Interrogazione del Nuovo Psi sull’affidamento della riscossione dei tributi

Il prossimo gennaio 2013 la Riscossione dei Tributi non dovrà essere più affidata all’Equitalia Spa.

Il Nuovo PSI chiede all’Amministrazione di sapere: sono state contattate delle società? quali sono le condizioni economiche poste per l’affidamento? Quali procedure si intendono adottare per scegliere la società che dovrà occuparsi del servizio?

EBOLI – I Consiglieri comunali del Nuovo Psi, Massimo Cariello, Ennio Ginetti e Santo Venerando Fido hanno interrogazione protocollata al comune di Eboli indirizzata al Presidente del Consiglio comunale Luca Sgroia e al Sindaco di Eboli Martino Melchionda, in merito alla questione della riscossione dei tributi sulla base della nuova normativa. inoltre vi lascio una mia dichiarazione in merito alla questione casina rossa

Massimo Cariello

Cariello, Fido e Ginetti chiedono di sapere se l’Amministrazione comunale ha adottato provvedimenti per l’affidamento della  riscossione dei tributi locali chiedono di sapere inoltre, quali società sono state contattate; e quali sono le condizioni economiche poste per l’affidamento e le procedure per la scelta della società che dovrà occuparsi del servizio.

Il servizio di riscossione tributi localia decorrere dal gennaio 2013 non dovrà essere più affidata all’Equitalia Spa. In effetti questa società grazie anche ad un quadro legislativo favorevole, ha agito in maniera prepotente e opprimente nei confronti dei cittadini che in molti casi sono stati vessati e addirittura perseguitati con azioni di recupero sproporzionate rispetto ai crediti avanzati.

Ennio Ginetti

Una condizione che fa emergere un eccesso di posizione dominante nella gestione corrente, applicando Metodi di riscossioni veramente discutibili, con applicazioni di sanzioni ed interessi da vero strozzo, che non solo non avevano una efficacia risolutiva, ma non apportavano nessun beneficio all’Ente il quale, avrebbe potuto gestire in maniera diversa le somme riscosse o i crediti da riscuotere.

Il Nuovo Psi con la sua interogazione chiede all’Amministrazione se vi sono già stati contati o se si sono avviate le procedure per rispondere alla nuova normativa, ma anche di evitare di incorrere in situazioni come quelle del passato, ricordando le esperienze negative della Consum, in precedenza Sesam.

………………………..  …  …………………………

Al Presidente del Consiglio Comunale p.t. di Eboli
Dott. Luca Sgroia

PER Il Sindaco p.t.  di Eboli
Avv. Martino Melchionda

Interrogazione

I sottoscritti Massimo Cariello, Ennio Ginetti, Fido Santo Venerando, quali consiglieri comunali della città di Eboli del gruppo NUOVO PSI

Premesso

  • che la normativa applicabile ha sancito che gli enti locali non debbano più affidare alla società Equitalia spa il servizio di riscossione tributi locali a decorrere dal gennaio 2013;
  • che la materia della riscossione coattiva è di notevole impatto sullo stato patrimoniale dell’ente e dei cittadini, dal momento che una efficiente servizio di riscossione può essere fondamentale per la risoluzione della irrisolta questione dei residui attivi e per garantire all’Ente entrate certe ed utili anzi indispensabili per garantire i servizi alla collettività ma, nel contempo, è a tutti noto che l’attività di riscossione per il tramite delle cosiddette ganasce e soprattutto iscrizioni di ipoteche con l’applicazione di aggi, interessi e more eccessivi ed ingiustificati, ha creato situazioni di gravissimo pregiudizio economico ed in alcuni casi di disperazione per i contribuenti,che hanno assunto estreme determinazioni;

    Santo Venerando Fido

  • che, quindi, appare evidente che si debba affidare il servizio a società capace di valutare le condizioni patrimoniali dei contribuenti ed adottare procedure di riscossioni efficaci ma anche con applicazione di costi contenuti e tempi, tali da venire incontro ai cittadini, che seppure con dilazioni, esprimono la volontà concreta di far fronte al dovuto, con ricorso ad atti rapportati alle reali esigenze e mai oltremodo dannosi, atteso anche il periodo di gravissima crisi economica-finanziaria;
  • che visti i tempi stretti si deve presumere che l’amministrazione comunale abbia già avuto contati con società del settore, con bozze di accordi precontrattuali o comunque di indirizzo;
  • che appare evidente che la selezione della società debba avvenire in modo trasparente e nel rispetto delle normative applicabili;
  • che sarebbe opportuno, nel trattare le condizioni di affidamento, prendere atto dei  i meccanismi fallimentari adottati in precedenza nel rapporto con la Censum già Sesam,

tanto premesso

Interrogano

La S.V.Ill.ma  onde sapere se l’amministrazione comunale ha adottato provvedimenti per l’affidamento della  riscossione dei tributi locali a decorrere  dal gennaio 2011; quali società sono state contattate; quali sono le condizioni economiche poste per l’affidamento e le procedure per la scelta della società che dovrà occuparsi del servizio.

I sottoscritti chiedono che  venga data risposta scritta ed orale in Consiglio Comunale

Eboli,

In fede

Massimo Cariello
Santo Fido Venerando
Ennio Ginetti

……………………………….  …  ………………………………

Eboli, 8 novembre 2012

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Ottima interrogazione: puntuale e precisa.
    Mi auguro abbia le stesse qualificanti la risposta del Sindaco e Presidente del Cosiglio.

  2. EQUITALIA è una di quelle fetenzie gettate addosso ai cittadini da questa nefasta casta di politici dediti (h 24) solo agli interessi propri.
    E non sarà abolita fino a quando non ritornerà la democrazia vera e non avremo spazzato via questo sistema politico fondato su partiti marci e corrotti che, proprio mentre scrivo, si stanno dando “battaglia” in parlamento per far entrare l’inno di mameli nei programmi scolastici invece di pensare che le scuole sono a rischio chiusura (invernale) per mancanza di fondi per il gasolio da riscaldamento.
    Quando sarà stata tolta alla politica ogni minima possibilità di arricchire chi la pratica, quando questa casta di parassiti e incapaci saranno stati mandati a casa e questo paese riconquisterà dignità e libertà Equitalia sarà la prima catena a essere spezzata e diventerà il ben rodato strumento per recuperare l’immenso tesoro che quest’esercito di ladri hanno sottratto all’erario statale contribuendo al un primo importante risanamento del debito pubblico di questo paese.
    Solo allora questo iniquo strumento di vessazione medioevale dei cittadini onesti che lavorano e ntirano la carretta non avrà più ragione di esistere e sarà definitivamente abolito ma di certo non da “questi” politikikki. Si preparino a subirlo piuttosto perchè ormai la ricreazione sta per finire,piacendo a Dio.

  3. Un Comune efficiente non affida la riscossione dei tributi a EQUITALIA.
    Un Comune attento ai drammatici problemi economici in cui versano tante famiglie che (nonostante tutto)pagano SEMPRE e REGOLARMENTE i tributi non può permettere che su ogni bolletta gravi una tassa di riscossione (che va direttamente nelle casse di EQUITALIA) di circa 5 euro e se sbaglio sulla cifra e qualcuno è meglio informato di me sarei lieto che rettificasse l’entità di questo balzello che restebbe comunque iniquo e ingiustificato.
    Un Comune serio ad EQUITALIA al massimo dovrebbe affidare la riscossione dei tributi non pagati, solo in questo caso si potrebbe accettare e giustificare un ulteriore aggravio di spese sulla bolletta.
    Quello che mi fa veramente rabbia è che certi temi sono presi in considerazione dai politici solo quando sono all’opposizione e hanno tempo per il dovere di occuparsi dei problemi (piccoli e grandi)del popolo mentre quando arrivano alla poltrona curano solo gli affari propri.
    Ma ci rendiamo conto che i tanto vituperati politici della prima repubblica una società come EQUITALIA non l’avrebbero nemmeno concepita e/o presa in considerazione, mentre oggi questi politici senza vergogna (venuti per salvarci) affidano la riscossione dei tributi ad una società privata scaricando tutti i costi sui cittadini senza preoccuparsi delle altre angherie a cui questa società di strozzinaggio sottopone chi finisce nella “rete”, senza porsi nessun problema etico e morale.
    Ma quando capiremo che con tutti i soldi che piovono addosso a chi decide di “fare politica per missione”, alla Formigoni insomma,questi pensano solo ad arraffare fregandosene di tutto, dell’Italia e dei valori,della falce e del martello. Divisi su tutto ma uniti da un solo ideale che li acconuna in un’unica aspirazione: tuffarsi nell’oro alla “paperon de paperoni” e alla “faccia nostra” esatamente come piace a Berlusconi.
    Ma ci rendiamo conto che ssi continua a concentrare tutti quei soldi nel “sistema partiti” questi signori faranno solo finta di occuparsi di quello per cui sono strapagati e penseranno solo, esclusivamente ai propri interessi personali.
    Ma ci rendiamo conto che siamo all’ultima spiaggia prima di ritrovarci letteralmente “spolpati vivi” a causa dell’inumana propensione ad occuparsi “solo” dei propri affari di questi parassiti fannulloni,incapaci e ladri che dopo averci tolto la democrazia si stanno vendendo l’Italia e tutti noi!
    FORZA GRILLO,FORZA MOVIMENTO 5 STELLE MANDIAMOLI A CASA. RIPRENDIAMOCI LA DEMOCRAZIA E DIAMO UNA SPERANZA AL FUTURO DELL’ITALIA.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente