Eboli e politica. E’ pieno caos: parola di Rosania

Nel caos della politica ebolitana il paese è sempre più abbandonato a se stesso.

16 milioni di debiti, Centro Storico e Fascia costiera abbandonati, Multiservizi sull’orlo del fallimento, i Monti di Eboli aggrediti dal più grande parco Fotovoltaico. L’Amministrazione: E’ un fallimento totale.

Gerardo Rosania

EBOLI “La politica ebolitana da mesi è bloccata dagli scontri interni alla Maggioranza, dai tatticismi di un Sindaco che di volta in volta cerca alleati su cui poggiarsi per liberarsi di chi il giorno prima gli era amico e che il giorno dopo è diventato il suo peggiore avversario da neutralizzare, da rendere quantomeno inoffensivo”. – A dichiararlo è Sinistra Ecologia e Libertà, che fa riferimento alle bordate che una parte del PD sferra sull’altra parte e sull’Amministrazione Comunale a guida Melchionda -.

“Gli Ebolitani – proseguono le considerazioni dei vendoliani – da mesi assistono basiti a questo indecoroso scontro di potere, perché di quello, solo di quello, si tratta. Qui la città con i suoi problemi, con i suoi drammi quotidiani, la città che non ha più una vita culturale, che non si riconosce più in un disegno di crescita economica, nella quale nessuno più riesce ad identificarsi, a partire dalle giovani generazioni, perché non c’è nulla in cui identificarsi nell’ azione di questa Amministrazione.

Le finanze del Comune – fa notare il Partito di Gerardo Rosania – sono minate da 16 milioni di debiti che questa Amministrazione è stata capace di contrarre in 6 anni di finanza allegra? Ed il Sindaco è tutto impegnato a chiudere accordi interni al suo partito con chi lo ha avversato in campagna elettorale per mettere ai margini l’area contiana!

La Multiservizi va a rotoli, con 730 mila euro di deficit, – e giù di li proseguono elencando impietosamente tutte le questioni politiche sul tappeto – che un Consiglio di Amministrazione inconcludente ed incapace ha contratto soltanto in un anno (nel 2010), vanificando i risultati positivi degli anni precedenti? Ed il Sindaco pensa a chiudere un accordo tutto di potere con l’UDC per avere i numeri in Consiglio Comunale e fare fuori i contiani!

Viene fuori che il Centro Commerciale in via Cupe ha ottenuto il permesso a costruire senza avere avuto la famigerata VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale), indispensabile per fare quei lavori e l’Assessore regionale non prende impegni rimandando al tavolo tecnico che deve valutare la questione? Ed il Sindaco fa il rimpasto di giunta, cambiando, nei fatti, un solo assessore!

La città è reduce della peggiore estate della sua storia, dove, salvo qualche lodevole eccezione promossa dal mondo associazionistico locale, la cultura è scomparsa (a partire dalla musica, che “non è cultura” secondo qualche esponente di questa Maggioranza)? Ed il Sindaco gioca le sue carte coi vertici provinciali del suo partito per trovare le giuste alleanze interne per futuri appuntamenti politici.

La litoranea è stata completamente abbandonata anche quest’anno e per far partire il servizio di salvataggio sulle spiagge libere si è dovuto aspettare anche quest’anno che ci scappasse il morto? Ed il Sindaco spara a zero contro chi, dentro e fuori la Maggioranza, gli consiglia, nell’interesse (questa volta sì!) della Città, di andare via!

Sui monti di Eboli – incalzano Rosania e SEL – nasce il più grande parco fotovoltaico della regione Campania (40 ettari?) promosso dal Comune di Salerno su proprietà sue in agro di Eboli, da cui il Comune capoluogo guadagnerà 3,5 milioni di euro mentre ad Eboli andranno la miseria di 250 mila euro derivanti dall’ICI? Ed il Sindaco s’ incazza con chi gli chiede conto di questa enorme sciocchezza accusandoli di ignoranza e di provincialismo! Il liceo artistico viene cacciato dalla sua storica sede sopra Sant’Antonio, con conseguenze nefaste sulle prospettive di quell’istituto, e dopo un anno il Complesso di Sant’Antonio continua a rimanere abbandonato senza che nessuna idea venga sottoposta al Consiglio Comunale di riutilizzo di quella struttura? Ed il Sindaco non si degna neanche di rispondere alle interrogazioni in merito!

Il paese è abbandonato a se stesso, – fa rilevare Rosania – con i quartieri popolari in preda al degrado più assoluto, i comitati di quartiere protestano, perché non ascoltati e perché tagliati fuori dalla possibilità di gestire impiantistica di quartiere che sicuramente sarebbe posta al servizio di quel quartiere? Ed il Sindaco evita anche soltanto di rispondere alle accuse tutto preso ad individuare associazioni amiche cui poter affidare qualcosa! Scompare qualsiasi riferimento ad area vasta, al ruolo  di Eboli come punto di riferimento dei comuni della Piana e dei comuni dell’interno, viene cancellata “la via del grano”, viene cancellata l’agricoltura ( che fine ha fatto il polo agroalimentare?)? Ed il Sindaco parla di “feste di quartiere” (dimostrando di non avere capito assolutamente nulla delle potenzialità di collegamenti coi comuni dell’interno e verso la Puglia che quell’appuntamento rappresentava!) e rimanda ai finanziamenti europei che vede solo lui!

Il centro antico è abbandonato a se stesso, – aggiunge implacabile il capogruppo SEL in Consiglio Comunale – senza che per quest’anno nel bilancio 2011 vi sia un solo euro di investimento? Ed il Sindaco grida vittoria per la possibilità di finanziare con 4 milioni di euro la “casa del pellegrino” che di fatto avevamo già, bastava utilizzare la casa delle monache sulla strada per l’Embrice, o qualcuna delle strutture abitative già esistenti nel centro storico; ed intanto fa i conti su quanto gli porterà in termini di voti l’essere citato in luogo santo (senza trovare neanche la forza, a nome dell’intero Consiglio Comunale, di respingere questa indebita pressione sull’organo assembleare!). Sinistra Ecologia e LIBERTA’  occupa il Consiglio Comunale perché il Sindaco in aperta violazione dello Statuto Comunale e del regolamento non porta le mozioni popolari in Consiglio nei tempi dovuti? Ed il Sindaco scappa, quasi nascondendosi, invece di entrare nell’aula consiliare e spiegare le motivazioni di questo ritardo!

Questo e’ il quadro politico che si e’ delineato ad Eboli nell’ultimo anno. Dopo gli onori della cronaca nazionale per il record dei cambi di casacca che Melchionda aveva ottenuto nella prima legislatura, questa volta corre il rischio di vedersi riconosciuto un altro primato: quello dell’immobilismo!

Ci sarebbe bisogno di una discussione politica in Consiglio Comunale. – Concludono Gerardo Rosania e SEL – C’è bisogno di sapere questa Maggioranza da chi è composta, quali sono i suoi programmi, dove sta portando il paese. Ci sarebbe bisogno che la politica si riappropriasse del suo ruolo e chiamasse chi amministra a rendere conto del suo operato.

S.E.L. alla ripresa della attività amministrativa, chiederà a tutte le forze politiche di opposizione di firmare una richiesta di una seduta consiliare monotematica sulla situazione politica ed amministrativa della città. Questo Sindaco, questa Amministrazione, questa Maggioranza (qualunque essa sia) debbono venire in Consiglio Comunale a dire cosa sta succedendo nella nostra città!

Eboli, 6 settembre 2011

7 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente