Eboli: Il Gruppo PD scrive al Sindaco sul Caso ISES

Il Gruppo PD in data 9 gennaio scorso ha inviato una nota al Sindaco di Eboli e al Prefetto sulla vicenda del centro riabilitativo ISES.

Nella Nota il gruppo PD chiede: il Commissariamento e la messa in liquidazione del Centro Ises; la costituzione di una nuova Cooperativa e un nuovo accreditamento; la stipula di un protocollo con il centro Nuovo Elaion.

Antonio Petrone-Antonio Conte-Teresa Di Candia

Antonio Petrone-Antonio Conte-Teresa Di Candia

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Il Gruppo consiliare del Partito Democratico il 9 gennaio u.s. ha inviato una nota firma di Antonio Conte, Antonio Petrone e Teresa Di Candia, al Sindaco di Eboli Massimo Cariello e al Prefetto di Salerno Antonella Scolamiero, sulla vertenza di cui al Centro Riabilitativo ISES di Eboli.

ISES

ISES

Considerato che la cooperativa ISES non dispone dei requisiti strutturali per esercitare attività sanitaria di riabilitazione estensiva ex art. 26 Legge n. 833/78 – Scrivono i Consiglieri Comunali, Antonio Conte, Antonio Petrone e Teresa Di Candia del Gruppo PD di Eboli – e che risulta indebitata per alcuni milioni di euro e non paga gli stipendi ai dipendenti da alcuni mesi, e poichè a seguito di un’ispezione conclusasi nel settembre 2013, gli ispettori del Ministero dello Sviluppo Economico non hanno rilasciato l’attestato di mutualità prevalente e hanno proposto l’adozione del provvedimento di gestione commissariale; e considerando inoltre che l’amministrazione della cooperativa, nell’ultimo periodo, è stata curata da persone lautamente retribuite, estranee alla società e provenienti dall’agro nocerino e dal napoletano; dal 18 Settembre 2014 l’Asl ha sospeso i pagamenti, in quanto detta cooperativa non è più accreditata dal servizio sanitario regionale, è importante per Eboli e per i lavoratori che l’Ises riprenda la sua attività, con una censura netta rispetto alla gestione passata.

Ex Reparto Ortopedia-Eboli

Ex Reparto Ortopedia-Eboli

Sulla base di queste considerazioni il Gruppo Consiliare del PD chiede:

  1. il commissariamento della cooperativa Ises e la sua messa in liquidazione;
  2. la costituzione di una nuova cooperativa, con l’adesione dei soli soci lavoratori, oltre alle figure professionali previste dalla normativa regionale per i centri di riabilitazione;
  3. l’assegnazione in locazione alla Nuova ISES di strutture di proprietà comunale,  come beni patrimoniali disponibili  vedi  l’ex Reparto Ospedaliero di Ortopedia (167), che potranno essere adeguati alla bisogna anche con il contributo volontario e gratuito della squadra di manutenzione del Nuovo Elaion, come da specifica disponibilità già deliberata dai suoi organi di gestione;
  4. di intervenire sull’ASL Salerno perché riconosca alla nuova cooperativa l’accreditamento, liberandola da ogni responsabilità connessa alla precedente gestione; e accantoni le somme eventualmente vantate dall’Ises per  il  pregresso accreditamento, a favore dei  lavoratori e del tfr non pagato;
  5. la stipula di un protocollo con il centro Nuovo Elaion che si è detto disponibile  e non da ora, a titolo di solidarietà e senza alcun compenso, a mettere a disposizione gli ambienti necessari per consentire alla nuova Ises di procedere da subito, a proprio esclusivo beneficio, dei trattamenti ambulatoriali, in attesa di una definitiva sistemazione nei nuovi locali;
Conte Antonio

Conte Antonio

A tal fine, il Sindaco vorrà convocare un apposito Consiglio Comunale nell’intesse dei pazienti utenti e dei lavoratori, anche per evitare  e allontanare ogni speculazione di tipo privatistico.

“Da tempo – ha dichiarato il capogruppo del PD Antonio Conteabbiamo sollecitato una soluzione per il Centro ISES nell’interesse dei pazienti e dei lavoratori. Con questa nota inviata al Sindaco e al Prefetto ribadiamo una proposta che riteniamo percorribile per la soluzione del problema e per evitare inutili e dannose speculazioni a danno di tutti quelli che hanno a cuore le sorti del Centro”.

Eboli, 10 gennaio 2016

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Amministratori espressione di scelte politiche “libere”: da nausea

  2. siamo al limite: come fanno Petrone e Di Candia, espressioni del Centro Elaion, a chiedere una cosa simile?
    Succede solo ad Eboli……..mah

  3. Finto spontaneo interessamento,vero bocconcino per il concorrente che vorrebbe papparselo,w ises indipendente

  4. i tre uomini ritratti nella prima foto credo che abbiano perso la testa.

  5. Ma come sono generosi questi portavoce del Centro Elaion…ma come sono buoni…tra mille problemi che abbiamo, loro solo di uno si vogliono far carico:l’ISES!!!
    LORO chiedono la messa in liquidazione!
    LORO si offrono x ospitare tutti!
    LORO parlano di accreditamento!
    LORO decidono dove poter ospitare la Struttura!
    Se non ci fosse da piangere ci sarebbe da ridere.
    Decidete le cose di casa vostra,grazie!Ammesso che possiate farlo, ma ne dubito:il vostro padrone vi controlla anche la minzione!!BEHHHHHH…alla pecora-maniera!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente