I “Pinocchi disinvolti” e la truffa alla Città di Brunello Di Cunzolo

Di Cunzolo a Lascaleia: “Cecilia Francese sa leggere, e Lei, caro Avvocato sa leggere nel Codice cosa significa “TRUFFA”?

BATTIPAGLIA – Riceviamo e volentieri pubblichiamo la nota politica del Segretario Cittadino del Movimento Politico “Etica per il Buon Governo” Brunello Di Cunzolo, circa il “progetto Alzheimer” e le dichiarazioni offensive del Consigliere del PD Piero Lascaleia nei confronti di Cecilia Francese.

TRUFFA al Consiglio Comunale

Truffa alla CITTA’

Brunello Di Cunzolo

Brunello Di Cunzolo

L’avvocato Piero Lascaleia vuole ad ogni costo essere ricordato dai posteri come il “capogruppo” dei “Pinocchi Disinvolti”, perpetrando un atteggiamento di dileggio del consigliere comunale di “Etica per il buon governo” Cecilia Francese.

Lascaleia dopo la pessima figura delle calunniose dichiarazioni nei confronti della nostra Cecilia in ordine al “progetto Alzheimer” ripete l’attività di disinformazione condita dall’offesa personale: “la dottoressa Francese la smettesse di dire sciocchezze e non si distragga quando legge cose scritte da altri. Il finanziamento è all’ex ATI e non alla STU”.  Tanto dichiara in replica su “il Mattino” del 19 dicembre 2009.

Cecilia è responsabile di aver toccato un altro nervo scoperto di questa maggioranza costruita sulle spartizioni.

Il nervo scoperto è appunto questo “FINANZIAMENTO” di quattro milioni di euro destinato dal “SINDACO”, avallato prima dalla giunta poi dalla maggioranza del Consiglio Comunale, per un non meglio identificato primo lotto di lavori per la ristrutturazione dell’ex ATI, “bene destinato ad essere ceduto nella disponibilità della STU, una spa a maggioranza privata in cui il Comune detiene il 49% delle quote”.

Questo APPANNAGGIO ha garantito alla maggioranza due voti, ed ha negato a Battipaglia un auspicabile sviluppo come quello virtuoso di Valencia, Bilbao e Glasgow, dove le civiche amministrazioni sono state “ILLUMINATE” non solo dagli addobbi natalizi. Questo dichiara Cecilia e ciò è VERISSIMO.

Le sciocchezze, anzi le BUGIE, coscientemente le dice l’avvocato Lascaleia, che professionalmente ha le competenze per poter saper leggere ed interpretare tutte le delibere che il Consiglio Comunale ha emanato in favore della STU a partire dalla delibera 153 del 2000, con cui, ci riferisce l’avvocato del Comune Giuseppe Lullo in risposta ad una interrogazione di CECILIA, “il Comune aveva perimetrato l’intera zona omogenea D3 in favore della costituenda STU”.

Sempre l’avvocatura comunale ci comunica per iscritto che “con delibera n°119 del 7.6.2007 ha disposto l’adozione definitiva del P.U.A. predisposto dalla STU, e con successivo provvedimento prot. dell’11.06.2007, ne ha decretato la pubblicazione sul BURC.”

La partecipazione alla STU del Comune è stata censurata dal TAR, il quale dovrebbe cedere ai privati la propria quota, ma, l’ex ATI rimarrebbe legato indissolubilmente alla STU che è nata e morirà solo con la trasformazione del complesso immobiliare costato al comune ben 8 miliardi delle vecchie lire alla fine degli anni 90 e oggi valutato 8,5 milioni di euro.

CECILIA sa LEGGERE anche ciò che scrivono altri, in questo caso ciò che ha scritto l’avvocatura comunale: Lei, caro Avvocato sa leggere nel Codice cosa significa “TRUFFA”?

Battipaglia il 19 dicembre 2009

Firmato

Il segretario cittadino di ETICA per il BUON GOVERNO

Architetto Brunello Di Cunzolo

16 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente