Roccadaspide: Auricchio assegna le deleghe

Il sindaco Auricchio ha assegnato le deleghe: Stabilito il criterio della rotazione. de Rosa è il Vice Sindaco.

Distribuite le deleghe, consumato il primo Consiglio Comunale, tutti e subito al lavoro, per il secondo mandato.

Girolamo Auricchio

ROCCADASPIDE – A pochi giorni dalle elezioni amministrative, il sindaco di Roccadaspide Girolamo Auricchio ha costituito la giunta comunale ed ha conferito la delega a ciascun assessore. Una giunta non del tutto nuova, che presenta solo qualche new entry, e che fondamentalmente si presenta simile a come è stata negli ultimi cinque anni.

La Giunta Comunale è composta da Antonio De Rosa, nominato Vice Sindaco con delega ai lavori pubblici; a Carmine D’Angelo è andata la delega all’urbanistica, mentre al giovane avvocato Paolo Antico è stata conferita la delega a Pubblica istruzione, Sport, turismo e spettacolo, Politiche Giovanili. Ad occuparsi di Bilancio e Commercio sarà Fernando Morra, commercialista di professione. Luigi Bellissimo è consigliere con delega alla Viabilità e Protezione Civile, mentre Antonio Gorrasi avrà l’incarico di occuparsi di Sanità e Trasparenza.

Presidente del Consiglio Comunale è stato nominato Gabriele Iuliano, che ha ricevuto anche la delega a Programmazione, Legale e Contenzioso. Unica donna in giunta, Giuseppina Musto, Capogruppo, alla quale è stata conferita la delega alle Politiche Sociali e alla Cultura.

L’amministrazione Auricchio, come è nel suo stile, si è messa subito a lavoro, per dare continuità al lavoro svolto negli ultimi cinque anni per Roccadaspide, città praticamente trasformata dai tanti lavori pubblici, e segnata da significativi cambiamenti, soprattutto in fatto di ambiente e sanità.

Il primo appuntamento ufficiale della nuova compagine, è stato il Consiglio Comunale del 30 maggio 2011. Dal giorno dopo si si è tornati al lavoro: ciascuno dei componenti della squadra sarà presente a Palazzo di Città, in orari e giorni prestabiliti, per ricevere il pubblico.

Tra le primissime decisioni prese, il criterio della rotazione: tra due anni e mezzo, a metà mandato, coloro che ora non hanno ricevuto assessorati prenderanno il posto di chi invece per la prima metà della consiliatura ha ottenuto una delega specifica.

Roccadaspide, 31 maggio 2011

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente