali ordini di riassetto territoriale. Lei, quale unico responsabile della catastrofica e fallimentare Sanità Regionale, dovrebbe dimettersi, anche in considerazione che le hanno appioppato due Tudor, per evitarle di continuare a fare disastri.
    Poveri cittadini, ora hanno anche interrotto la Diagnostica Convenzionata, l’unica ancora di salvezza per evitare la lunghissima attesa della Diagnostica Ospedaliera. Immaginatevi l’assalto ai Pronto Soccorso, con notevole altro aggravio di spese e di inefficienza. Il grande (fisicamente) Direttore Sanitario del Nosocomio di Eboli ha dovuto rafforzato la struttura d’urgenza, impegnando, in modo clientelare, Primari ed Aiuti di importanti reparti di diagnosi e cura.
    Lei dovrebbe eliminare (battendo, almeno una volta in positivo, un altro record Personale), tutti i Direttori Generali, sia delle ASL e sia delle Aziende Ospedaliere, i Direttori Sanitari ed Amministrativi di tutti Gli Ospedali e strutture Sanitarie Territoriali, sostituendoli, part time a rotazione annuale, con i più meritevoli e capaci Medici ed Operatori Amministrativi, già operanti nelle varie strutture, facendoli guidare e controllare, fornendo loro un preciso badget, da un Responsabile (vero Manager, senza tessera d’appartenenza alla parrocchia) per ogni provincia, il quale, però, dovrebbe stare, a sua volta, in stretto e diretto contatto con Lei.
    Con quali Professori di Strategia Politica Sanitaria, ha elaborato il Progetto del Riassetto Territoriale della Sanità Regionale ed, in particolare, di quella Salernitana? La faida personale, tra Bassolino e De Luca ( Grande Podestà FascioComunista ), continua incessantemente, con notevoli danni per la nostra provincia. Ancora non ha compreso che la Politica clientelare porta (la Storia insegna) allo sfascio e non al progresso?
    Che cosa aspettano i NeoPodestà ?

  9. Poichè io sono inesperto di cose politiche vorrei che qualcuno mi spiegasse come mai i parlamentari dei collegi a noi + vicini si prodighino sempre per il loro territorio e i nostri invece , a partire dagli anni 80 ( degli anni precedenti per ragioni anagrafiche non posso dire ) , subiscono sempre le iniziative altrui , limitandosi a sterili reazioni di facciata quando le cose vengono poi conosciute dai cittadini . Qualcuno mi può aiutare?

  10. X il dr Elio Presutto
    è un piacere leggerla sul Blog………………..è un’occasione che i giovani dovrebbero sfruttare……………….considerata la mancanza di vera politica……………..partitica.
    Io non sono stato mai Socialista ………….ma apprezzo leggere o ascoltare chi la Politica la fa per passione…………….
    Grazie.
    Con stima
    Antonio corsetto, capogruppo PdL. Eboli

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente