Battipaglia- Pietrasanta sul degrado politico: Tutti insieme appassionatamente

Maurizio Mirra coordinatore di IdV smentisce: Abbiamo raccolto le firme per i referendum. (a piè di pagina la dichiarazione)

BATTIPAGLIA – Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Michele Pietrasanta che prende spunto da alcuni episodi politici commentati da altrettanti articoli di stampa, che mettono in evidenza sempre di più la crisi che attraversa la politica e i partiti che attraverso i propri uomini non riescono ad assolvere al loro ruolo primario di mediazione tra la società e le istituzioni. Pietrasanta prende spunto in particolare da un articolo  apparso su il Mattino, che si allega a fondo pagina, che racconta di un incontro promosso da Vincenzo Inverso, segretario Nazionale dei Circoli Liberal, svoltosi a porte chiuse, nel quale il PD, IdV, Civica Battipaglia  e Liberal discutevano del degrado politico.

Partiti dominati da uomini che non rappresentano più nessuno se  non pochi gruppi familiari e che, per colpa loro, hanno ridotto i partiti stessi a “veicoli” attraverso i quali giungere al potere e impossessarsene. Questo accade a livello nazionale e secondo Pietrasanta accade a Battipaglia. Tanti individualismi, salvo poi ad essere solidali nello scempio. Divisi ma al momento opportuno “tutti insieme appassionatamente“.

……………..  …  …………….

di Michele Pietrasanta

Cari lettori,

Michele Pietrasanta

qui non si tratta di “limbo” (limbus per i latini) poiché Cristo è risorto da oltre 2000 anni e di persone…buone si contano sulle dita di una sola mano.- Qui è più corretto ed onesto parlare di Purgatorio ed Inferno di dantesca memoria.- Condizioni, queste ultime, create,sviluppate ed alimentate da quei soggetti (politici) che oggi tentano in tutti i modi di fare quadrato per salvare il LORO recinto di potere: i Partiti.

I Partiti: “Tutti insieme appassionatamente”.-

Insieme non per amore di fratellanza o altruismo, ma una lega, un accordo, un patto tra scellerati per salvare le loro aree di influenza e di potere.- Per mantenere la “mani in pasta” e continuare imperterriti nello sfascio, nel degrado ed allo smembramento di un paese, di una Regione, di una Nazione.-

Qui non si tratta di limbo di “inconcludenza”, e che sarebbe il male minore, qui si tratta dell’esatto contrario, qui si tratta di “concretezza in negativo”, di becero egoismo, di attivismo per la propria bottega, di atti ed azioni orientate al solo scopo degli interessi partitici e/o personali. (altro che bene comune, questo è solo il termine dove dietro si nascondono gli immorali e gli ipocriti)

Personalmente non abbiamo avversità preconcette sui Partiti poiché la loro degenerazione è dovuta da quella dei loro componenti, dei loro soggetti centrali e periferici.- “Sono gli Uomini che fanno i Partiti e non i partiti a fare gli uomini” – Lo abbiamo detto e lo ripetiamo.-

Ma và da se che, non essendoci….uomini, i partiti hanno sostituito e/o sposato la democrazia con la…”Partitocrazia”.- E’ tutto racchiuso in questo contesto il degrado e le aberrazioni di questo Paese (in senso lato).- E si tenga ben presente che la degenerazione è proprio il frutto di oltre 40 anni di “democrazia rappresentativa” (politici).- E non già di “sovranità popolare” o di democrazia “partecipativa”, unica ancora di salvezza, se ce ne rimane il tempo prima dello scontro….fisico, per questo Paese.-

Un esempio, sintomatico se pur limitato, ci viene dal fatto che l’incontro si è svolto a….. “porte chiuse”.-
Chiuse per chi.?? – Non certo per i partiti, che si arrogano il diritto di avere le…chiavi della Città.
Chiuse per chi.?? – Per i Cittadini, unici sovrani vituperati e vilipesi o relegati al ruolo di sudditi.??
Chiuse per chi.?? – Per la società civile, per le organizzazioni apartitiche, per i movimenti civici.??

Chiuse come la forma mentis di questi politicanti avvezzi a gestire la cosa pubblica non certo in trasparenza e nei consessi….civici, bensi  “chiusi” nelle stanze dei bottoni e nelle segreterie politiche.- Li dove gli inciuci e le politiche spartitorie sono facilmente pilotabili.- Li dove il termine “bene comune” viene spartitoriamente definito: “bene del….Comune”

In breve,ma molto esplicito: Noi siamo i partiti, i rappresentanti ed il potere e voi siete un….cazzo. (per dirla alla Sordi in “il Marchese del Grillo”).-

Ma l’ipocrisia, l’arroganza, le prevaricazioni, le immonde azioni di questi soggetti,inquilini della Casa Partitocratica, non si limitano a questo.-

Come si giustifica e si motiva un incontro tra partiti della maggioranza che sostengono un Sindaco che,per sua spontanea dichiarazione, si colloca come CIVICO.??

Ma forse il “cancro del sistema” non stà tanto nell’appoggio ad un Sindaco autodefinitosi “civico”, quanto nel fatto che sono i partiti stessi il “Cancro del Sistema”.-

Ed un altro esempio….fresco di giornata (Il Mattino.23 c.m.- La polemica di Provenza).-

Si chiede al Sindaco il “CHI rema contro” e gli si addebitano le colpe, essendo un “civico”, del mancato arrivo dei Fondi Europei.- Ecco un altro esempio di pura partitocrazia e di pura ipocrisia generalizzata nel richiedere “CHI” (nomi e cognomi) da chi forse in quei CHI ne è iscritto a pieno….titolo.-

Il loro timore è quello che il popolo possa uscire dal…”solco tracciato dai partiti” e dai loro rappresentanti. Solco che è bene “rinforzare” tutti uniti affinchè nulla trasbordi, nulla sia concesso e permesso al Cittadino se non attraverso le suppliche, le genuflessioni e le sottomissioni da fare al suo “rappresentante”, anche se in presenza di “diritti” e non di favori: la forma più alta di arroganza e prevaricazione della “partitocrazia”.–

Misteri della Fede o misteri delle alchimie partitiche.?? – No.! – Solo “masturbazioni mentali”, poiché altri tipi non le sono concessi, mancanti in essi quegli attributi preposti al caso.-

Ci si preoccupa, a torto o a ragione, che Battipaglia si ritrova in un “limbo di inconcludenza” ma,di grazia, in questo limbo chi l’ha cacciata, chi ha contribuito a questo degrado, chi gli artefici di tutto questo.??

Chi sono gli attori principali e secondari che hanno portato al dissesto finanziario, materiale e…morale una Comunità.?? CHI sono i politici e gli amministratori che hanno consentito in 30 anni di gestione della….cosa pubblica di smembrare ed assoggettare ai poteri forti (loro foraggiatori) il territorio ed i beni della Comunità.?

Il CHI sono questi politici e queste figure professionali, potrebbero fare il paio con il CHI sono i gruppi di potere, i criminali con le mani sporche e/o con i colletti bianchi che hanno nelle mani i destini e la vita sociale di una Comunità.-

Ecco i CHI.! – Sono come gli….Innominati di manzoniana memoria.-

Innominati con nome, cognome, parentela, indirizzo e…..Partita IVA

Fantasmi per le Istituzioni, gli Organi di governo ed i Funzionari che tutto sanno e che tutto dovrebbero fare affinche nulla fosse lasciato al caso o,peggio, al libero arbitrio.-

Ma TUTTI a chiedere a TUTTI i nomi di questi CHI.- Fino a farli diventare indecifrabili se non virtuali o addirittura…inesistenti.- Pirandello avrebbe detto: “CHI.? – Uno, nessuno e centomila”

Noi invece,per essere brevi, sintetici ed allusivi,diciamo: “Sappiamo e vediamo solo che in questa territorio ci sono “escrementi”.- Vogliamo che i preposti ai compiti, individuano e puniscano CHI di questi escrementi politici, economici,imprenditoriali e morali, ne sono gli artefici”.- Il resto….mancia.!

E se non ci si arriva…civilmente, il Cittadino (civico) e la società civile, ci arriverà tramite la….Bastiglia.

Costi quel che costi.! – Ed allora,nomi e cognomi, non verranno scritti su una bacheca di Tribunale, ma sui quotidiani nell’elenco dei necrologi.-

Ed ora,per chiudere, vi postiamo un Link da dove potrete rilevare l’essenza dei comportamenti del “politicante doc” o,se preferite, dei comportamenti “partitocratici.- Vi alleghiamo il Link poiché, questo dialogo tra Elettore ed Eletto, è lungo ma ne vale la pena leggerlo e….meditarci su.

http://files.meetup.com/1475908/Elettore-Eletto-Dialogo2.doc

Michele Pietrasanta

……………………….  …  …………………………

Vincenzo Inverso: “La città nel limbo politico”

Battipaglia. «Se prosegue uno scontro tra fazioni senza riferimenti politici e la politica, già nel limbo dell’inconcludenza, si ridurrà lotta tra bande la più grande ed importante città del Salernitano sarà costretta ad assistere ad un degrado civile inarrestabile». Enzo Inverso, segretario nazionale dei Circoli Liberal, lancia l’allarme nel corso di un incontro promosso dall’Udc battipagliese.

L’incontro, a porte chiuse, ha visto la partecipazione dei segretari politici cittadini del Pd, dell’Idv, Ld oltre alla partecipazione della «Civica Battipaglia» e del rappresentante dei gruppo dei consiglieri comunali indipendenti di maggioranza. «L’incontro e stato molto positivo – ha detto Inverso – e tutti i partecipanti hanno evidenziato l’importanza della ripresa del primato della politica e dei partiti nella nostra Città, come modello partecipativo , dentro e fuori dal Consiglio comunale e all’amministrazione della nostra Città per garantire il bene comune e non isolare in un “limbo politico” Battipaglia». Gli ultimi giorni non sono stati facili nel dibattito politico della città con pesanti accuse nei confronti del sindaco Santomauro e di esponenti della sua maggioranza, con la replica pronta dello stesso sindaco e il preannuncio di querele nei confronti dell’architetto Di Cunzolo e del neo presidente del consiglio provinciale Fernando Zara. E Battipaglia per la sua importanza politica ed economica , ed economica sullo scacchiere provinciale non può rischiare una deriva di tipo “civico”.

«Noi riteniamo – ha detto Inverso – che la città deve necessariamente stare nel solco della politica attraverso i partiti e i propri rappresentanti sul territorio avere i giusti riferimenti nelle istituzioni provinciali, regionali e nazionali al fine di poter raggiungere con successo gli obiettivi previsti nel bilancio appena approvato.»

Un appello al senso di reponsabilità che è stato raccolto dai partecipanti all’incontro a porte chiuse. Nei prossimi giorni non si esclude che il Pd e le altre forze politiche di riferimento partitico assumano altre iniziative tese a ripristinare nella città un clima ci confronto civile. «Noi ce lo aauguriamo per il bene di Battipaglia. E il bene comune di una città non ha colore nè di destra, nè di centro, nè di sinistra».

—  ( Il Mattino. 21.giu.2010 )  ————–

………………..  …  ………………..

Dichiarazione Mirra

Spett.le Dott. Del Mese,

tengo a precisare, in qualità di Coordinatore CIttadino di Italia dei Valori a Battipaglia, di non aver mai partecipato all’incontro descritto nell’articolo. In concerto con il coordinatore Provinciale, con i rappresentanti istituzionali e la base, abbiamo preferito concentrare i nostri sforzi sulla raccolta di firme relative alla campagna referendaria promossa dal nostro partito, di cui in altri articoli già abbiamo discusso.

Cordialmente,

Maurizio Mirra
Coordinatore Cittadino
Italia dei Valori – Coordinamento di Battipaglia – Circolo “Giancarlo Siani”

7 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Spett.le Dott. Del Mese,

    tengo a precisare, in qualità di Coordinatore CIttadino di Italia dei Valori a Battipaglia, di non aver mai partecipato all’incontro descritto nell’articolo. In concerto con il coordinatore Provinciale, con i rappresentanti istituzionali e la base, abbiamo preferito concentrare i nostri sforzi sulla raccolta di firme relative alla campagna referendaria promossa dal nostro partito, di cui in altri articoli già abbiamo discusso.

    Cordialmente,

    Maurizio Mirra
    Coordinatore Cittadino
    Italia dei Valori – Coordinamento di Battipaglia – Circolo “Giancarlo Siani”

  2. Quando ci si trova dinanzi ad un supposto “falso”, le strade da seguire sono:-
    1.- Accertarsi che non vi sia stato un refuso di stampa ed,in tal caso,chiedere la “correzione” all’editore (pubblica)
    2.- In mancanza della condizione 1.-, chiedere la rettifica e giustifica “pubblica” a coloro i quali hanno trasmesso il testo (Vincenzo Inverso)
    3.- In mancanza delle condizioni 1.- e 2.-, adire le Vie Legali
    4.- In mancanza di….tutto quanto sopra, si lascia libera interpretazione ed azione a chi coinvolto, direttamente e/o indirettamente.————

  3. Purtroppo, non essendo in provincia durante la settimana, non mi è stato possibile leggere l’articolo citato. Ormai, dopo 4 giorni dalla pubblicazione, non avrebbe senso chiedere una correzione, avrei dovuto farlo il giorno stesso della pubblicazione.
    Inoltre, non conosco personalmente Vincenzo Inverso e non saprei nemmeno come contattarlo, a prova della totale estraneità alla sua iniziativa.
    Adire le vie legali mi sembra quantomeno esagerato.
    Alla fine, sono le azioni a stabilire la correttezza e la sincerità di una persona: e gli amici presso i quali ero domenica scorsa a raccogliere le firme, nello stesso orario in cui si è tenuta quella riunione nella quale sono stato coinvolto mio malgrado, sanno benissimo qual’è il mio impegno. Impegno che va al di là delle riunioni “a porte chiuse” discusse nell’articolo.
    La smentita in ogni caso è stata fatta qui e sul nostro blog: dubito anche che “Il Mattino” la pubblichi.

  4. A noi interessano poco le “giustificazioni” se queste non sono supportate da atti e/o documenti.-
    1.- Non capiamo il perchè di una argomentazione avanzata, a titolo personale e/o da Cordinatore, quando invece l’incontro è avvenuto tra Segretari di Partito.-
    2.- Non capiamo,e ci risulta strano, il fatto che un Cordinatore disconosca un Segretario Nazionale,abitante nella stessa città, (Circoli Liberal-Vincenzo Inverso) e non ne detenga i contatti e/o i dati.-
    3.- Non capiamo del perchè un Cordinatore di Partito,in presenza di tali fatti, non si informi, si documenti ed attivi gli organi di partito,per portare a chiarimento i fatti che coinvolgono il partito stesso e,principalmente, la sua persona.-
    — Ma a monte di tutto questo,la nostra personale considerazione stà nel fatto che, quando non si vogliono far emergere le situazioni, la cosa migliore da fare è “spegnere i riflettori” e non “illuminare” il tutto, come si è fatto, senza poi documentare.-
    E’ da sprovveduti.!

  5. 1- In IdV, per chi non lo sapesse, il “Coordinatore” rappresenta quello che in altri partiti è il segretario.

    2- Sono tenuto ad avere i recapiti dei dirigenti del mio partito e non di quelli degli altri ne è mio uso collezionare numeri telefonici degli esponenti politici locali: in base al suo ragionamento avrei dovuto anche avere i numeri di Berlusconi, Fini, Casini, Bersani, Vendola e Ferrero: troppa grazia per un “segretario” di una città di provincia!
    Se poi pensa che questa mia ammissione, ai fini documentali che lei cita, debba essere corredata da pubblicazione della rubrica telefonica del mio cellulare sui quotidiani locali faccia un pò lei! Magari in questo modo potrei far pubblicità gratuita anche al mio barbiere!

    3- Dato che continua a non credere alle mie parole, per altro pubblicate anche sul nostro blog e sul famoso social network “Facebook” a disposizione di migliaia di persone, pensa sia necessario farle recapitare una perizia giurata da parte delle persone che erano in mia compagnia nello stesso lasso di tempo in cui è stata tenuta la famosa riunione, controfirmata per conoscenza dal Coordinatore Regionale avv. Aniello Formisano, dal Coordinatore Provinciale avv. Luciano Ceriello , dallo stesso Di Pietro…………magari con supporto di intercettazioni ambientali, perizie fotografiche ed impronte digitali (non si sa mai, potrebbe essere un mio sosia)?

    E’ pur vero che lo scenario politico attuale non brilla in trasparenza, ma questa cultura del sospetto a tutti i costi corredata da profonde vene di integralismo fine a se stesso, tra l’altro non corredato da dati di fatto, lascia il tempo che trova.

    Spero che questa pantomima finisca qui.

    Saluti

  6. Forse preso da opere….pubblicitarie in favore del suo barbiere, non si focalizzano le cose e si continua a non voler capire.-
    E qui non si è in presenza di pantomima, bensi di….”farsa”.-
    Lo ripetiamo e,nel contempo, la chiudiamo qui definitivamente:
    1.- Non vogliamo minimamente mettere in dubbio la sua parola ma nel contempo, cosi facendo, si mette in dubbio il contenuto della dichiarazione del Sig.Vincenzo Inverso.-
    Dell’una, l’altra: o Inverso ha dichiarato il falso,quidi è un bugiardo e millantatore, o lei, disconoscendo forse fatti politici di….”casa sua”, è stato fuorviato nolente o volente.-
    2.- Lei e padronissimo di detenere contatti e dati di chi le pare, ma questo poi, non la esime dal richiedere spiegazioni e rettifiche “all’unico soggetto” idoneo a fornirle ed a chiudere il….cerchio.-
    Pertanto,in mancanza di questo, le sue dichiarazioni e/o giustifiche, lasciano il tempo che trovano.- Questo non solo da parte nostra ma di chiunque lettore di questo blog dotato di intelletto e buon senso.—(Lei parla di smentita fatta sul suo blog e dubita che “Il Mattino” la pubblichi.- Ma perché non era suo dovere ed interesse trasmetterla al Quotidiano.?? – Crede per caso che il Capo Redattore de “Il Mattino” sia tenuto a leggere il suo blog,onde valutare poi di inserire o meno la smentita.??)
    3.- Lei parla di “cultura del sospetto” disconoscendo che siamo noi tutti ad alimentarla quando gli attenimenti ed i corretti, trasparenti e lineari percorsi vengono disattesi.- (anche se in buona-fede)

  7. 1- C’è poco da spiegare in merito: il sig. Inverso ha probabilmente redatto il comunicato a valle dell’iniziativa (si fa spesso per questioni di tempo), al fine di trasmetterlo negli opportuni tempi tecnici ai mezzi di stampa, senza curarsi di verificare chi abbia presenziato e chi no.

    2- Non conoscendo il sig. Inverso nemmeno tramite “terze persone” dovrei mettere in piedi una “caccia al tesoro” al fine di reperire il suo recapito o la sua persona di proposito e, sinceramente, dato il poco tempo libero a mia disposizione (alla politica dedico solo il tempo libero dato che non ci vivo ma è semplicemente), preferisco applicarmi a cose maggiormente concrete.
    Il blog del partito è “l’organo mediatico ufficiale” di IdV a Battipaglia e la mia convinzione sulla pubblicazione della eventuale notizia sul quotidiano nasce dal fatto che in passato comunicazioni molto più interessanti non sono state pubblicate.

    3- Mi sembra di aver fornito tutte le spiegazioni del caso e che si continui questa diatriba solo per avere la Pirresca vittoria dell’ultima parola.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente