Comunicati Stampa del 13 novembre 2010

Comunicati Stampa del 13 novembre 2010

………………….  …  …………………

SALERNO:
– Inizia a Salerno la raccolta delle firme per la petizione popolare in difesa della Sanità Pubblica.

EBOLI:
– Addobbi natalizi e attività programmate per il Natale 2010. Lavorgna crea una Cabina di regia.
– Pronto intervento acqua: stilato un programma di emergenza.

……………………  …  ………………………

USB – Unione Sindacale di Base
Federazione Provinciale di Salerno

COMUNICATO STAMPA
Comitato salernitano di difesa della Sanità Pubblica

Inizia a Salerno la raccolta delle firme per la petizione popolare

Il Comitato provinciale di difesa della Sanità Pubbica, lancia la petizione popolare nella città di Salerno con due eventi pubblici che si terranno sabato 13 novembre in Piazza Caduti di Brescia nel quartiere Pastena dalle ore 17 e domenica 14 novembre al Lungomare Trieste, altezza Palazzo della Provincia, dalle ore 10.

Il comitato ha stabilito che ogni venerdì dalle ore 18,30 presso la sede provinciale dell’Unione Sindacale di Base, si terranno riunioni organizzative e di discussione con al centro l’obiettivo di una mobilitazione generale sul tema fondamentale della difesa della Sanità Pubblica come sistema universale di diritto alla salute per tutti.

Primo obiettivo è il raggiungimento delle centomila firme in campania.

Contemporaneamente a Salerno sono operativi comitati di difesa della Sanità Pubblica ad Avellino, Benevento, Caserta e Napoli.

La petizione viene sostenuta e diffusa in ogni ambito lavorativo e sociale da tutti gli aderiti al Comitato che al momento di questo comunicato stampa sono:

Giuseppe Vitiello Presidente del Comitato Provinciale ANPI di Salerno, ISEA – Istituto di Sviluppo Eco Ambientale, Viola per Salerno, SEL (Sinistra Ecologia Libertà) Salerno, Rifondazione Comunista Salerno, Il Popolo Viola Salerno, Costituente Comunista Salerno, Sinistra Critica Salerno, Associazione Radicale salernitana “Murizio Provenza”, Rete dei Comunisti Salerno, Comitato di difesa dell’ospedale di Agropoli, Comitato di difesa dell’ospedale di Cava De’ Tirreni, Comitato di difesa dell’ospedale di Castiglione di Ravello, Tribunale per i diritti dell’ammalato, Associazione culturale Hop-Fro, Circolo “Sandro Pertini” di Sinistra Ecologia libertà di Salerno, PdAC – Partito di Alternativa Comunista, Associazione AVDICAF ONLUS, Comitato Acqua Pubblica Salerno, Lega Sud Ausonia, Co. Tu. Cit SCAFATI (Comitato per la tutela dei Cittadini).

Il Comitato è aperto ad ogni nuova adesione che può essere comunicata a: salerno@usb.it – Per informazioni e contatti: cell. 335.6589829 / 388.4431404

————————————————————————

ECCO IL TESTO DELLA PETIZIONE

100.000 Firme in difesa della Sanità pubblica in Campania
PETIZIONE POPOLARE

I sottoscritti cittadini della Campania chiedono che siano ritirati tutti i provvedimenti varati dall’Amministrazione Regionale, in materia di Sanità, che ledono il diritto alla Salute, in particolare il decreto n. 49 del 27 settembre 2010, pubblicato sul BURC n. 65 del 28.9.2010 che prevede su tutto il territorio regionale la soppressione di 2400 posti letto, la chiusura di 9 Ospedali e la dismissione per altra destinazione di altri ben 23 Ospedali.

Inoltre chiedono il ritiro dei provvedimenti regionali che hanno deliberato il pagamento del ticket sulle prescrizioni farmaceutiche e per l’accesso al pronto soccorso.
Pertanto i firmatari della presente petizione non sono disponibili a pagare, ulteriormente, il disastro finanziario e strutturale, del Servizio Sanitario Pubblico in Campania e non accettano che i costi economici siano scaricati sulla pelle dei ceti popolari, in particolare dei lavoratori e dei pensionati.

_______________   _  _  _  ________________

COMUNE di EBOLI
Ufficio Stampa
Assessorato Attività Produttive
dott. Adolfo Lavorgna

Comunicato Stampa

Addobbi natalizi e attività programmate per il Natale 2010.

Quest’assessorato ha creato una cabina di regia al fine di trovare un punto di incontro tra commercianti, confesercenti, cofeli italia Srl per programmare gli addobbi natalizi, le attività che si svolgeranno nel periodo di riferimento, cercando di avere un filo conduttore comune e tramite l’accordo di tutti, ottenere un risultato soddisfacente con una spesa contenuta. Questo  grazie alla sinergia con i diversi assessorati, quello allo spettacolo, Remo Mastrolia, lavori pubblici, Vincenzo Consalvo e alla cultura Antonio Conte.

Il progetto prevede un iniziativa della confesercenti che raggruppa tutti i commercianti al fine di autofinanziare gli addobbi natalizi ed altre attività possono attrarre i cittadini. Tramite gli assessorati si è reso disponibile secondo le norme di sicurezza l’installazione di sottocontatori per l’allaccio dell’energia elettrica per le luminarie ed addobbi, e la spesa del relativa sarà a carico del comune.

I commercianti metteranno la quota pro capite per gli addobbi natalizi, sono già partite le luminarie per il centro storico, grazie alla sinergia tra i commercianti del luogo e sponsor privati, fra questi il Maximall di Pontecagnano. Invitiamo peranto i cittadini a visitare il borgo antico, e verificare la bellezza e la suggestione di queste luminarie. Si completeranno altre piccole zone, con un percorso che dovrebbe prevedere secondo quanto detto dalla confesercenti nella persona del presidente Donato Santimone,  che sta conducendo il progetto, la copertura delle luminarie per tutto il centro cittadine.

Inoltre come ogni anno, un notevole apporto per le festività natalizie, sarà garantito dal Centro Nuovo Elaion del presidente Cosimo De Vita, che svolgerà in piazza della Repubblica e nel centro storico, il classico presepe animato, con un ospite d’eccezione che sicuramente attrarrà tanti visitatori.

Per le periferie un progetto molto interessante è quello di Santa Cecilia con una lotteria, promossa dal comitato festa, dove si invita tutta la popolazione interessata ad aderire al progetto, con tante manifestazioni ed eventi, per rendere attraente ed appetibile ai turisti la zona.

Quindi un grande sforzo nonostante la crisi economica dovuta ai tagli del governo, da parte del Comune, che garantirà l’atmosfera natalizia, incentivando il commercio e favorendo l’afflusso di turisti e cittadini dalle città limitrofe.

Assessore alle attività produttive

Dott. Adolfo Lavorgna

…………………………..  …  ……………………………

COMUNE di EBOLI
Ufficio Stampa del Sindaco

COMUNICATO STAMPA

Pronto intervento acqua: stilato un programma di emergenza.

Autobotte acqua

EBOLI – In mattinata, presso l’unità di crisi comunale, è stato stilato un programma di emergenza per la carenza idrica sul territorio. Una specie di pronto intervento per eventuali emergenze delle famiglie. L’Asis ha riorganizzato il sistema, così il centro antico di Eboli non dovrebbe registrare sofferenze. Per il centro urbano sono allo studio forme di sostegno con l’attivazione di 3 pozzi comunali. In mattinata sono stati individuati altri tre pozzi privati, per i quali si attendeva l’analisi della acque per ieri sera. I piani bassi hanno dunque la certezza di avere l’acqua nelle abitazioni, nel frattempo a breve sarà affisso un manifesto per invitare tutti al risparmio. Le situazioni difficili riguardano sant’Andrea, San Cataldo, Grataglie, Fontanelle, cioè le zone più alte. Qui si interverrà con le autobotti della Protezione Civile.

Da lunedì 15 novembre le zone di Sant’Andrea, San Cataldo, Fontanelle e Grataglie, dove l’acqua arriva in maniera insufficiente, saranno servite da autobotti che distribuiranno acqua potabile per uso domestico. Le autobotti stazioneranno dalle ore 9 alle 12 in Piazza della Repubblica, Piazza Berlinguer, Piazza Borgo, località Santa Croce, via Fontanelle.

Chi dispone di serbatoi sufficientemente grandi (capienza di almeno 3.000 litri) può chiedere il servizio a domicilio rivolgendosi al Nucleo di Protezione Civile presso il Comune di Eboli, al numero  0828-366664.

L’acqua distribuita dalle autobotti è potabile, ma nel travaso nei contenitori o serbatoi potrebbero subire degli inquinamenti. Per questo, pur essendo potabile, può essere utilizzata solo per usi domestici (per lavare i panni, le stoviglie, i pavimenti ecc). Può essere utilizzata per uso alimentare purché bollita. Tutte le operazioni di intervento in questa fase di emergenza sono coordinate dal sindaco di Eboli, Martino Melchionda, a capo dell’unità di crisi composta dagli assessori Magliano, Mastrolia e Consalvo, e con il supporto dell’ufficio tecnico guidato da Rosario la Corte e dell’ufficio ecologia coordinato da Girolamo Mirra, insieme con i vigili urbani e la protezione civile.

EBOLI, 13 NOVEMBRE 2010

……………………….  …  ……………………………

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente