Terzo Polo a Battipaglia: Si va verso nuovi equilibri?

Il Terzo polo riapre i giochi e mette in discussione gli attuali equilibri politici locali e provinciali. Si andrà verso un rimpasto e un allargamento della maggioranza?

Giovedì 30 dicembre 2010 ore 11,00 Conferenza stampa nel salone delle Conferenze del Comune di Battipaglia.

BATTIPAGLIA – Prove tecniche di “Terzo Polo” anche a Battipaglia. Dopo il voto di Fiducia del 14 dicembre scorso al Governo Berlusconi, il “Terzo Polo” pur registrando una battuta d’arresto ed una semi sconfitta, continua nel suo percorso costitutivo. Del resto non ci sono altre alternative in risposta all’aggressività del Cavaliere, che sembra essersi ringalluzzito ancora di più, tanto da lanciare una vera e propria campagna acquisti.

Rotti i freni inibitori anche sulla compravendita dei parlamentari, Berlusconi ormai, apertamente e senza ritegno, non perde occasione di dichiarare che ben presto saranno di più i parlamentari che “pentiti” ritorneranno all’ovile e/o, perché ormai di ovile si tratta,  e altri  ancora che abiureranno il centro sinistra e aderiranno al suo progetto. Ultimamente lo ha detto e senza mezzi termini anche in uno scambio di battute con il suo amico e “collega” di “inquisizione” don Pierino Gelmini, insieme hanno dichiarato, che sapranno tirarsi la “Botta”. Chi sa a quale “botta” si riferiscono, non sarà mica il “Bunga Bunga“?

Ma se Berlusconi si dichiara soddisfatto e canta vittoria nel suo tentativo di allargare la maggioranza, oltre che dei Parlamentari transumanti, anche con l’aiuto dell’UDC e di Pier Ferdinando Casini, la Lega Nord frena e fa capire che con le maggioranze risicate non si va da nessuna parte. In maniera diversa ma con garbo istituzionale il Presidente della Repubblica, fa sapere la stessa cosa e aggiunge che nella ipotesi dovesse cadere il Governo, non ci sarebbe altra soluzione che il ricorso anticipato alle urne.

Intanto Cavaliere a parte il Terzo Polo continua a tenere banco e continua il suo percorso istitutivo sia a livello nazionale che nelle realtà periferiche, condizione che non esclude Battipaglia, la seconda Città della Provincia di Salerno.

Il Terzo Polo formato da Repubblicani, Futuro e Libertà, Movimento per le Autonomie, UdC, si costituisce anche a Battipaglia e terrà la sua conferenza stampa ufficiale di presentazione il giorno 30 dicembre alle ore 11,00 presso il Salone delle conferenze del Palazzo di Città. E così Pasquale Mango, Gerardo Motta, Bruno Mastrangelo, Adolfo Rocco, Vincenzo Inverso, e tutto il gruppone dell’UDC da Francesco Frezzato a Giuseppe Sica, passando da Lorenzo D’Auria a Marco Campione e Angelo Cappelli e i probabili nuovi acquisti, daranno vita al polo di centro, il gruppo consiliare sarà composto da 8 consiglieri.

Con la costituzione del Terzo Polo cosa succederà a Battipaglia e quali saranno i riflessi, anche rispetto all’Amministrazione che sostiene il Sindaco Giovanni Santomauro, non è dato sapere. E’ difficile valutarne le conseguenze, anche perché un’azione politica di distinguo da parte dell’UDC rispetto all’Amministrazione sarà difficile, anche se già in altre occasione questo partito ha chiesto nuovi assetti e quindi altre rappresentanze in Giunta, mettendo in  un equilibrio precario la maggioranza stessa. Maggioranza che arranca e non riesce a risolvere i suoi Affari Istituzionale con sollecitudine, visti i continui Consigli Comunali che non si riescono a celebrare per mancanza di numero legale, spesso strategica, come è avvenuto per il caso SIAD e quello di ieri sera.

Per il resto, ogni ulteriore movimentazione passerebbe anche attraverso la collocazione dello stesso Sindaco, non più digerito come indipendente. Quindi se si dovesse concretizzare più di un chiarimento: l’adesione di Santomauro all’UDC; un rimpasto in giunta con nuovi ingressi e nuove rappresentanze; un conseguente allargamento della Maggioranza; un conseguente ridimensionamento del PD; Un ulteriore isolamento del PdL; costituirebbe una vera e propria rivoluzione locale che lascia precludere un riverbero anche provinciale. Riverbero che andrebbe ad incidere negativamente anche rispetto al progetto del Presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli, che ormai in rotta di collisione verso tutti, si avvia con le sue politiche di divisioni, verso una colossale sconfitta elettorale nelle prossime consultazioni  amministrative di primavera.

Intanto aspetteremo con apprensione il giorno della Conferenza stampa anche se i venti di guerra già soffiano alla grande.

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Siamo alla frutta, ma quale terzo polo, questo è uno scasso (dove vengono confinate le vecchie auto), ormai e ci dispiace questi sono tentativi per cercare di destabilizzare l’attuale azione di governo cittadino molto blandi che non sortiranno alcunchè poichè una buona parte di questi personaggi (eccezion fatta per quei passionali che veramente ci credono ma si contano su una mano) alla prima attribuzione di qualche poltroncina faranno marcia indietro o addirittura metteranno la freccia per dirigersi altrove. Se l’iniziativa politicamente è nobile non lo è altrettanto la sua composizione. Comunque il buon “Santo” “Mauro” saprà affrontare con intelligenza questa ciurma e frantumare come detto la nobile iniziativa.
    Saluti dagli spettatori di Battipaglia.
    Staremo a vedere

  2. Un consiglio a queste persone, DIMETTETEVI, farete sicuramente una cosa giusta ed intelligente, degna del vostro acume politico.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente