Campania. Arriva maltempo e danni. Si dichiari lo stato di emergenza

Il maltempo che nelle ultime ore ha colpito la Campania ha procurato danni nelle campagne e nei centri urbani. Monteforte Irpino travolta da acqua e fango. 

Piero De Luca (Pd): “Governo dichiari lo stato di emergenza per i territori colpiti. Vicini ai cittadini e agli amministratori locali”. I consiglieri regionali del M5S: Cammarano, “La regione chieda al Governo lo stato di calamità naturale”; Ciampi, “basta cemento si metta in sicurezza il territorio“.

Monteforte Irpino maltempo

POLITICAdeMENTE

NAPOLI – «La grave ondata di maltempo che in queste ore si è abbattuta sulla Campania ed in particolare in alcuni centri urbani, tra cui Monteforte Irpino, ha provocato danni ingenti al territorio e alle popolazioni colpite. Pertanto è necessario intervenire immediatamente a livello nazionale, dichiarando lo stato di emergenza, per calamità naturale – ha dichiarato in una nota stampa l’on. Piero De Luca che aggiunge – In queste ore terribili esprimo tutta la mia vicinanza e solidarietà alle comunità colpite dal violento nubifragio che si è abbattuto sulla nostra Regione.

Farò tutto il possibile per sollecitare il Governo sullo stato di emergenza, al fine di sostenere al meglio le tante famiglie e gli amministratori locali che stanno vivendo momenti di grande difficoltà a causa di queste abbondanti piogge. – spiega e conclude il deputato Dem Piero De LucaUn ringraziamento va alla Protezione civile, alle forze dell’ordine, ai vigili del fuoco e a tutti volontari che in queste ore stanno prestando soccorso in condizioni davvero complesse».

Piero De Luca

Per il maltempo in Campania è intervenuto anche il Consigliere Regionale del M5S , Michele Cammarano: “È urgente che la regione Campania chieda al Governo lo stato di calamità naturale. In pericolo produzioni e imprese agricole” – dichiarato – “Distrutti vigneti e uliveti di 50 aziende dell’Alta Irpinia e interi raccolti nella provincia di Salerno”

La grave ondata di maltempo, i nubifragi e le piogge torrenziali che in queste ore si sono abbattute sulla Campania ed in particolare su alcuni centri urbani, tra cui Monteforte Irpino e intere zone dell’alto Sele del Salernitano, – ha aggiunto il consigliere regionale Michele Cammarano che chiede al presidente De Luca di avviare l’iter per lo stato di Emergenza e Calamità. – hanno provocato danni ingenti al territorio e alle popolazioni colpite. Sono in costante contatto con la Protezione civile per monitorare i danni nelle aree colpite – dichiara Cammarano – Molte strade rurali sono interrotte, alcune principali sono percorribili con difficoltà, i campi sono completamente distrutti”.

Michele Cammarano

Occorrono tutti gli sforzi possibili per tutelare e mettere in sicurezza i territori colpiti. Grazie di cuore a tutti i volontari della Protezione Civile e ai Vigili del Fuoco che in queste ore, senza sosta e senza risparmiarsi nulla, stanno lavorando sul campo per scongiurare ulteriori tragedie. La Campania è una regione a grave dissesto idrogeologico: da anni proviamo a sensibilizzare sull’urgenza dell’adozione di un piano straordinario di prevenzione. – conclude Michele CammaranoNon c’è più tempo, è indispensabile unire le forze per avviare un’ampia progettualità concreta, che si avvalga della ricerca scientifica e degli studi in materia per creare un grande progetto innovativo a difesa dei nostri territori e aree interne. Il territorio è fragile, basta con il cemento. Sì alla messa in sicurezza”.

A Cammarano si aggiunge il suo collega di Partito e di gruppo il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vincenzo Ciampi durante il sopralluogo a Monteforte nel corso del quale ha incontrato il sindaco Giordano: “Non c’è pianificazione, ecco perché abbiamo votato contro alla legge urbanistica

Vincenzo Ciampi

«Questa mattina sono stato a Monteforte Irpino per toccare con mano i danni provocati dal maltempo della giornata di ieri. Un territorio fragile richiede una pianificazione certa e “buona”. Ho incontrato il Sindaco di Monteforte Irpino Costantino Giordano, confrontandomi sulle misure da prendere per affrontare l’emergenza. I primi interventi di somma urgenza non bastano. I progetti di risanamento in itinere richiedono tempo. La cementificazione degli anni passati ha causato i guasti attuali. Il territorio necessita di un vasto piano di risanamento idrogeologico”

La nostra battaglia in Consiglio regionale sul disegno di legge sull’urbanistica di una settimana fa, a cui è andato solo il nostro voto contrario, va in questa direzione. Basta con deroghe e proroghe. L’assenza di una legge urbanistica regionale e i piani di fabbricazione vigenti (risalenti a quanta anni fa) stanno portando alla morte del tessuto urbanistico soprattutto nelle aree interne. I piccoli comuni, dal Cilento al Sannio all’Irpinia e i centri storici in genere, esigono un piano di rigenerazione urbana che risani e metta in sicurezza. – Conclude Ciampi – La Campania non ha bisogno di nuovo edificato. Così forse si batte anche lo spopolamento».

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente