Salviati (PD) sul Collettore fognario a Cardiello: La Giunta Caldoro ignora Eboli

La destra  che governa la Regione continua a prediligere altri territori a scapito di Eboli e dell’Area Sud di Salerno.

Il Consigliere comunale con delega alle periferie, Pasquale Salviati, interviene sulla vicenda del collettore fognario in localita’ cioffi-corno d’oro: “ci stiamo impegnando da tempo per la realizzazione di una infrastruttura importante e necessaria per il nostro territorio.

Pasquale Salviati

EBOLI – In relazione  al mancato finanziamento, a carico dei fondi regionali, del progetto di realizzazione del collettore fognario in località Cioffi-Corno d’Oro di Eboli, una infrastruttura di importanza strategica per il nostro territorio, il consigliere comunale con delega alle periferie Pasquale Salviati, che sin dall’inizio ha seguito la vicenda e le sue successive evoluzioni inquanto delegato alle periferie dal Sindaco di Eboli Martino Melchionda, interviene ribadendo l’assoluta necessità di procedere al finanziamento del progetto.

La realizzazione del collettore fognario – dichiara il consigliere comunale Pasquale Salviati rappresenta un’opera importantissima per i territori in località Corno D’Oro e Cioffi. E’ per questa ragione che anni fa l’Amministrazione Comunale chiese alla Regione Campania l’erogazione di fondi per realizzare l’importante infrastruttura, a valere sul Parco Progetti. Nonostante l’ammissione a finanziamento dell’opera,  nulla  più si è saputo.

Ho seguito, attentamente, sin dall’inizio, la vicenda e i suoi sviluppi. La progettazione è pronta da tempo e più volte abbiamo sollecitato l’assessore Giovanni Romano affinché sboccasse l’erogazione delle somme necessarie. Tuttavia, ora apprendo, con grande sconcerto, che altre opere vengono finanziate in altre aree della Provincia di Salerno, mentre nulla si dice da parte della Regione sullo sblocco dei fondi necessari a realizzare il collettore di Cioffi-Corno d’Oro.

Eppure, il consigliere comunale di centrodestra Damiano Cardiello aveva speso parole rassicuranti in merito, annunciando  che a breve sarebbero stati resi disponibili i fondi necessari all’avvio dei lavori. Così non è stato, la destra che governa la Regione continua a prediligere altri territori, concentrando la propria attenzione nell’agro–nocerino-sarnese a discapito della nostra città e di tutta l’area a sud di Salerno.

Chiediamo, dunque, un immediato intervento delle forze politiche di centro-destra, affinché si facciano portavoce, presso l’assessore Romano, della necessità di porre rimedio a questo stato di cose. Noi, in ogni caso, continueremo a batterci, a chiedere a gran voce che un intervento di tale importanza ambientale, capace di ridurre sensibilmente l’inquinamento dell’intero golfo di Salerno,  venga realizzato al più presto”.

Eboli, 24 ottobre 2012

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. AGGIORNAMENTO:

    Oggi alle ore 12.00 presso l’Assessorato all’ambiente della Provincia alla presenza dell Ass. all’ambiente Bellacosa,Ing. D’acunzi, Ass. ai lavori pubblici Norma e all’ambiente Massarelli di Eboli, Ing. Rosario La Corte, il consigliere provinciale Cariello e il consigliere comunale Pdl Damiano Cardiello si è tenuta una riunione tecnico operativa per far si che possa essere inserito nell’accordo approvato in Regione di 90 milioni di euro, un intervento complessivo di riqualificazione ambientale dei corpi idrici ad Eboli.
    Lunedì ci sarà un nuovo incontro con la presenza anche del Presidente del Consorzio di Bonifica Destra Sele Vito Busillo per affrontare anche il problema della depurazione presso Coda di Volpe.
    CARDIELLO:
    “Al di là degli schieramenti, oggi posso rimanerere soddisfatto dell’incontro, poichè si è parlato di cose concrete e della possibilità di rimediare a quanto precedentemente riferito. La disponibilità dell’Ass. Bellacosa e la presenza degli Ass. competenti della città di Eboli ha un valore importante. La politica quella che va oltre gli steccati e che è finalizzata nell’interesse dei cittadini oggi ha dato una grande prova di collaborazione. Spero che la vicenda possa risolversi positivamente, e ribadisco di non entrare in polemiche stucchevoli e fuori luogo (vedi dichiarazioni di Palladino e Salviati del PD locale) che danneggiano l’immagine della città. Risultati concreti, questo interessa alla gente.” 24/10/2012

    • Per Damiano Cardiello,
      questa vicenda non mi piace e al cotrario della tua soddisfazione, sono particolarmente sconcertato.
      L’ incontro che si cita e’ un incontro tecnico-politico, nel corso del quale si e’ andati a perorare la causa del Collettore fognario Cioffi-Corno d’Oro, E al termine del quale la Provincia di Salerno si fa garante di una sua intercessione nei Confronti della Regione Campania, perche’ si riconsideri la cosa e si faccia rientrare quel progetto nel finanziamento complessivo dei 90 milioni di euro di cui all’ intero pacchetto approvato e finanziato.
      Questa ammissione sbandierata come un risultato, contiene in se tutta la “barbarie” politica nella quale si muove questa classe politica.
      Che significa riconsiderare? Forse quel collettore fognario otterrebbe il finanziamento sol perche’ se ne fa garante la Provincia? E’ utile o non lo e’? Nella ipotesi di una riconsiderazione e rientrando nella cifra dei 90 milioni, ci sarebbe qualche altro progetto ad essere escluso? Quel progetto sarebbe piu’ interessante e utile del collettore fognario di Eboli oppure no? Quale e’ stato il criterio di finanziamento che ha accompagnato tutto il pacchetto, quello della necessita’, dell’emergenza, dell’utilita’ o della “intercessione”? In generale i finanziamenti, in questo caso o in altri seguono le stesse modalita’? La Regione Campania quando approva i progetti e li finanzia si fa suggerire dalle Province amiche quali siano le priorita’? Andrebbe rivisto tutto se fosse vero e andrebbero condannati i buontemponi che si prestano a queste operazioni di incanalamento di finanziamenti, per cercare di prendersi un merito per cose invece, che ci spettano e che oltre a farle in ritardo si aspettano anche un applauso.
      Se cosi’ fosse e’ veramente grave e se non si approfondisce criteri e modalita’ e’ ancora piu’ grave.
      La risposta che si attende segue un altro interrogativo: Quel collettore fognario e’ o non e’ strategico ai fini di evitare ulteriori inquinamenti e dei terreni attraversati in superficie, e delle falde, oltre che dello specchio di mare del golfo di Salerno? Rientra o no nelle caratteristiche di cui ai fondi messi a disposizione e finanziati dalla Regione?
      Serieta’ responsabilita’ ancor prima di buttarsi in faccia colpe o attribuirsi meriti.
      Massimo Del Mese

  2. Ma non dite stronzata, la provincia non ha più queste deleghe, gli sono rimaste, ancora per poco, solo la viabilità e l’ambiente settore discariche e’ basta. A breve saranno tutte commissariate.

  3. carissimo, capisco i tuoi interrogativi e cercherò di dare risposte, spero soddisfacenti.
    Sul collettore fognario Cioffi – Corno d’oro ti rappresento quanto segue:

    – Il 1° lotto è stato finanziato originariamente a valere sul POR Campania 2000/06 misura 1.2 e poi traslato sull’Obiettivo Operativo 1.4 del POR FESR 2007/13.

    – Il 2° lotto dell’importo di € 2.050.000,00 è stato presentato dal Comune nell’ambito della procedura del Parco Progetti Regionale ed è stato dichiarato ammissibile dal Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici (NRVVIP) ai fini dell’inserimento del progetto de quo nel Parco Progetti Regionale (D.D. AGC 03 n. 21 del 19/03/2010).

    Si evidenzia che l’inserimento dell’intervento nel Parco Progetti Regionale non equivale ad assegnazione di fondi o concessione del finanziamento per la realizzazione dell’operazione.

    Il Parco Progetti, infatti, rappresenta una riserva di progetti che possono essere utilizzati per la programmazione di risorse finanziare e, comunque, l’ammissione a finanziamento avviene con successiva delibera nell’ambito di una futura programmazione sulla base delle risorse finanziarie disponibili.

    Ebbene, nell’elenco delle 35 opere finanziate per 90 milioni di euro ( nell’elenco inviato dalla provincia il progetto ebolitano c’era)non compare quest’ opera, come altre escluse, e la mia è stata una ferrea presa di posizione nei confronti degli amministratori regionali. Essermi messo in gioco e tentare, fino all’ultimo giorno disponibile, una mediazione per far riflettere su questa scelta non è una vittoria ma rappresenta soltanto l’impegno di un consigliere comunale che ama la sua città e che non tollera prese di posizione politiche quando è in gioco l’interesse generale.
    Il problema è un altro: ottenere il funzionamento del depuratore di CODA DI VOLPE! sembra assurdo, ma ottenere il finanziamento del collettore e non poter usufruire sarebbe un delitto. La competenza del depuratore è del Consorzio di Bacino Destra Sele. Anche l’amico Busillo è stato convocato per lunedì alle 9.30 per discutere di cose concrete: come rimettere in funzione il depuratore e consentire l’approvazione di un progetto unico che preveda 2 lotto e depuratore. Speriamo, con la collaborazione politica che si sta avendo ( da Comune,Provincia e Regione),di poter centrare l’obiettivo.

  4. posso aggiungere qualcosa a quanto detto da admin?:
    a prescindere dagli schieramenti, MANCO DEMAGOGIA POLITICA SANNO FARE……………….

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente